La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Glossario - Scopri Cosa Significano I Termini Tecnici Nel Mondo Delle Fotocamere Digitali!

Glossario - Scopri cosa significano i termini tecnici nel mondo delle fotocamere digitali!

ACESS TIME: è il tempo impiegato dalla testa dell'HD (meccanismo di registrazione / riproduzione) per raggiungere la posizione operativa sull'hard disk e la rotazione corrispondente dell'HD fino a quando non raggiunge la posizione corretta.

CANALE ALPHA: in un programma di sviluppo grafico, ogni pixel ha tre canali di colore: rosso, verde e blu, a vari livelli di profondità di bit. Su un display a 24 bit, ci sono 8 bit per ogni colore per pixel. Ma quando la scheda grafica ha 32 bit, gli 8 bit aggiuntivi vengono utilizzati come canale alfa, per convertire informazioni non visibili o trasparenti nell'elemento di composizione. Con i pixel alfa, l'opacità del colore, la luminosità e la scala di grigi sono impostati per definire la trasparenza parziale.

FILE GREZZI: disponibile su alcune fotocamere è un linguaggio macchina che registra immagini "non elaborate". Quindi è possibile trasferirlo sul computer in formato TIFF o JPEG e modificando la luce, il contrasto e il colore, l'originale viene conservato.

ADATTATORE CA: è un adattatore che consente di collegare la fotocamera alla corrente elettrica.

ADATTATORE FLOPPY: è un dispositivo simile al floppy che consente di leggere le schede SmartMedia o Memory Stick attraverso l'unità floppy di un computer.

BATTERIE: è un dettaglio importante quando si sceglie la fotocamera digitale è il tipo di batteria che utilizza.
Ci sono telecamere che funzionano con batterie AA standard ricaricabili.

In caso di emergenza, è possibile utilizzare anche batterie alcaline standard.
Lo svantaggio è che durano meno di quelli ricaricabili.

Le fotocamere che utilizzano solo batterie ricaricabili specifiche per ciascun modello hanno una maggiore autonomia, ma sono pi√Ļ costose e l'ideale √® avere una batteria di riserva.

BIT: √® la pi√Ļ piccola unit√† di informazioni digitali: il 1 byte equivale a 8 bit.
Le immagini digitali sono descritte dal numero di bit per rappresentare la quantità di colori possibili per ciascun pixel.

BMP: I file BMP utilizzano un formato bitmap di Windows.
√ą poco utilizzato per lo sviluppo di foto digitali, perch√© ha una dimensione grande in kb che rende difficile l'invio di queste immagini attraverso Internet.

scoppio: √® la modalit√† di scatto continuo per l'acquisizione di pi√Ļ immagini consecutive premendo il pulsante di scatto una sola volta

BUFFER: è un'area di RAM utilizzata per la memorizzazione delle informazioni e in cui le immagini vengono inviate prima di essere scritte sulla scheda di memoria.
Il buffer è necessario perché il salvataggio della foto su una scheda è un processo relativamente lento.

Scrivere su RAM √® pi√Ļ veloce.
Utilizzando un buffer, la macchina pu√≤ scattare pi√Ļ immagini in sequenza per salvare successivamente le immagini sulla scheda.
Se le macchine non sono state memorizzate nel buffer, non sarebbe possibile scattare foto in sequenza.

CAVO USB: √® un cavo che consente la connessione in velocit√† tra periferiche (telecamere, scanner) al computer, le pi√Ļ moderne hanno almeno due porte USB (prese).

Capacità di stoccaggio: è la quantità di foto che è possibile memorizzare su una fotocamera digitale, a seconda della quantità di memoria che ha il supporto di memorizzazione.

SCHEDA DI MEMORIA: è dove sono registrate le immagini della fotocamera digitale.
Ci sono carte con varie capacità di memoria, e maggiore è la capacità, maggiore è il numero di foto.
Maggiore √® la capacit√† della scheda, pi√Ļ √® possibile memorizzare pi√Ļ foto. Un vantaggio della scheda rimovibile √® che √® possibile avere pi√Ļ schede e memorizzare un numero maggiore di foto se non √® possibile scaricarle sul computer prima di scattare nuove foto.

