La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Aids: Scoperte E Trattamenti

Aids: scoperte e trattamenti

Nel corso degli anni, l'AIDS è passato dall'essere una condanna a morte a una condizione di salute ancora molto grave, ma che può essere controllata.

Per questo, è fondamentale che il paziente con la malattia abbia un impegno totale non solo per la sua salute generale (buone abitudini alimentari, attività fisica orientata, non fumare, non bere in eccesso, non usare droghe) ma anche con le pratiche di Medicina per contenere il virus HIV all'interno del corpo.

Attualmente l'individuo sieropositivo ha diversi trattamenti per controllare la malattia, può condurre una vita normale e contare su un significativo aumento della longevità.

Sintomi dell'AIDS

HIV

La contaminazione da parte del virus HIV ha quattro fasi:

  • Infezione acuta, quando il virus viene incubato nel corpo. Dura da 3 a 6 settimane. I sintomi assomigliano a quelli dell'influenza: febbre, malessere;
  • Periodo asintomatico: qui il corpo inizia a cercare di combattere il virus dell'HIV attraverso le sue cellule di difesa. Questa fase può durare per molti anni e non ha sintomi;
  • Fase sintomatica iniziale: le cellule di difesa - in particolare i globuli bianchi - diventano sempre più inefficienti fino a quando non vengono completamente distrutte, lasciando il corpo vulnerabile alle malattie comuni. Diarrea, febbri, perdita di peso e sudorazione notturna appaiono in questo momento;
  • Aids: rigorosamente, il termine "Aids" si riferisce a quest'ultima fase della malattia, quando le malattie opportunistiche attaccano l'organismo. Nascono epatite virale, toxoplasmosi, polmonite, tubercolosi e alcuni tipi di cancro.

Attualmente la stragrande maggioranza delle persone che raggiungono l'ultima fase dell'infezione da HIV sono quelle che non sapevano di essere malate e quelle che non seguivano le linee guida e le cure mediche disponibili.

Quando cercare un trattamento

Non è necessario sviluppare la malattia per cercare cure mediche. Al contrario: prima il portatore del virus cerca guida e trattamento, maggiori sono le possibilità di condurre una vita vicino alla normalità e garantire una maggiore longevità.

Pertanto, il momento ideale per iniziare a prendersi cura di te stesso non appena ricevi il risultato positivo dell'esame. Quindi, dicono gli esperti: è molto vantaggioso condurre un test dell'HIV non appena è stato sollevato il sospetto di contaminazione.

Oltre a un inizio precoce di cura, un altro grande segreto del trattamento di successo è l'uso corretto di farmaci antiretrovirali (che prevengono l'indebolimento del sistema immunitario, uno dei principali bersagli del virus dell'AIDS).

Sono stati distribuiti gratuitamente dal governo brasiliano dal 1996.

Nuovi trattamenti per l'AIDS

Nel marzo di quest'anno, il governo federale ha iniziato a distribuire la tripla dose combinata, la cosiddetta combinazione di tre-in-uno di tenofovir (300 mg), lamivudina (300 mg) ed efavirenz (600 mg).

La distribuzione è stata avviata dagli stati di Rio Grande do Sul e Amazonas, poiché contengono il maggior numero di casi nel paese.

La maggiore risorsa della tripla dose combinata è la migliore aderenza al trattamento, poiché i tre farmaci in un'unica compressa facilitano l'ingestione, evitando la dimenticanza o la mancanza.

La pillola della prevenzione

Truvada

Nel maggio 2014 il governo degli Stati Uniti ha raccomandato l'uso di Truvada per gli individui che hanno maggiori probabilità di contrarre l'HIV, come gli omosessuali i cui partner sono portatori del virus; individui che fanno sesso con un numero maggiore di partner e non usano il preservativo; e individui o partner di individui che usano droghe iniettabili.

Il rimedio, tuttavia, non è in grado di evitare la sola malattia. Il suo uso è raccomandato in concomitanza con l'adozione del preservativo. In questo modo, il rischio di contaminazione di persone sane diminuisce del 44%.

Come prevenire l'HIV

Nonostante il successo del doppio conservante Truvada +, la contaminazione è ancora possibile. Pertanto, le forme tradizionali di prevenzione rimangono obbligatorie:

  • Uso del preservativo in tutte le relazioni sessuali, comprese le coppie eterosessuali;
  • Mai dividere o riutilizzare aghi, siringhe o oggetti appuntiti;
  • Follow-up durante la gravidanza della donna sieropositiva per evitare la contaminazione verticale (da madre a figlio). Il trattamento della madre con antiretrovirali, il parto cesareo e la sostituzione dell'allattamento al seno nella bottiglia del latte materno riducono le possibilità di infezione del bambino all'1%.

Aiuti in Brasile

In contrasto con la tendenza mondiale, che ha visto una diminuzione della contaminazione da parte del virus HIV, in Brasile questa curva è cresciuta in tutte le sue regioni, tranne nel Sud-Est.

aiuta il Brasile

L'ultimo bollettino del Dipartimento per le malattie sessualmente trasmissibili, l'AIDS e l'epatite virale del governo brasiliano è il 2012 e riporta che ci sono circa 657.000 portatori di HIV in Brasile.

I dati successivi indicano che questo numero ha raggiunto 752 mila persone entro la fine del 2013.

Al contrario, in Brasile, i trattamenti per l'AIDS hanno un tasso di successo superiore alla media globale; così come il tasso di mortalità per la malattia è più basso nel paese.

Il maggior numero di persone infette ha tra 25 e 49 anni ed è di sesso maschile. Tuttavia le donne sono la maggioranza nel range da 13 a 19 anni:

La maggior parte della trasmissione avviene attraverso il rapporto sessuale: nelle donne, l'86,8% dei casi registrati nel 2012 proveniva da relazioni eterosessuali con persone infette da HIV. Tra gli uomini, il 43,5% dei casi era eterosessuale, il 24,5% era omosessuale e il 7,7% era bisessuale. Il resto è avvenuto con il sangue e la trasmissione verticale. - Dipartimento di STD, AIDS e epatite virale

È importante notare che per molti anni non si parla più di gruppi a rischio ma di comportamenti a rischio, che sono quelli che espongono l'individuo alla maggiore probabilità di contaminazione da parte del virus.

Cerca un posto di salute

Il governo brasiliano ha offerto tutto il supporto per la prevenzione, i test e il trattamento dell'AIDS per la popolazione.

I preservativi sono forniti gratuitamente a chiunque ne faccia richiesta, così come gli esami per la diagnosi della presenza del virus nel sangue, la guida medica e la distribuzione dei farmaci retrovirali.

In caso di dubbi o necessità di aiuto, assicurarsi di frequentare un posto medico o ospedaliero pubblico.

Editoriale Video: Virus HIV: le nuove terapie, oggi e in futuro