La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Illuminazione: Piccolo Glossario Delle Condizioni Elettriche! - #2

Efficienza energetica o efficienza luminosa - Generalmente, si tratta di una relazione tra due quantità, che, se confrontate, fornisce valori di prestazione diversi.
In illuminazione è la relazione tra il flusso luminoso e la potenza consumata (lm / W), maggiore è il valore trovato in questa divisione, più efficiente è la fonte studiata, perché consuma meno watt e produce più lumen. Strutture senza la preoccupazione dell'efficienza energetica, generano più calore nell'ambiente e costi più elevati con l'aria condizionata e la bolletta elettrica.

Elettricità - Manifestazione di una forma di energia associata a cariche elettriche, statiche o dinamiche.
I suoi principali agenti sono gli elettroni degli atomi e i materiali conduttivi. Per questo motivo i migliori conduttori sono quelli con instabilità elettronica.

Elettrodo - Parte conduttiva di un dispositivo elettrico destinato a costituire un'interfaccia conduttiva con un diverso mezzo di conduttività.
Es.: Alcune lampade a scarica hanno questo dispositivo internamente, senza l'uso di starter associati al reattore.

Energia - Grandezza scalare che caratterizza la forma fisica di un sistema fisico per eseguire il lavoro.

Spettro elettromagnetico - È la scala delle lunghezze d'onda esistenti.
Consiste di: Onde lunghe; Onde medie; Onde corte; Onde ultra-corte; televisione; radar; infrarossi; Luce visibile; ultravioletta; Raggi X; Raggi gamma e raggi cosmici.

Spiedino da giardino - Set che aggiunge un corpo con guarnizione in gomma per ospitare una lampadina e uno spit di fissaggio nel terreno con una piccola prolunga di cavo per l'installazione elettrica.
Questo pezzo è stato creato per sfruttare l'eccezionale potenziale di illuminazione delle lampade a riflettore PAR20 e PAR38, che hanno vetri pressori di buona resistenza agli shock meccanici e termici.

Stabilizzatore di tensione - Regolatore di tensione che mantiene costante la tensione applicata a un circuito elettrico ricevente, nonostante le variazioni di tensione, entro i limiti specificati, che si verificano nel circuito di alimentazione.

Uscita luce - È la densità del flusso luminoso emessa da una fonte di luce diretta o da una superficie dello schermo. Consiste del limite della relazione tra il flusso luminoso che viene emesso da una sorgente luminosa per l'area di questo elemento.
Unità di lumen per metro quadrato (lm / m²). Simbolo M.

F

Fase elettrica - Termine generico che si riferisce sia a una tensione di fase che a un conduttore di fase. Situazione relativa di due o più quantità sinusoidali della stessa frequenza quando la discrepanza tra di esse è uguale a zero.
In corrente alternata è sbagliato dire polo positivo o negativo perché esiste una frequenza di variazione di polarità di 60 Hz o 60 variazioni al secondo.
Vale la pena menzionare la polarità della fase elettrica nei circuiti a corrente continua. Rapporto tra la domanda media e la domanda massima dell'unità di consumo che si verificano nello stesso intervallo di tempo specificato.

Fattore di domanda - Rapporto tra la richiesta massima in un determinato periodo di tempo e il carico installato sull'unità di consumo.

Fattore di flusso del reattore - I reattori a lampade a scarica hanno una percentuale di utilizzo del flusso luminoso di questi.Questo valore deve essere preso in considerazione quando si costruisce un'equazione di calcolo dell'illuminazione per evitare distorsioni nel risultato.

Fattore di perdita luminosa - Comprende il deprezzamento del flusso luminoso, l'accumulo di sporco, sia negli apparecchi di illuminazione e nelle lampade, sia nelle superfici dell'ambiente, durante l'uso.
Questo fattore consente di compensare nell'equazione del calcolo dell'illuminazione le suddette perdite derivanti da guasti nella manutenzione del sistema.

Fattore di potenza - Rapporto tra la potenza attiva e la potenza apparente. Misura delle prestazioni nell'uso ottimizzato dell'energia elettrica offerta dal distributore di energia. Il fattore di potenza in Brasile è definito alto da 0,92 (ABNT).

Fattore di uniformità - È la relazione tra il valore di illuminamento più basso e quello più alto in un'area considerata ed è espressa dalla formula U = E min. / E, dove E = luce. Più il fattore di uniformità è vicino a "1", più omogeneo sarà l'illuminamento locale.

Fattore di utilizzo - Utilizzato nei calcoli di illuminazione per ottenere un valore relativo alle prestazioni dell'apparecchio, che rappresenta la percentuale del flusso luminoso emesso dalle lampade, ha già svalutato il fattore di flusso del reattore, che può raggiungere il piano di lavoro.
Questo fattore dipende dalle prestazioni dell'apparecchio e dal modo in cui la luce viene distribuita dal suo corpo ottico, dal coefficiente di riflessione delle superfici ambientali (soffitto, pavimento e pareti), nonché dall'indice della stanza (proporzioni geometriche).