Dispositivo accoppiato (CCD): è il sensore elettronico che cattura le immagini sulla fotocamera digitale.
√ą formato da una serie di pixel sensibili alle diverse lunghezze d'onda della luce visibile.

CD-R: compact disc registrabile, consente una singola registrazione di dati, dopo la registrazione non può cancellare e fare una nuova registrazione.

CD-RW: compact disc riscrivibile, offre la possibilità di registrare e cancellare le informazioni registrate tutte le volte che è necessario.

CANVAS: in alcuni software la tela si riferisce alla dimensione dell'immagine.
In altri, si riferisce a una funzione in cui è possibile regolare la dimensione dell'immagine senza modificarla, ovvero aggiungendo bordi.

CLONE (CLON):è uno strumento presente nella maggior parte dei programmi di manipolazione delle immagini, utilizzato per realizzare copie fedeli di determinate regioni.
√ą uno degli strumenti pi√Ļ utilizzati per il restauro dell'immagine, solitamente rappresentato da un timbro.

PRIMO PIANO: Pi√Ļ grande della normale immagine ottenuta utilizzando un oggetto pi√Ļ vicino all'oggetto rispetto al normale.

CMYK: è lo spazio colore in cui vengono utilizzati i colori sottrattivi: ciano, magenta e giallo, alleati al nero.

DISCO COMPATTO: è un tipo di media ottica che consente la registrazione dei dati.
Fondamentalmente, usiamo due tipi di CD: CD-R e CD-RW.

COMPRESSIONE DI FILE: è il processo in cui riduciamo la dimensione dei file in byte.

Questo processo può essere compiuto "COM" o "SENZA" perdita di informazioni.
Il processo senza perdita di informazioni utilizza i programmi di compattazione, che analizzano i dati nel formato (binario) memorizzato, ad esempio WINZIP.
Il processo di compressione con perdite utilizza algoritmi che analizzano l'immagine.
Questi algoritmi tendono a ignorare i dettagli dell'immagine che non sarebbero visibili all'occhio umano, ad esempio: formato JPEG.

CONVERTITORE ANALOGICO DIGITALE: è il dispositivo elettronico utilizzato nelle fotocamere digitali e negli scanner per quantificare le cariche elettriche registrate dal CCD.

ritaglio: è il processo di taglio di un'immagine digitale.

CRT: è il tubo di Cathodic Rays. Questo è il tubo utilizzato nei monitor video.

Cursore: è l'oggetto grafico che di solito ha un formato di freccia, che consente di identificare la posizione del mouse.

FLASH COMPATTO: √® uno dei pi√Ļ formati di schede di memoria.
La memory card è il dispositivo su cui sono registrate le immagini.
Ci sono varie dimensioni e dimensioni della carta. Questo è uno di loro

COMPRESSIONE: comprimere un'immagine significa ridurre le sue dimensioni in kb, cio√®, pi√Ļ un'immagine compressa, meno spazio occuper√† nel tuo computer.

La compressione riduce alcuni punti dell'immagine, eliminando alcuni dettagli.
Pu√≤ essere eseguito automaticamente dalla tua fotocamera digitale (alcune fotocamere hanno funzionalit√† di compressione per ottimizzare i file all'interno della memoria, ovvero consentire l'archiviazione di pi√Ļ foto).
Le immagini a bassa compressione di solito forniscono risultati migliori, ma occupano pi√Ļ spazio di archiviazione.

Connessione USB (Universal Serial Bus): utilizzato dalla maggior parte dei modelli di fotocamere digitali per trasferire le immagini al computer tramite cavo, ha una velocità di trasmissione molto veloce - da 1,5 Mbps e la connessione al computer avviene tramite la porta USB.

COOKIE: è il file inviato da un sito Web e memorizzato sul computer del surfista.
Consente alle preferenze e ai dati dell'utente di essere riconosciuti dal sito che li ha inviati.

DEFINIZIONE: è il risultato della risoluzione.
Per ciascuna dimensione di stampa è disponibile una risoluzione adeguata per l'immagine di buona qualità.
Maggiore è la risoluzione, maggiore sarà la definizione dell'immagine.

