La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Fiore Del Giorno

Perché alcune piante perdono i loro fiori, solo per poche ore?

La durata dei fiori e la resistenza dei loro petali è sempre stata una questione di attenzione da parte dei fioristi e dei giardinieri. Chi non vuole un fiore nelle ultime settimane, dopo essere stato tagliato o anche lucidare i suoi colori sulla pianta che gli dà supporto? Ricordo che da ragazzo andavo al mercato dei fiori per imparare tecniche e trucchi che "allungavano" la loro vita e la loro bellezza. Problemi come la luce eccessiva, il calore e la bassa umidità ambientale erano fatali, e le stanze fredde e la scarsa illuminazione aiutavano il lavoro dei produttori che citavano le loro rose, garofani, gladioli e molti altri, a seconda della freschezza delle loro corolle. I più giovani erano pensati per gli arrangiamenti costosi, e quelli già sbiaditi erano usati nelle corone funebri, la cui durabilità, ovviamente, non era necessaria.

Fiore del giorno: giorno

Nei vivaci letti alla preferenza, forse per la praticità, era per quelle piccole piante che davano abbastanza fiori e che duravano a lungo. Tuttavia ho sempre messo in discussione questa cosa pratica in giardino. Il giardino è pensato come qualcosa di poetico e non come uno spazio di facile utilità e semplice meccanismo.

E in questo universo bucolico, dove non ci sono compromessi con mode o tendenze, scopriremo che i fiori più abbaglianti durano solo un giorno. O forse una notte. Questo è generalmente il caso nelle regioni in cui il sole calmante disidrata rapidamente i petali, che è un fattore essenziale per attirare gli impollinatori. Questi sono sempre orientati dal colore e dalla brillantezza scintillante di questi pezzi floreali che circondano gli stami.

Fiore del giorno: loro

Nei deserti della Baja California, del Messico, dell'Atacama, del Cile o delle regioni andine del nord dell'Argentina, la vegetazione predominante è il cactus che immagazzina l'acqua proteggendo così dalla siccità e dal forte sole. Il saguaro (Carnegiea gigantea), ad esempio, è un cactus del deserto di Sonora, in Arizona, che può raggiungere i 15 metri di altezza e vivere più di 200 anni. I suoi fiori bianchi e gialli, molto profumati, attirano i pipistrelli che si nutrono del nettare, sempre di notte quando la temperatura è più fresca. Successivamente, le api e le colombe collaborano anche con l'impollinazione nelle prime ore del mattino. Prima di mezzogiorno i fiori appassiscono, quindi secchi a causa dei forti raggi solari.

Le dimensioni e il bagliore dei fiori saguaro sono notevoli. Probabilmente perché conosce le notti buie e le risorse necessarie per sedurre coloro che hanno portato i grani di polline a un altro fiore, garantendo una fertilizzazione sicura che permetta alle specie di rimanere in queste regioni aride.

Autore: Raul Cânovas

Editoriale Video: Cotto e Mangiato - Il menù del giorno Fiori e piante


Menu