La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Herpes Genitale

Herpes genitale

L'herpes genitale è una malattia sessualmente trasmessa della zona genitale, la pelle intorno al retto o aree adiacenti, causata dal virus dell'herpes simplex.

Esistono due tipi di virus herpes simplex, HSV-1 e HSV-2. Generalmente, l'HSV-2 viene trasmesso sessualmente, mentre l'HSV-1 di solito infetta la bocca.

I due tipi di virus herpes simplex possono infettare i genitali, la pelle attorno al retto o le mani (specialmente i letti ungueali) e possono essere trasmessi ad altre parti del corpo (ad esempio, alla superficie degli occhi).

In generale, le lesioni da herpes non sono infettate da batteri, ma alcuni malati di herpes hanno anche altri microrganismi sessualmente trasmessi (ad esempio, sifilide o cancroidale) nelle stesse ulcere.

sintomi

I sintomi dell'episodio iniziale (primario) iniziano da 4 a 7 giorni dopo l'infezione.

Di solito, i sintomi iniziali sono prurito, formicolio e disagio.

Successivamente, appare una piccola macchia rossa, seguita da un gruppo di piccole vescicole dolorose.

Le bolle si rompono e si fondono formando ulcere circolari. Le ulcere, che sono comunemente dolorose, formano croste dopo pochi giorni.

L'orinazione e l'andatura possono essere difficili. Le ulcere guariscono in circa 10 giorni, ma possono lasciare cicatrici.

In generale, i linfonodi della regione inguinale mostrano un piccolo aumento di volume e sono dolorosi

. Il primo episodio è più doloroso, prolungato e diffuso rispetto al successivo, e l'individuo può sperimentare la febbre e un senso generale di malessere.
Negli uomini, vescicole e ulcere possono verificarsi ovunque sul pene, incluso il prepuzio quando l'individuo non è circonciso.

Nelle donne, vesciche e ulcere possono verificarsi sulla vulva, all'interno o attorno alla vagina e alla cervice.
Le donne che mantengono un rapporto anale possono avere vescicole e ulcere intorno all'ano o al retto.

In individui con sistema immunitario compromesso, per esempio quelli infettati dal virus dell'immunodeficienza umana (HIV), le ulcere da herpes possono essere gravi, diffondendosi ad altre aree del corpo, persistendo per settimane o più a lungo ma raramente resistono trattamento con aciclovir.

I sintomi tendono a ripresentarsi nelle stesse aree o adiacenti, poiché il virus persiste nei vicini nervi pelvici, riattivando la reinfezione della pelle.
HSV-2 è più capace di riattivare i nervi pelvici. HSV-1 reagisce più efficacemente nei nervi facciali, causando l'herpes labiale.

Tuttavia, nessuno di questi virus può causare malattie in nessuna di queste aree.

L'infezione precedente da parte di entrambi i virus fornisce l'immunità parziale contro l'altro, rendendo meno gravi i sintomi della seconda infezione virale.

Complicazioni dell'herpes genitale

Circa 3 a 12 giorni dopo la prima comparsa di vesciche nell'area genitale, il virus dell'herpes può diffondersi in altre parti del corpo.
Tuttavia, le complicazioni rare sono gravi.
Le membrane che rivestono il cervello (meningi) possono essere infette, causando vomito, mal di testa e torcicollo.

Il midollo spinale può anche essere infetto, causando debolezza degli arti inferiori.
Anche i nervi nella zona pelvica possono essere influenzati, causando dolore temporaneo, stitichezza, incapacità di urinare e, negli uomini, impotenza.

Sebbene raro, il virus può diffondersi attraverso il flusso sanguigno verso la pelle, le articolazioni, il fegato o i polmoni, specialmente nei neonati o in individui con un sistema immunitario compromesso.

La complicazione più comune dell'herpes genitale è il ritorno ripetuto di vesciche e ulcere, che di solito sono limitate a un lato del corpo, essendo gli episodi più leggeri di quello iniziale.
Prima di ogni episodio, l'individuo può avvertire un generale disagio, prurito, formicolio o dolore nell'area interessata.

Il rischio di recidiva nell'area genitale è maggiore con HSV-2 che con HSV-1.

Tuttavia, la frequenza delle recidive varia notevolmente.
In alcuni individui, gli episodi si verificano molte volte nel corso di molti anni.

Ci possono essere recidive di ulcere oltre l'area genitale, raggiungendo i glutei, le regioni inguinali e le cosce.

diagnosi

Il medico sospetta l'herpes sulla base dei sintomi del paziente.

La diagnosi può essere stabilita rapidamente mediante esame al microscopio di campioni di ulcera.

Per confermare la diagnosi, i tamponi (campione di secrezione) di un'ulcera vengono inviati a laboratori speciali per coltura.

I risultati potrebbero essere disponibili in appena 48 ore.

Gli esami del sangue possono rivelare l'evidenza di infezioni passate o suggerire un'infezione recente quando i livelli di anticorpi sono in aumento.

trattamento

L'herpes genitale non ha cura, ma il trattamento può ridurre la durata dell'episodio.

Il numero di episodi può essere ridotto con il trattamento continuato con basse dosi di farmaci antivirali.

Il trattamento è più efficace se iniziato precocemente, di solito entro 2 giorni dall'esordio dei sintomi.
L'aciclovir oi relativi farmaci antivirali possono essere somministrati per via orale o possono essere applicati come una crema direttamente nelle lesioni. Questi farmaci riducono l'eliminazione del virus vivo dalle ferite, riducendo così il rischio di trasmissione.

Il farmaco può anche ridurre la gravità dei sintomi durante l'episodio iniziale.
Tuttavia, anche il trattamento precoce del primo episodio non previene le recidive.

I pazienti con una storia di herpes possono essere contagiosi per i loro partner sessuali anche quando non si rendono conto che stanno avendo un nuovo episodio.

Editoriale Video: Herpes Genitale


Menu