La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Come Scegliere La Bici Giusta?

Come scegliere la bici giusta?

Sempre più persone hanno preferito guidare le motociclette alle auto, sia nelle città, nelle zone rurali o addirittura sulle strade.

E proprio come con le auto, ci sono diversi tipi di bici per ogni scenario, terreno o occasione.

La popolarità dei motocicli

Con ingorghi stradali sempre più voluminosi, le motociclette sono cadute sempre più nelle grazie degli abitanti delle grandi città. Chiunque guida una motocicletta e ha un appuntamento programmato è sempre calmo, perché sa che arriverà in tempo senza dover correre rischi e correre rischi per la propria sicurezza e quella delle altre persone.

Nelle zone rurali, le motociclette sono più agili e consentono una contemplazione più diretta con l'ambiente.

Ovunque, indipendentemente dal terreno, i motocicli occupano meno spazio, consumano meno carburante, inquinano meno e si adattano in qualsiasi angolo, purché non disturbino il flusso dei pedoni.

Quale motocicletta scegliere di circolare nelle città?

motocicletta

Qui la gamma di opzioni è ottima: tutto dipende dalla tasca del pilota e per quale scopo sarà l'uso della bici all'interno della città.

Tuttavia, ci concentreremo nei centri urbani, dove gli ingorghi stradali stanno aumentando e la bici da considerare sarà esclusivamente per l'agilità e la facile locomozione.

Piccole biciclette

Usando la logica, siamo giunti alla conclusione che la moto ideale è molto grande (cioè, trasforma abbastanza il manubrio) e che è possibile "cucire" meglio tra le macchine ferme; è abbastanza economico; e non è troppo grande, per non affaticare il pilota giorno dopo giorno.

I motocicli a bassa cilindrata sono i più indicati: oltre ad essere più piccoli, sono economici e, non ultimo, sono facili da guidare, senza stancare il pilota.

Sulla base di questo, Daniel de Castro, un motociclista dilettante 20 anni fa, sottolinea al Lo rende facile i migliori marchi giapponesi: "I più popolari - Honda, Kawasaki, Suzuki e Yamaha - sono fabbricati in Brasile. Quindi il loro prezzo è abbastanza conveniente ei tuoi rivenditori rendono molto più facile pagare. Ecco perché vediamo così tante "piccole" bici per le strade, le famose "magre", "dice.

Questi produttori hanno una vasta gamma di opzioni da 100 a 300 cilindri, tenendo conto della gamma, delle dimensioni e dell'economia.

scooter

scooter

Le moto conosciute come scooter (in portoghese, "scooter", "motoneta") sono le più ricercate dalle persone che vogliono trasferirsi nei loro uffici, palestra, ecc. senza rimanere bloccati negli ingorghi.

Offrono più comfort di una "comune" motocicletta 125 cilindri, in quanto allevia il passaggio della corsa e ha il pavimento per posizionare i piedi, che, rispetto ai normali pedali, espone meno il motociclista ai pericoli del traffico, poiché le gambe sono più protette.

Continua Daniel: "Gli scooter sono estremamente economici: fanno una media di 60 chilometri per litro di benzina e hanno un cambio automatico, cioè il pilota deve solo accelerare e frenare. Non è necessario innestare la frizione a mano o piede per cambiare le marce. Basta sedersi, chiamare e accelerare. "

Inoltre, gli scooter offrono un buon spazio interno sotto il sedile, dove solitamente si adattano piccoli acquisti e fino a due elmetti. E se il pilota ha ancora bisogno di una maggiore capacità di carico, può sempre installare un baule nella parte posteriore, senza compromettere la sua maneggevolezza e protezione del pilota.

Motociclette per aree rurali

Secondo Daniel de Castro, i cosiddetti "trail or bigtrails" sono ideali per strade sterrate e aree rurali. Nella lista dei candidati entra nel quadriciclo, che con la sua trazione integrale può trainare piccoli veicoli e rimorchi.

