La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Aglaia Odorata

Aglaia odorata: dall

Il quartiere di Higienópolis, San Paolo, era urbanistico, una sorta di rivoluzione nell'arte di costruire una metropoli, un nuovo cemento per i baroni del caffè che cercavano il clima migliore e più sano della città.

Le prime dimore risalgono al 1880, ma fu una legge emanata nel 1898 che costrinse i nuovi edifici ad avere una ritirata di 6 m dall'allineamento e altri 2 m dai lati; l'idea venne dall'architetto paesaggista Joseph Bouvard che era arrivato dalla Francia dopo aver occupato il posto di capo di Parchi e Passeggiate di Parigi, nel suo bagaglio portò alcune piantine di queste aglae che, per la loro forma colonnare e la loro struttura praticamente acaule, si trasformarono in siepi indispensabile ai lati delle dimore.

Nella mitologia greca Aglaia era una delle tre grazie, figlia di Venere, il suo nome significa splendore. Può essere per questo motivo che le foglie di questo albero brillano così luminosamente nelle prime ore del mattino.

Controlla il foglio completo nella Libreria di specie.

Autore: Raul Cânovas

Nome scientifico: Aglaia odorata.
Nomi comuni: Picchio dalla fronte bianca, Agláia, Loureiro.
Sinonimi stranieri: fiore di riso cinese, albero dei profumi cinesi, finto limone; Cannella, Sinamomomg-Sungsong (cinese).
Famiglia: Meliacea.
Caratteristiche: albero a crescita lenta.
Porte: fino a 8 m, ma possono raggiungere 12 m, con una tazza da 2 ma 3 m di diametro. Accetta la potatura.
Fenologia: compaiono più volte all'anno.
Colore del fiore: profumo giallo-crema dolce e delicato, soprattutto di notte.
Colore del fogliame: verde medio.
Origine: Cina meridionale, Asia sud-orientale, Indonesia e Filippine.
Clima: subtropicale / tropicale.
Luminosità: pieno sole o ombra parziale.

Editoriale Video: Growing the Chinese Perfume Plant (Aglaia odorata)


Menu