SCANSIONE: è il processo con cui convertiamo le immagini convenzionali in BitMap.

DISCO FLESSIBILE (DISCO): è il disco magnetico utilizzato per l'archiviazione dei dati.
Poco utilizzato nel processo di immagini, perché ha una piccola capacità di archiviazione.

DISCO JAZ: è un supporto di memorizzazione sviluppato da IOMEGA, nel quale possiamo registrare una grande quantità di informazioni.
In altre parole, possiamo definirlo come un hard disk, confezionato in una cartuccia.

DISCO OTTICO MAGNETICO: è un supporto di memorizzazione che utilizza entrambe le tecnologie: Magnetico e Ottico.
In questo modo, possiamo usarlo come un supporto magnetico, ovvero, fare riscritture, ma con l'alta integrità della tecnologia ottica.

HARD DRIVE: è un disco magnetico normalmente utilizzato all'interno dei computer.
Di solito ha una elevata capacità di archiviazione, ma poca portabilità.

DISCO ZIP: è una memoria magnetica ad alta capacità.

L'elevata capacità di archiviazione su un supporto flessibile era possibile solo grazie all'utilizzo della tecnologia ATOMM.
Tale tecnologia è stata sviluppata e successivamente applicata a ZIP.
A causa della detenzione tecnologica, tutti i "cookie" (interni) dei dischi ZIP sono forniti da FUJIFILM.

DPI: è il valore che indica la risoluzione dell'immagine digitale, che informa la quantità di pixel esistenti in un pollice quadrato.

DROPOUT: √® il problema video pi√Ļ comune e fastidioso.
Le particelle di metallo si staccano dallo strato di ossido sulla superficie del nastro, producendo rumore elettronico nell'immagine e problemi di sincronizzazione.

TUBAZIONE SUBORDINATA: è il processo di stampa in cui i pigmenti colorati vengono applicati a una carta di base mediante sublimazione della stessa.

DUAL MEGAPIXEL: √® la designazione utilizzata per le fotocamere digitali che hanno pi√Ļ di 2 (due) milioni di pixel.

digitalizzare: è il processo di conversione delle informazioni analogiche in digitale.

EASYSHARE: è una base Kodak che si collega al micro tramite cavo USB, dove è possibile collegare le telecamere Kodak per trasferire le immagini e ricaricare le batterie.

SPETTRO VISIBILE: è la parte dello spettro elettromagnetico che è visibile all'occhio umano.

PIUMA: è l'effetto digitale solitamente applicato per attenuare le aree di transizione tra le immagini.

FILTRI DIGITALI: sono algoritmi che possono essere applicati alle immagini, al fine di ottenere determinati effetti, ad esempio: posterizzazione, nitidezza, ecc.

fotomoltiplicatore: è un dispositivo elettronico fotosensibile, superiore al CCD, specialmente nelle aree d'ombra.
Questo tipo di sensore è presente solo nei Cylinder Scanner, destinati al mercato grafico.

DISCO RIGIDO: o HD è uguale a disco rigido o winchester.
√ą un'apparecchiatura interna o esterna per la memorizzazione dei dati (programmi, testi, suoni, immagini ecc.).

HIGHLIGHT: è l'area evidenziata dell'immagine

ISTOGRAMMA: è un tipo di grafico, in cui è possibile visualizzare la distribuzione dei pixel in funzione del livello.
Di solito, utilizziamo l'istogramma come base per le regolazioni.

I.D.E. (Integrated Drive Electronics): è lo standard adottato sui dischi rigidi che hanno il controller integrato direttamente nella scheda del circuito di controllo del meccanismo.

INTERPOLAZIONE: è il processo di modifica della dimensione dell'immagine, in cui i pixel vengono analizzati per creare la creazione di altri, al fine di ingrandire la dimensione dell'immagine.

INK JET: processo di stampa in cui vengono utilizzate cartucce confezionate in cartucce.
Questo processo di stampa è utilizzato in stampanti come Plotter

JPEG (Joint Photographic Experts Group): è un tipo di formato di immagine digitale che consente una grande varietà di compressione (attualmente 12 livelli).
Maggiore è la compressione, minore è la qualità.
Questo √® il formato pi√Ļ comunemente usato nelle fotocamere digitali e su Internet.

