La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Cinque Consigli Per Risparmiare Acqua Nell'Irrigazione Del Giardino

Cinque consigli per risparmiare acqua nell'irrigazione del giardino

San Paolo sta vivendo una stagione secca e ogni possibile cura è importante per non sprecare la poca acqua disponibile.

Anche coloro che non vivono nella regione colpita dalla siccità devono essere consapevoli e risparmiare acqua ogni giorno.

Per coloro che amano le piante e si preoccupano di come mantenerli vivi nel bel mezzo di questa crisi, abbiamo selezionato delle alternative per evitare lo spreco di acqua e rendere il vostro giardino sempre bello.

1. Sostituire il tubo con un irrigatore con ugello sull'ugello o sull'irrigatore.

Cambiando il tubo dall'annaffiatoio per irrigare le piante, si genera un risparmio di 96 litri d'acqua ogni 10 minuti.

Per chi possiede un giardino di meno di 50 metri è possibile cambiare il tubo con un annaffiatoio con aeratore nel beccuccio o spray.

risparmiare acqua

Tuttavia, in un giardino con 100 metri quadrati o più è necessario irrigare con un tubo o disporre di un sistema di irrigazione automatico. Dovrebbe essere fatto alla base del tronco, direttamente sul terreno.

2. Un buon modo per risparmiare acqua è di irrigare le piante nei periodi più freddi. In questo modo la perdita per evaporazione sarà ridotta.

L'irrigazione è indicata durante i primi raggi di sole, tra le 5:00 e le 7:30 del mattino o nel tardo pomeriggio, tra le 17:00 e le 20:00. Dopo 21 ore, l'assorbimento d'acqua nelle piante si riduce naturalmente.

3. Il bisogno di acqua è nelle radici, non nelle foglie. Quindi è meglio annaffiare il terreno vicino alla base della pianta rispetto al baldacchino.

La necessità di acqua è al di sopra della radice: evitare di annaffiare la pianta ogni volta che si annaffia.

Usa il dito per scoprire se c'è bisogno di acqua. Mettilo a terra e senti se c'è umidità. Ricorda che le piante come i terreni umidi, non inzuppati.

4. Cattura l'acqua piovana.

L'acqua piovana può essere utilizzata per irrigare tutti i tipi di piante / foglie.

Una tecnica ampiamente utilizzata per sfruttare al meglio le precipitazioni è l'uso di grondaie sui tetti che trasportano il liquido in una cisterna che si trova nei negozi di materiali da costruzione.

La cisterna consente di catturare e conservare l'acqua piovana per un uso successivo.

L'annaffiatura può essere sospesa in caso di forti piogge, ma è comunque necessario se la pioggia bagnasse solo le foglie.

5. Diminuire l'irrigazione a settimana, utilizzare foglie secche sul terreno, corteccia di pino o ciottoli che manterranno l'umidità del suolo.

ciottoli

In giardini pronti dove vengono annaffiati ogni giorno, è possibile ridurre il contatto con l'acqua tre volte a settimana.

Già nei giardini che normalmente vengono abbeverati a giorni alterni è possibile eliminare un giorno e passare a due volte alla settimana.

Editoriale Video: Emilia - Romagna Agricoltura 2014, puntata 5 - Approfondimento: irrigare con meno acqua Parte 1