La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Malattie Delle Piante In Vaso: Come Prendersi Cura

Malattie delle piante in vaso: come prendersi cura

Quando coltiviamo piante all'interno di vasi, concentriamo sul contenitore tutto ciò che la pianta ha bisogno per la sua nutrizione, come substrato adatto, fertilizzazione periodica, ecc.

Ma spesso, nonostante le nostre cure, iniziano a mostrare sintomi di problemi, come insetti sulle foglie, foglie ingiallite e cadenti, marciume o superficie di foglie biancastre.

Se non aiutiamo la pianta alla fine morirà e rimpiangeremo la perdita del seme.

Di seguito sono riportati alcuni sintomi che possono essere minimizzati o risolti.

Insetti nella pianta in vaso

ruggine

ruggine

Aspetto di insetti, come afidi e cocciniglie: quando si acquisisce una piantina, non solo guardare la sua bellezza o l'idea di dove sarà collocata nella tua casa, ma anche dietro i sintomi che possono essere parassiti e malattie.

Insetti come afidi e cocciniglie potrebbe provenire dal vivaio sotto le foglie, passando inosservato o sotto forma di uova nel substrato.

L'uso di olio di neem, un cucchiaino posto con acqua in un ugello da 1 litro, cospargere sopra e sotto le foglie e gli steli e anche sul substrato.

Ripeti tre volte con un intervallo di tre giorni finché non ti accorgi che gli insetti sono morti o caduti dalla pianta.

Piante in vaso: macchie biancastre

Macchie biancastre sulle foglie possono essere un tipo di fungo che si sviluppa quando la temperatura è calda e secca.

Molto comune il suo aspetto in pomodoro e foglie ornamentali.

L'olio di Neem ha anche presentato risultati efficienti per questo agente patogeno.

Vasi con piante ingiallite

Non dovrebbero essere confusi con la foglia adulta che entra nell'invecchiamento naturale.

Nelle nuove foglie l'ingiallimento rappresenta la carenza di ferro (Fe), principalmente; nella maturità, mancanza di azoto (N); foglie di colore molto pallido, mancanza di calcio (Ca); foglie con punteggi gialli (senza punture di insetti per l'estrazione della linfa), mancanza di potassio (K).

Tutti questi sintomi possono essere risolti in due modi: scambio di substrati o fecondazione in forma liquida.

Il nuovo substrato deve contenere sostanze nutritive per fornire la pianta alimentare ed essere idoneo alla coltivazione.

Per la fertilizzazione in forma liquida, utilizzare la formulazione NPK 10-10-10 per le foglie e 4-14-8 per i rami fioriferi.

Sciogliere un cucchiaio in due litri d'acqua (usare una bottiglia di soda, per esempio). Posizionare un bicchiere su ciascun supporto che dovrebbe essere leggermente umido.

Piante in vaso: eccesso o insufficienza di irrigazione

piante di vaso

Le piante in vaso coltivate in casa tendono ad avere due problemi: o troppo irrigazione e frequenti o secchi, dimenticando l'irrigazione.

Quando noti la pianta appassita, controlla il substrato con le dita.

Se asciutto, acqua. Se è impregnato, praticare dei fori con un bastoncino di bambù, introdurre l'aria e aiutare la percolazione dell'acqua attraverso il foro di drenaggio.

Questo può anche mostrare l'intasamento: con lo stesso bastone di bambù, prova ad aprire il buco sotto la pentola.

Potrebbe anche essere il momento di cambiare il substrato e l'impianto del contenitore.

Cattivo sviluppo di piante in vaso

La pianta che non si sviluppa bene per la specie, ha foglie piccole, non fiorisce: c'è carenza di nutrienti, anche se non ci sono sintomi sulle foglie.

Sostituire il fertilizzante in forma liquida, insegnato sopra nel caso di foglie biancastre.

Editoriale Video: CIFO - Ascolta le tue piante - L'Ortensia