La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Come Annaffiare Le Piante Correttamente

Come annaffiare le piante correttamente

Quando pianifichi il tuo giardino, le specie vegetali con le stesse esigenze idriche nello spazio della trama. Quelli che hanno bisogno di più acqua, quelli che hanno meno bisogno e quelli che non tollerano molta umidità. Quindi, conoscendo le piante, sapremo come annaffiare correttamente senza perdere piantine per eccesso o mancanza di acqua. Vedi sotto.

Piante che hanno bisogno di molta acqua

Questi sono: alberi, arbusti, arbusti rampicanti e piante erbacee perenni sempreverdi o trapiantate. Verdure a foglia verde come lattughe e rucole che potrebbero seccarsi presto a causa della mancanza d'acqua.

Fagioli e altri legumi, zucche, zucchine e pomodori, al momento della fioritura e della fruttificazione. Anche mais, durante la crescita e subito dopo la fioritura.
Alberi da frutto e arbusti come gli agrumi e l'acerola (Malpighia) richiedono più acqua dalla fioritura alla raccolta.

Arbusti come camelie (Camellia sinensis) e azalee (Rhododendron spp.) sono avidi di acqua all'inizio della comparsa dei boccioli di fiori. Se non c'è abbastanza acqua, il fiore si ferma e cade.

Albero di banane (Musa paradisíaca), strelitzia (Strelitzia reginae e S. juncea), Heliconias (Heliconia spp.) e Alpinia (Alpinia spp.) sono piante di luoghi ombreggiati e terreni più umidi. Anche le piante della famiglia delle Aracee, come filodendro (Philodendron hederaceum, Monstera).

Le piante che hanno bisogno di acqua moderatamente

annaffiatoio

Tra le piante che necessitano di un'irrigazione moderata abbiamo: alberi ornamentali e arbusti stabiliti, che devono essere irrigati periodicamente nei primi quattro anni dopo la semina.

Dopo di ciò, l'acqua per gli alberi non è più necessaria e dovrebbe essere fornita solo durante i periodi di grande siccità nel suolo. Gli arbusti dovrebbero essere annaffiati in caso di irrigazione generale del giardino.

Le orchidee godono di acqua moderatamente, in realtà l'ambiente carico di umidità è migliore dell'acqua per l'irrigazione. Per questo, innaffia il pavimento sotto il frutteto nei giorni caldi.

Piante resistenti alla siccità

Si chiamano piante xerofile: xero significa asciutto
Sono noti cactus (Cereus spp., Melocactus, ecc.) E piante succulente (Aptenia, Lampranthus, agavi (Agave spp.), Aloes (Aloe spp.), Euphorbia tirucalli, E. pulcherrima, ecc.). ).

Molti alberi e arbusti resistenti sono anche xerofiti, come l'estremo (Lagerstroemia indica), Abelia (Abelia x grandiflora), Sicklebug (Calliandra spp.), Broccoli (Nerium oleander), Lares (Tibouchina spp.) E molti altri.

Quando innaffiare o non innaffiare

annaffiatoio

Non dovremmo annaffiare il fogliame, lasciarlo quando piove.

Spruzzare le foglie con il sole può causare bruciature, a causa della formazione di goccioline che fungono da lenti, migliorando l'irradiazione. Questo può accadere nella grande maggioranza delle piante a foglia larga.

Né dovremmo annaffiare nel tardo pomeriggio in inverno. In estate è meglio annaffiare la mattina. Mantenere il fogliame umido di notte dà origine a funghi, come muffe e muffe grigie.

Ma può succedere un'emergenza, quando dimentichi di innaffiare, la pianta appassirà. Quindi sì, possiamo annaffiare nel tardo pomeriggio, con il sole all'orizzonte, mettendo l'acqua nel substrato e anche un bagno generale nel fogliame, poiché le foglie assorbono anche l'acqua.

Poiché l'erba non ha problemi ad essere annaffiata durante il giorno con il sole. Il momento migliore è la mattina, ma nei giorni caldi e il tempo molto secco, ripetere nel pomeriggio.

Quando bagnare le piante in vaso

Quando il substrato è asciutto

La pianta è confinata in un contenitore, il substrato molto secco appassirà e persino perderebbe la capacità di recuperare.
Dovremmo annaffiare lentamente, lasciando che l'acqua penetri nella terra, ma non bagnare le foglie. Finire lentamente finché non esce dal foro di scarico.

Non conservare l'acqua nel piatto o usarlo per un'altra pianta. Se la piantina ha un problema con i funghi, può contaminarne un'altra.

Non posizionare la pianta in un secchio o in una ciotola

Una nota: non mettere la pianta in un secchio con acqua finché il liquido non fuoriesce dalla terra, questo affogherà le radici perché i pori saranno riempiti d'acqua e non ci sarà aria.

Alcune piante chiedono di cospargere l'acqua sul fogliame

Se la pianta è stata dimenticata, dopo averlo annaffiato correttamente, puoi cospargere l'acqua a temperatura ambiente sulle foglie. Questo è vero per le piante a foglie piatte, non farlo per begonie o violette africane.

La palma raphis (Rhapis excelsa) di solito asciugare la punta delle foglie quando all'interno, con o senza aria condizionata. Una volta alla settimana o ogni dieci giorni puoi fare il bagno nel fogliame con un getto a getto fine.

Vasi con riserva d'acqua

vaso di fiori d'innaffiamento

Ci sono container nel mercato del giardinaggio con serbatoi d'acqua, che agiscono come tecnica del letto traspirante. L'acqua sale per capillarità al substrato e viene assorbita dalle piante.

Possono essere utilizzati per verdure a foglia verde, pomodori e piante ornamentali che sono più desiderosi di acqua. Per vari ornamenti, quando non hai tempo per innaffiare o quando siamo persone dimenticate. Valgono l'investimento in questo caso.

Editoriale Video: Come INNAFFIARE le PIANTE quando vai IN VACANZA


Menu