La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Reazioni Allergiche... Gli Antistaminici!

Reazioni allergiche... gli antistaminici!

Immunoterapia allergene

Quando un allergene non può essere evitato, l'immunoterapia con allergeni (colpi di allergia) può fornire una soluzione alternativa.

Nell'immunoterapia, piccole quantità di allergeni vengono iniettate sotto la pelle (sottocutanea) in dosi progressivamente più grandi fino a raggiungere un livello di mantenimento.
Questo trattamento stimola l'organismo a produrre anticorpi bloccanti o neutralizzanti che possono agire per prevenire una reazione allergica.

Infine, la concentrazione sierica degli anticorpi IgE, che reagiscono con l'antigene, può anche diminuire.
Tuttavia, l'immunoterapia deve essere eseguita con cautela, poiché l'esposizione troppo precoce ad una dose elevata di allergene può scatenare una reazione allergica.

Sebbene molte persone siano sottoposte a immunoterapia con allergeni e gli studi dimostrino che è utile, le relazioni costi-benefici e rischio-beneficio non sono sempre favorevoli. Alcuni individui e alcune allergie tendono a rispondere meglio di altri.

L'immunoterapia viene spesso utilizzata per le persone allergiche ai pollini, agli acari della polvere domestica, ai veleni da insetti e ai peli di animali.
L'immunoterapia per soggetti con allergie alimentari non è generalmente consigliabile a causa del rischio di anafilassi.

La procedura è più efficace quando le iniezioni di mantenimento vengono applicate durante l'anno.
Generalmente, il trattamento viene inizialmente somministrato una volta a settimana.

La maggior parte delle persone può continuare con iniezioni di mantenimento ogni 4-6 settimane.

Poiché possono verificarsi reazioni avverse dopo l'applicazione di una iniezione di immunoterapia, il medico deve insistere affinché il paziente rimanga in ufficio per almeno 20 minuti dopo la procedura.

I possibili sintomi di una reazione allergica includono starnuti, tosse, arrossamento, formicolio, prurito, senso di costrizione toracica, respiro sibilante e orticaria.

Quando si manifestano sintomi lievi, i farmaci (tipicamente un antistaminico, come la difenidramina o la clorfeniramina) possono contribuire a bloccare la reazione allergica.

Le reazioni più gravi richiedono un'iniezione di adrenalina (adrenalina).

Reazioni allergiche... gli antistaminici!: allergiche

Reazioni allergiche... gli antistaminici!: reazioni

antistaminici

Gli antistaminici sono i farmaci più comunemente usati nel trattamento delle allergie (non sono usati nel trattamento dell'asma).

Nel corpo esistono due tipi di recettori istaminici: il recettore istamina1 (H1) e il recettore istamina2 (H2). Il termine antistaminico generalmente si riferisce a farmaci che bloccano il recettore dell'istamina 1; la stimolazione di questo recettore da parte dell'istamina porta alla lesione dei tessuti bersaglio.

I bloccanti dell'istamina 1 non devono essere confusi con i farmaci che bloccano il recettore dell'istamina 2 (H2 blockers), che sono usati nel trattamento delle ulcere peptiche e del bruciore di stomaco.

Molti effetti sgradevoli ma relativamente minori di una reazione allergica - prurito oculare, corizza e prurito cutaneo - sono causati dal rilascio di istamina.
Altri effetti dell'istamina (es. Mancanza di respiro, ipotensione e infiammazione della gola), che possono bloccare il flusso d'aria, sono più pericolosi.

Reazioni allergiche... gli antistaminici!: antistaminici

Tutti gli antistaminici producono effetti simili simili. Differiscono principalmente in relazione a effetti indesiderati o avversi.
Sia gli effetti desiderabili che indesiderati variano considerevolmente a seconda dell'antistaminico specifico e dell'individuo che lo sta usando.
Ad esempio, alcuni antistaminici hanno un effetto sedativo maggiore di altri, sebbene la suscettibilità a questo effetto sia variabile.

A volte gli effetti indesiderati possono essere usati vantaggiosamente.
Ad esempio, poiché alcuni antistaminici producono il cosiddetto effetto anticolinergico, che asciuga le mucose, vengono utilizzati per ridurre la corizza causata dal freddo.

Alcuni antistaminici possono essere acquistati senza ricetta medica (over-the-counter), che possono essere ad azione rapida e ad azione prolungata e possono essere combinati con decongestionanti, che costringono i vasi sanguigni e aiutano ad alleviare l'ostruzione nasale. Altri antistaminici richiedono la supervisione medica di prescrizione.

La maggior parte degli antistaminici tende a causare sonnolenza.
Infatti, a causa del loro potente effetto sedativo, sono la componente attiva di molti rimedi da banco contro l'insonnia.

La maggior parte degli antistaminici ha potenti effetti anticolinergici, che possono causare confusione, vertigini, secchezza delle fauci, stitichezza, difficoltà a urinare e visione offuscata, specialmente negli anziani.
Tuttavia, la maggior parte delle persone che usano questi farmaci non hanno effetti avversi e possono usare farmaci da banco, che sono meno costosi degli antistaminici non sedativi prescritti da un medico.

Sonnolenza e altri effetti collaterali possono anche essere minimizzati avviando il trattamento a basse dosi e aumentandolo progressivamente fino a raggiungere una dose che controlli efficacemente i sintomi.

Attualmente esiste sul mercato un gruppo di antistaminici non sedativi che sono anche causa di effetti collaterali anticolinergici.
Questo gruppo comprende astemizolo, cetirizina e loratadina

Alcuni antistaminici

Vendita gratuita

PrescriçãoAstemizolAzatadinaCetirizinaCiproeptadinaDexclorofeniraminaLoratadinaMetdilazina

prometazina

trimeprazine

tripelennamina

No PrescrizioneBromfeniraminaClorpheniraminaClemastinaDexbromfeniraminaDifenhydraminaFenindaminaPirilamina

triprolidine

Editoriale Video: 7 antistaminici naturali per ridurre l’allergia - Salute 365


Menu