Le cross-bike sono già più resistenti. Hanno una sospensione più robusta per affrontare terreni accidentati su strade sterrate e pneumatici propri con maggiore trazione per superfici irregolari.

"Queste biciclette possono passare facilmente attraverso le zone umide e le piane fangose ​​senza forza perché hanno una curva di coppia più ampia rispetto alle bici convenzionali, ovvero hanno una forza motrice molto più elevata a bassi regimi del motore", spiega Daniel.

Moto per la strada di cattura

hydra glide

Qui il tema è vasto: molte motociclette hanno la possibilità di spostarsi in sicurezza sulle strade, anche nello stato precario in cui si incontrano le strade brasiliane, e dei rischi che offrono ai conducenti e ai conducenti.

La bici ideale per chi ama viaggiare fuori strada dipende dal gusto e dallo stile del pilota, ma Daniel mette in evidenza due modelli in particolare.

Il primo deriva dalla fama delle motociclette utilizzate nel film "Easy Rider", adorato dai motociclisti di tutto il mondo: il modello Hydra Glide (custom) del famoso marchio Harley Davidson.

Le bici "custom" sono più robuste, hanno un motore più grande e una grande stabilità di fronte alle raffiche di vento (che sconvolge notevolmente la guida su strada), riuscendo a mantenere una velocità costante senza richiedere il veicolo in ogni momento ", afferma.

Un altro gruppo di motociclette che si adatta molto bene allo scenario delle strade sono le super sportive, o le cosiddette "moto da corsa", le stesse che si vedono nei circuiti del campionato brasiliano Moto1000 GP o in molti altri in tutto il mondo.

Sono bici estremamente veloci e leggere che hanno un centro di gravità più vicino al suolo, pneumatici più larghi e una mescola molto morbida, assicurando ancora più aderenza all'asfalto e stabilità necessaria per guidare su strada con grande sicurezza.

Motociclette da correre negli autodromi

bicicletta super sportiva

Il nostro consulente Daniel de Castro in azione

L'habitat naturale delle summenzionate moto super sportive.

Qui si adattano anche più proprietà, essendo il più indicato.

Le auto sportive super hanno motori grandi ma molto leggeri. Senza contare che hanno il meglio della tecnologia, compresa la gestione elettronica e la materia prima dei suoi componenti.

La gamma di spostamento di queste moto è compresa tra 600 e 1.400 spostamenti. Ma di solito il più ricercato - e il più adatto nel contesto della "corsia chiusa" - sono quelli di 1.000 spostamenti.

"Quasi tutti hanno le migliori due ruote al mondo: sono moto estremamente aerodinamiche, hanno un motore con rapporto di compressione più alto, testa, pistoni, bielle, albero motore e valvole molto più leggere e resistenti di quelle convenzionali; scarico ottimizzato in modo che il flusso di gas bruciato internamente nella camera di combustione abbia una dissipazione rapida, doppie dischi ventilati, grandi pinze dei freni a quattro pistoncini, sospensioni regolabili, ammortizzatore di sterzo, frizione scorrevole, cambio rapido, acceleratore elettronico, controllo della trazione, diversi livelli di potenza a scelta del pilota e la portata di un dito, con il semplice tocco di un pulsante.

Come opzione, ABS (Anti-Lock Breaking System), che impedisce al motore di sbandare quando si utilizzano i freni in regimi estremi. "- Daniel de Castro

Queste moto sono in grado di eseguire da 0 a 100 km / h in meno di tre secondi, con una velocità finale di 299 km / h (controllata elettronicamente tramite un limitatore, che può essere annullato da un modulo di gestione elettronico installato separatamente da un professionista specializzato), che consente di raggiungere una velocità ben superiore a 320 km / h, a seconda dell'abilità e della tasca del pilota.

Che cosa allora? Qual è la bici perfetta per te?

Editoriale Video: Quale mtb scegliere o comprare - quali sono le differenze tra mtb tipologie e categorie