La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Ficus Religiosa

Siddhartha Gautama, il Buddha ("il risvegliato"), noto anche come Shakyamuni ("saggio degli Shakya"), visse 400 anni prima di Cristo. Era nato nel piccolo villaggio di Lumbini ed era cresciuto nel principato di Kapilavastu, entrambi situati nell'attuale Nepal.

Ficus religiosa: religiosa

Raccontano che dopo varie esperienze, in cui ha sofferto la fame e la mortificazione estreme, Buddha è stato guidato da un gruppo di peacoos reali inviati da una coppia di principi gentili. Il sentiero nel bosco era segnato da piccole bandiere che lo portavano a un enorme albero di fico che miracolosamente era nato lo stesso giorno di lui, eppure era di aspetto gigantesco e secolare. Siddhartha Gautama si sedette sotto l'albero, non volendo alzarsi finché non raggiunse la rivelazione che lo avrebbe illuminato. Non si sa per certo del tempo che è rimasto su questo pavimento di terra, con la schiena appoggiata sul tronco solcato dagli anni, alcuni affermano che sono stati 49 giorni nello stato di samadhi, il livello massimo di meditazione. Per tutto questo tempo, senza mangiare né bere liquidi, nell'assoluta immobilità fisica, fu sostenuto dall'energia del ficus.

Più tardi l'albero della Bodhi, come era stato battezzato, divenne un simbolo sacro a Bodh Gaya, dove cresceva, ei suoi discendenti furono piantati nel giardino dei templi buddisti di tutta l'Asia. Ho avuto l'opportunità di vedere uno di questi alberi di fico in Tailandia. Ciò che attirò la mia attenzione fu che al suo fianco una statua di Buddha in rovina fu conservata e parzialmente coperta da un manto di colore arancione. Un monaco chiarì che le radici avevano abbracciato l'immagine in modo tale da distruggerla quasi completamente, ma non importava, la scultura a tutto tondo raffigurante Siddhartha in uno stato di profonda riflessione spirituale si era fusa albero che serviva da supporto e protezione.

Ficus religiosa: religiosa

Credo che nelle terre dei Tupiniques sia stato introdotto da Auguste Glaziou nella seconda metà del diciannovesimo secolo quando, invitato dall'imperatore D. Pedro II, assunse la direzione dei Parchi e dei Giardini della Casa Imperiale. Esempi centenari si possono osservare a Rio de Janeiro.

È prudente utilizzare il Ficus religiosa, solo in ampie aree, ad una distanza minima di 40 metri da qualsiasi conduttura e tubazioni sotterranee; richiede abbondanti innaffiature, tuttavia il terreno inzuppato danneggia le sue radici superficiali e potenti. È un albero da coltivare, preferibilmente all'interno della foresta umida, un forte vento può abbatterlo.

Controlla il foglio completo nella Libreria di specie.

Editoriale Video: A Tiny Ficus Religiosa Bonsai, June 2016


Menu