STRUTTURA CHIAVE: in alcuni processi di compressione, i frame sono chiamati fotogrammi chiave, cioè poiché la maggior parte di ciò che è in una data sequenza di fotogrammi non differisce essenzialmente dal fotogramma successivo o precedente, solo le modifiche sono presentate e conservate risparmiando spazio sul disco.

STRATO: è la funzione che ti consente di manipolare le immagini digitali in diversi livelli.

L.C.D.: è un display a cristalli liquidi.
Questo dispositivo è presente nella maggior parte delle fotocamere digitali destinate al mercato amatoriale.

LETTORE DI CARTE: √® un dispositivo che consente di leggere una o pi√Ļ schede di memoria e trasferire i contenuti sul computer.

Bacchetta magica: è lo strumento utilizzato per selezionare le aree attraverso la somiglianza dei pixel. Conosciuto anche come "bacchetta magica"

MOIRE: è un effetto indesiderato che si verifica durante la scansione di materiali grafici.

MEGAPIXEL: è una misura che esprime la dimensione e la risoluzione delle fotografie scattate da una fotocamera digitale.
Una fotocamera da 2 megapixel ha una capacità massima di due milioni di pixel (1800 x 1200).

MEDIA: è il nome utilizzato per designare il luogo in cui sono memorizzati i dati, le immagini, i suoni, i video.
Possono essere: Floppy disk, CD, DVD, ZIP, schede di memoria, ecc.

MP3: è un file di compressione audio che riduce fino a 12 volte la dimensione del file originale.
Viva la distribuzione della musica attraverso il web.

RUMORE: è un difetto nell'immagine digitale prodotta da segnali elettrici che lasciano una specie di granulazione indesiderabile.

NTSC: è uno standard di colore utilizzato nel sistema televisivo americano.

PAL: è un sistema di colore per TV usato in Brasile e in Europa.

PCX: è il formato di colore originariamente utilizzato nel software PaintBrush.

PDF: è il formato file che ti consente di rappresentare immagini vettoriali e Bitmap.
La sua applicazione è molto diffusa nella preparazione di cataloghi, brochure e manuali digitali.

PICT: è il formato file utilizzato per trasferire file tra le applicazioni Macintosh.

PIXEL: sono piccoli punti che compongono un'immagine digitale.
I pixel sono disposti in righe e colonne sul CCD (sensore di immagine) con l'aspetto di essere connessi all'immagine.
Invece di usare la pellicola per registrare dati di quantità di luce, la fotocamera digitale utilizza il CCD che contiene milioni di pixel, la cui funzione è quella di catturare e registrare la quantità di luce quando si preme il pulsante di scatto.

PLUG-IN: è un software che funziona in combinazione con un altro.
In genere, questi software sono sviluppati da terze parti per controllare i dispositivi o implementare nuove funzioni.

PROCESSORE: è il circuito integrato che può essere programmato per eseguire operazioni di manipolazione e elaborazione dei dati.
Nelle applicazioni di manipolazione di immagini, di solito utilizziamo processori della linea Power PC, che è presente su computer Apple-Macintosh, ma non possiamo ignorare il rapporto costo / beneficio dell'utilizzo di computer basati su processori Intel.

PROFONDITÀ PIXEL: è uno degli attributi del pixel.
La profondità è legata alla capacità di rappresentare i colori. 1 bit = 2 colori (bianco o nero) / 8 bit = 256 colori (scala di grigi) / 24 bit (8 bit R + 8 bit G + 8 bit B) = 16,7 milioni di colori.

RISOLUZIONE: √® la quantit√† di pixel che un'immagine digitale ha per pollice (la misura pi√Ļ diffusa sul mercato).
Maggiore è la risoluzione di un'immagine, maggiore è la qualità che avrà per la stampa su carta.
Al contrario, quando c'è bassa risoluzione, percepiamo il difetto comunemente chiamato "jitter".

