La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Aedes Aegypti

La zanzara dengue, così classificata, tassonomicamente (a ?? del greco "odioso" e ægypti del latino "dell'Egitto"), è una specie proveniente dal continente africano.

Si è diffuso in tutto il mondo, in particolare nelle regioni più calde e umide dei cinque continenti. La zanzara si è rapidamente adattata alle aree urbane dove può riprodursi e deporre le uova in piccole quantità di acqua pulita in luoghi ombreggiati. Le femmine si nutrono di sangue possono volare fino a 2500 metri.

È una zanzara che prude durante il giorno, avendo come vittima preferenziale l'essere umano. Prima dell'incubazione, le uova possono rimanere per mesi aspettando il momento giusto, quando immerse nell'acqua, organicamente povere, le larve si sviluppano rapidamente, dando origine alle pupe da cui emerge l'adulto. Solo le femmine si nutrono di sangue per la maturazione delle loro uova; questo è frequente tra tutte le zanzare; l'alimentazione maschile è limitata alle sostanze vegetali e zuccherine.

Aedes aegypti è stato introdotto nel Sud America attraverso le cosiddette "navi schiave" nel periodo coloniale. Ci sono stati casi in cui queste navi sono state lasciate con l'equipaggio così ridotto a causa della dengue che hanno cominciato a vagare per i mari, costituendo le famose "navi fantasma". In Brasile, questa zanzara è stata sradicata negli anni '50, tuttavia, nel 60 e 70, è tornato a colonizzare il Brasile, proveniente da paesi limitrofi che non erano riusciti a promuovere il suo totale sradicamento.

AEDES AEGYPTI: bromelie

LA PAURA DI CRESCERE BROMÉLIAS:

L'Oswaldo Cruz Institute ha condotto ricerche che dimostrano il ruolo irrilevante delle bromelie come probabile habitat per la zanzara dengue: durante un anno sono state monitorate 156 bromelie di dieci specie coltivate nell'orto botanico di Rio de Janeiro. Lo studio ha mostrato un basso indice della presenza delle forme immature di A. aegypti, generando indicazioni che reindirizzano il lavoro di prevenzione. "Solo lo 0,07% e lo 0,18% di un totale di 2.816 forme immature di zanzare raccolte nelle bromelie durante il periodo di un anno corrispondevano ad Aedes aegypti e Aedes albopictus, suggerendo che le bromelie non costituiscono un problema epidemiologico come punto focale propagazione o persistenza di questi vettori " disse Marcio Mocelin, un biologo dell'Istituto.

Il ricercatore dice anche che in aprile, quando c'era il più alto tasso di cattura, 376 forme immature di zanzare sono state trovate nelle bromelie esaminate. Di tutti loro, solo due esemplari corrispondevano al genere Aedes. L'entomologo Ricardo Lourenço, ricercatore, dice: "Questa ricerca indica che le larve di Aedes, che si trovano nelle bromelie, non dovrebbero essere sopravvalutate nel lavoro di prevenzione e sottolinea che il combattimento dovrebbe concentrarsi su casse d'acqua scoperte o scarsamente coperte, vasche, piscine e altri serbatoi di acqua stagnante ", avverte.

AEDES AEGYPTI: Aedes

COSA PIANTARE PER TAKE AWAY LO ZANZARE:

Citronella (Cymbopogon citratus) è un repellente naturale e può essere utilizzato in paesaggistica, dal momento che è una bella erba. Un altro metodo per controllare Aedes aegypti è quello di seminare la Crotalaria Juncea, un legume, comunemente usato per la concimazione e il controllo dei nematodi del suolo. Attira le libellule, insetti alati che si nutrono di larve di zanzara. I loro occhi sono composti da migliaia di sfaccettature (fino a 30.000) e offrono loro un campo visivo a 360 gradi; in un solo giorno può consumare altri insetti volanti con il 14% in più del proprio peso. Pertanto, la pianta è responsabile del controllo biologico dell'insetto trasmittente di dengue

AEDES AEGYPTI: bromelie

Autore: Raul Cânovas

Editoriale Video: To Stop Zika, Aedes Aegypti Mosquito Must Be Controlled


Menu