La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Cloro: La Sua Utilità Nel Trattamento Dell'Acqua

CLORO: sua utilità nel TRATTAMENTO DELL'ACQUA.

- Trattamento dell'acqua
L'acqua distribuita dai sistemi di approvvigionamento pubblici deve essere conforme alle norme internazionali e / o nazionali sul consumo di bevande.

In Brasile, devono rispettare la Portaria n. 36 del 19 gennaio 1999 del Ministero della salute.

In caso di dubbi sulla qualità dell'acqua, contattare l'Azienda Sanitaria locale o gli Organi responsabili per la salute pubblica.

- Trasforma l'acqua non trattata in acqua potabile

La disinfezione dell'acqua deve essere effettuata in luoghi non forniti dal sistema di approvvigionamento idrico pubblico.

- Acqua per il consumo umano

Filtrare sempre e far bollire l'acqua prima di bere. Questo elimina virus, batteri o parassiti che possono causare malattie.

CLORO: la sua utilità nel TRATTAMENTO DELL'ACQUA: trattamento

IMPORTANTE:
Se tu, un familiare o un amico presenti 3 o più episodi di diarrea entro 24 ore, consulta un medico.

Se due o più persone sperimentano diarrea, nausea, vomito e dolore addominale dopo aver mangiato e bevuto cibi della stessa origine, questo potrebbe essere un focolaio.

- Disinfezione di Fountain Waters (acqua pulita)

Per coloro che utilizzano la scatola dell'acqua, riempire e aggiungere 5 cucchiai di acqua sanitaria ogni 1000 litri di acqua.

Dopo 30 minuti l'acqua può essere consumata.

Per quantità minori mettere 1 cucchiaino di acqua sanitaria per ogni 20 litri di acqua.

Mescolare accuratamente e dopo 30 minuti questa acqua può essere consumata.

Se è solo per un litro di acqua, aggiungere 2 gocce di acqua sanitaria.
Mescolare bene e dopo 30 minuti questa acqua può essere consumata.

ATTENZIONE:
Non acquistare o utilizzare il prodotto popolarmente chiamato "CLORO" (liquido verdastro o giallastro),
normalmente venduto in qualsiasi quantità senza il suo imballaggio. Questo è un prodotto molto concentrato che può causare avvelenamento grave per ingestione (se ubriaco) o inalazione (quando puzza), irritazione violenta a contatto con la pelle o gli occhi ed estremamente pericoloso specialmente per bambini e animali domestici.

- Disinfezione delle acque correnti (turbine)

Se l'acqua viene consumata direttamente da sorgenti, pozzi o fiumi che non sono limpidi, si consiglia prima di filtrare quest'acqua e poi di mettere 1 cucchiaino di acqua sanitaria per ogni 20 litri di acqua.

Mescolare accuratamente e dopo 30 minuti questa acqua può essere consumata.

Pulire e disinfettare frequentemente il filtro (ogni 15 giorni) con acqua e acqua sanitaria.

- Disinfezione delle acque correnti delle fontane (Clear Waters)

È necessario un dispositivo di dosaggio noto come "pinga-pinga", che può essere costruito utilizzando una bottiglia di plastica da 50 litri e un rubinetto di plastica alla base (dosatore).

Sotto la supervisione di un tecnico qualificato, versare 45 litri di acqua e 5 litri di sodio ipoclorito o 25 litri di acqua con 25 litri di acqua sanitaria.

La soluzione ottenuta circa l'1% di cloro attivo è chiamata soluzione clorurata e gocciolerà alla fonte dell'acqua.

La quantità di cloro che rimane nell'acqua fino al suo utilizzo finale è nota come "cloro residuo" e deve essere controllata in una concentrazione compresa tra 0,2 e 0,5 ppm (parte per milione).

Per verificare che la concentrazione di cloro sia compatibile come desiderato, si dovrebbe scegliere il rubinetto più distante dalla fonte (all'interno delle famiglie) e applicare il metodo di controllo semplificato.

Una volta eseguita questa operazione, aprire o chiudere il distributore (gocciolatore) finché non raggiunge il contenuto di cloro residuo desiderato.

- Pulire i serbatoi d'acqua e le cisterne

Svuotare e pulire frequentemente la cassetta dell'acqua (ogni 6 mesi).

Per rimuovere il fango, spazzolare le pareti e sciacquare il serbatoio con acqua.

Dopo la pulizia, riempire la scatola dell'acqua con: 1 litro di acqua sanitaria più 1000 litri di acqua o 1 tazza (400 ml) di ipoclorito di sodio più 1000 litri di acqua.

Lasciare disinfettare per 2 ore. Non usare questa acqua a causa del suo elevato dosaggio di cloro.

Svuota la scatola dell'acqua, aprendo tutti i rubinetti della casa.

Riempire di nuovo con acqua trattata per il consumo.

- Trattamento di pozzi e cacimbas

Con la supervisione di un tecnico qualificato, ottenere 1 flacone di plastica da 1,5 litri (di quelli di bibite analcoliche) e 1 spugna da cucina, senza uso e fare un cloratore come descritto di seguito:

Normalmente la bottiglia di ipoclorito di sodio viene rifornita ogni 7 giorni, ma può variare a seconda del volume d'acqua del serbatoio.

Attenzione: tenere questo distributore fuori dalla portata dei bambini.

- Controllo del contenuto di cloro residuo

Il controllo del tenore di cloro residuo nei casi di trattamento delle acque in sorgenti e serbatoi d'acqua deve essere effettuato secondo il seguente metodo:

Prendi un bicchiere d'acqua dal rubinetto più lontano dalla casa e aggiungi 1 pizzico di ioduro di potassio (trovato nelle farmacie di manipolazione), 5 gocce di aceto (preferibilmente bianco) e 1 pizzico di amido di mais (amido di mais).
Mescolare.

Osserva il colore della soluzione:

- Azzurro - ha bisogno di cloro. L'acqua viene trattata

- Blu intenso - Troppo cloro.

- Nessun colore - non ha abbastanza cloro.

Se lo desideri, puoi acquistare un kit di controllo del cloro in vendita nei centri di trattamento delle piscine.
Viene fornito con le istruzioni per l'uso, i reagenti e le indicazioni necessarie per controllare il dosaggio del cloro.

Nota:
Se non è possibile utilizzare l'ipoclorito di sodio o l'acqua sanitaria nella disinfezione di acqua non trattata, si raccomanda, come alternativa alla disinfezione, di far bollire quest'acqua per 5 minuti.

CLORO: la sua utilità nel TRATTAMENTO DELL'ACQUA: acqua

Editoriale Video: Come controllare i valori di PH e cloro della piscina


Menu