RISOLUZIONE FOTOCAMERA: è anche noto come "risoluzione del sensore digitale", il numero caratterizza l'apparecchiatura.
Si misura in megapixel (MP) che la macchina ha: i dilettanti hanno fino a sei MP e i professionisti hanno fino a 22 MP.

RESTAURO DI IMMAGINI: è il processo in cui utilizziamo le risorse dei programmi di manipolazione delle immagini per recuperare le aree perse e le immagini danneggiate.

SCANNER: è il dispositivo utilizzato per la scansione delle immagini.
Tali dispositivi possono utilizzare CCD o Photomultipliers, che hanno un costo pi√Ļ elevato.
Inoltre, possiamo classificare gli scanner in base al tipo di originale che possono acquisire.

Inferiore del sistema informatico piccolo (SCSI): è un modello di connessione periferica in cui ogni periferica ha il proprio controller.
In questo modo, l'interfaccia di connessione è dedicata alla gestione dello scambio di dati con il computer.
A causa della tecnologia di aggiornamento, esistono diversi standard di interfaccia: SCSI 1.2 (Veloce, Ampio, Veloce Wide), Ultra SCSI, Ultra2 SCSI, Ultra 3 SCSI)

SENSIBILITA ': la macchina digitale ha una variabile di sensibilità (nota anche come ASA o ISO).
Mentre le apparecchiature convenzionali richiedono la stessa ISO per essere mantenute su ogni rotolo, su digitale, ISO pu√≤ essere modificato su ogni piastra. E pi√Ļ si applica la sensibilit√†, pi√Ļ si ottiene il rumore (ci√≤ che viene chiamato grano nel convenzionale).

SENSORE DIGITALE: è il dispositivo responsabile per catturare l'immagine fotografata.
Sostituisce il film ed è posizionato, fisicamente, nella stessa posizione in cui si trovava il film.
Un sensore è composto da migliaia di pixel. Una macchina da 6 megapixel ha un sensore con 6 milioni di pixel o (fotocellule).
Il sensore digitale √® una delle parti pi√Ļ costose di una macchina.
Pi√Ļ grande √® il sensore, pi√Ļ complessa e costosa √® la sua fabbricazione.
Per questo motivo, molti produttori progettano macchine con sensori pi√Ļ piccoli di una pellicola da 35 mm.

aliasing: è l'effetto indesiderato che si verifica nelle immagini a bassa risoluzione, note anche come pixelazione.
In questo effetto è possibile osservare i pixel ("quadrati") a causa della mancanza di definizione.

SHADOW: aree di un'immagine

NITIDEZZA: si riferisce alla nitidezza / messa a fuoco di un'immagine

MODELLO: vengono creati fotogrammi, utilizzando vari motivi (calendari, date commemorative, ecc.), mirando alla fusione delle immagini scansionate.
Le pi√Ļ grandi applicazioni sono nelle stazioni digitali self-service, ad esempio Picture Plus, cos√¨ come nei minilab digitali, ad esempio FRONTIER.

TIFF (Tagged Image File Format): è un tipo di formato di file digitale molto comune tra i media di editing di immagini professionali.
Ha il vantaggio di consentire un tipo di compressione (LZW) senza perdita di qualità (al contrario del formato JPEG).
Questo formato generalmente genera file di dimensioni molto grandi da inviare su Internet.

BILANCIA BIANCA: sistema disponibile su fotocamere digitali per abbinare una corretta cattura dell'immagine in base alla temperatura del colore della luce nella scena.
La maggior parte delle fotocamere digitali offre la modalità di bilanciamento del bianco automatica in cui la fotocamera legge il colore generale della scena e imposta il bilanciamento del bianco in base ai dati programmati.

ZOOM DIGITALE: è una funzione di fotocamere digitali elettroniche che si avvicina al soggetto della foto ingrandendo un'area selezionata del CCD.

Una fotocamera con CCD da 1.600 x 1.200 pixel, ad esempio, quando si scatta con lo zoom digitale 2x, produrrà un'immagine con metà della risoluzione, ovvero 800 × 600 pixel.

Editoriale Video: Giorgio Magini, fotografo toscano contributor di iStockphoto

ÔĽŅ
Menu