La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

I Diversi Tipi Di Cactus

I diversi tipi di cactus

Conosci le diverse forme di cactus!

Cosa sono i cactus?

I diversi tipi di cactus: diversi

Linaeus, un famoso botanico francese, studiò i cactus raggruppandoli in una famiglia botanica di piante che chiamò le Cactaceae. Sono piante da luoghi aridi dove l'acqua scarseggia e le piogge sono molto scarsamente distanziate.

La maggior parte dei cactus coltivati ​​proviene dalla regione del Messico, Perù, Cile e Brasile.

La forma del cactus

Cactus opuntia

Opuntia Cacti - Clad Cladding Form

I cactus non hanno foglie, ad eccezione del genere Pereskia, che ha la forma di un cespuglio spinoso arrotondato. La perdita di acqua dalle foglie con la respirazione della pianta è notevole e poiché l'acqua è fondamentale per la sua esistenza nelle regioni aride, la sua capacità di immagazzinarla nei tessuti è molto efficiente.

Il gambo può essere cilindrico come nel genere Cereus o ramificato come in Opuntia. Questi segmenti sono chiamati cladodi, sono solitamente carnosi e dotati di spine.

Cactus Cere - forma cladodica colonnare

Cactus Cere - forma cladodica colonnare

Quando è sottile, senza spine e crescita indeterminata come nel genere Rhipsalis, riceve il nome di filocladium.

Le spine sono le foglie che per millenni, attraverso l'evoluzione della pianta, sono state trasformate per evitare la perdita di umidità e per fungere da protezione.

Le sue radici hanno le funzioni di fissazione, estrazione di nutrienti e grande capacità di estrazione delle falde acquifere.

La forma e le dimensioni dei cactus variano a seconda della specie, alcuni si ergono all'altezza di un albero e altri passano inosservati tra rocce e vegetazione.

Sono verdi e il gambo, oltre a fare il supporto della pianta, fa anche la fotosintesi, che è la sintesi del glucosio, la base energetica di tutti gli esseri viventi. Possono essere globosi, cilindrici con pochi o nessun dorso, sferici, articolati, poligonali, discoidi, ovoidi e ramificati.

Alcuni hanno "nervature", cinque o anche più, poco pronunciati o piuttosto accentuati, che sono siti di stoccaggio dell'acqua, che hanno la capacità di restringersi ed espandersi a seconda del contenuto di acqua disponibile nella pianta.

Le areole sono strutture da cui escono i set di spine e alcuni producono fiori. Anche nelle areole possono essere strutture simili alle gemme delle altre piante con capelli bianchi, grigi o dorati che sono lì per proteggere l'ingresso degli stomi e del fiore.

Le spine sono solitarie o molte, con dimensioni diverse, in bianco, grigio o oro, curve, piccole, grandi o erette. Alcuni, come nel genere Satsonia, possono raggiungere i 10 cm.

I petali sono delicati, simili alla seta e colorati in bianco, rosa, arancio o rosso, molto attraenti e sorprendenti. I frutti sono solitamente bacche carnose, alcune grandi e saporite come nel genere Opuntia.

I semi variano in dimensioni e forma, grandi e duri come nel genere Opuntia e Astrophytum, ma in generale sono molto piccoli.

I cactus sono impollinati da insetti, uccelli nettariferi e piccoli pipistrelli.

Habitat di cactus

I diversi tipi di cactus: sono

Nel suo habitat naturale, il suolo è secco per la maggior parte dell'anno e il regime delle piogge è annuale e stagionale e può essere inesistente per diversi anni. Questo rende i cactus e le piante succulente anche molto resistenti e in grado di trattenere l'umidità per garantirne la sopravvivenza.

Sono capaci di assorbire l'anidride carbonica dall'aria durante la notte, aprendo gli stomi per respirare ed eseguendo lo scambio gassoso per effettuare la fotosintesi che avviene solo in presenza di luce. Ciò impedisce loro di aprirli durante il giorno, più caldi, il che comporterebbe una maggiore perdita d'acqua attraverso la respirazione.

L'assenza di foglie e l'epidermide dura, gli stomi ricoperti di peli e molti dotati di cerósidade, aiutano il sudore ad essere il minimo possibile in una notevole e minima perdita di umidità per l'aria circostante.

Alcuni cactus crescono sugli alberi e sono quindi chiamati epifitecome nel genere Rhipsalis e come semiepiphyte Hylocereus, Selenicereus e Epiphyllum. Le sue radici sono nel terreno ma crescono come se fosse un arbusto rampicante, facendo affidamento su piante più alte.

Editoriale Video: ShoppingDONNA - Fiore di Cactus: Piante grasse ad Avellino


Menu