La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Pesci

Hanno bisogno di essere nutriti. Che ne dici di piantare specie che forniscono sostentamento per aumentare la scuola?

Pesci: frutti


bassofondo

Gli alberi rivieraschi sono di solito produttori di frutti consumati dai pesci. La guava perde i suoi frutti contestati dal pacu che, grazie a loro e alle foglie e ai semi di altri alberi, raggiunge un metro e circa 20 kg. Quando ci sono tilapia molto mature nei fiumi e nei laghi del Maranhão fino al Rio Grande do Sul, celebrano e non solo loro, ma anche i piracanjuba, le carpe e le piabas, godono di questo frutto. Il primo, nel sud e nel sud-est, i piabas del Rio Negro e la carpa, di origine asiatica, sono diventati comuni in tutto il paese.

Pesci: alberi


Mat. Ciliare

Nelle dighe e nei fiumi d'acqua dolce, alcuni pesci predatori come tucunari e branzini cercano alberi marci, radici e bastoncini per mangiare pesci più piccoli. Sulle rive, nel mezzo della prateria semi-acquatica, il pesce più piccolo si nasconde per sfuggire ai predatori, come i traíras. Questa erba è il rifugio degli insetti, che costituiscono la dieta principale di pesci e avannotti.

Pesci: frutti


Anche qui

Il mandi, il piau, il matrinxã e il jatuarana, dalla regione amazzonica al Mato Grosso; la piapara, che si trova nel Mato Grosso do Sul, San Paolo, Minas Gerais, Paraná, Bahia, Sergipe, Alagoas e Pernambuco, nel letto di fiumi, pozzi e argini. La piraputanga, che raggiunge 50 cm e 3 kg di peso, nel Mato Grosso e nel Mato Grosso do Sul.

Il tambaqui, che può raggiungere i 30 kg, si trova nelle aree inondate e nei fiumi praticamente da tutto il paese. Sono tutti dipendenti da foglie, fiori e frutti di diversi alberi nativi, come: pau-viola, jerivá, capororoca, aroeira-pimenteira, acqua sanguinante, ingá, gabiroba, tarumá, cambuí, embaúba, pitanga e fichi.

Ma fai attenzione all'eccesso di acqua che può compromettere la scuola, poiché interferisce nell'ossigenazione dell'acqua. Esso, che non deve superare il 10% dell'area della diga del lago, può essere rimosso con l'ausilio di balaios o setacci e, dopo essere stato asciutto e frantumato, sfruttato come compost organico.

Se ti piace il pesce, devi amare l'albero!

Autore: Raul Cânovas

Editoriale Video: ACQUARIO di GENOVA in HD - NEL FANTASTICO MONDO DI NEMO - 3.8.2015


Menu