Nastro isolante - Nastro adesivo rivestito adatto per l'isolamento elettrico delle giunture o per i collegamenti di fili e cavi.

Fluorescenza - Fotoluminescenza in cui la radiazione ottica emessa scompare non appena cessa la radiazione di eccitazione.
Nelle lampade che eseguono questo processo, viene creato un arco elettrico tra gli elettrodi immersi nel gas appropriato. Questo gas provoca l'emissione di raggi ultravioletti tramite l'eccitazione del mercurio, collidendo con il fosforo che riveste la parete interna della lampada causando l'effetto in questione. Non confondere con la fosforescenza!

Fluxo Luminoso - È la grandezza ottenuta dalla radiazione totale da una sorgente luminosa, tra i limiti di lunghezza d'onda visibili all'occhio umano. In questo caso non esiste una direzione specifica della luce.
Il flusso luminoso delle lampade viene generalmente ammortizzato nel tempo, causando perdite di illuminazione nelle aree di lavoro. La sua unità è il lume (lm).

Footcandle - Unità per misurare la quantità di luce che raggiunge una superficie, come un muro o un tavolo.
Un lumen che cade su una superficie di un piede quadrato produce l'illuminamento di 1 footcandle.
Un footcandle equivale a 10,76 lux.

Formazione di ombre e penumbre - La formazione di ombre e ombre può essere spiegata dal fatto che la luce si propaga in linea retta.
Posizionando un corpo opaco tra una fonte di luce (che può essere una lampada) e uno schermo, si osserva che sullo schermo si formano tre zone ben differenziate: una zona illuminata dove arrivano tutti i raggi di luce; un'area in cui arrivano solo pochi raggi; e la zona d'ombra dove nessun fulmine colpisce.

Fosforescenza - Fotoluminescenza ritardata dall'accumulo di energia a livello di energia intermedia.
Es: un interruttore della luce visibile al buio ha questa proprietà. Non confondere con fluorescenza!

Fotoluminescenza Luminescenza causata dall'assorbimento delle radiazioni ottiche.

Fotometria - Filiale della scienza ottica che studia i metodi e i processi di misurazione dei flussi luminosi e le caratteristiche associate a tali flussi. I suoi concetti sono essenziali per progetti di illuminazione e di risparmio energetico.

Fotosensibilità - Forte sensibilità alla radiazione luminosa e alle sue variazioni.

Frontlight - Espressione dell'inglese che designa l'illuminazione ottenuta attraverso proiettori che indirizzano l'attenzione su una lastra pubblicitaria, creando un contrasto con le adiacenze evidenziando la lastra mediante la luminanza riflessa dell'oggetto. È importante osservare le caratteristiche del colore di sfondo e i colori di evidenziazione del pannello in modo che non abbiano effetti indesiderati.

Fusibile - Un dispositivo di protezione del circuito elettrico, costituito da un materiale che si scioglie, interrompendo il circuito quando il circuito che lo attraversa supera un valore predeterminato.

J / K / L

Jampe - In inglese ponticello. Una piccola sezione di conduttore, non soggetta a trazione, che mantiene la continuità elettrica di due punti discontinui di altri conduttori.
Attenzione alla qualità dell'isolamento di questa connessione, perché in questi punti le occorrenze della corrente di dispersione sono più critiche.

Kelvin - Unità di misura in gradi utilizzata per definire le scale della temperatura del colore delle sorgenti luminose. Simbolo K. Non confondere con la temperatura risultante dall'effetto termico misurato in gradi Celsius o Celsius, secondo lo standard brasiliano, simbolo (ºC).

Lampadina elettrica - Sorgente luminosa artificiale primaria costruita per emettere radiazioni ottiche visibili. Inventore: Thomas Edson nel 1879. Sin dal suo inizio la lampada si è evoluta in modo significativo, presentando al momento una varietà di opzioni diverse. Fondamentalmente i concetti di costruzione di una lampada hanno i seguenti aspetti, in ordine di efficienza inferiore al maggiore: Incandescente; alogeno; Misto (tubo di scarico e filamento); Gas allo xeno; Scarica a bassa pressione (fluorescente); Scarico ad alta intensità (vapore di mercurio, vapore metallico e vapore di sodio); Induzione magnetica e LED (diodo ad emissione luminosa).

Lampada a scarica ad alta intensità - Consiste in un tubo contenente gas o vapori attraverso i quali viene stabilito un arco elettrico. Questo tubo a sua volta è rivestito con una lampadina di vetro. La pressione del gas o del vapore all'interno del bulbo è di diverse atmosfere che diventano alte.
Sono costituiti essenzialmente da mercurio, lampade a vapori di sodio e metallici e gas allo xeno. Hanno bisogno di un reattore o di un avviatore DC (caso xenon) per condurre il viaggio di avvio e stabilizzare la corrente.

Lampada di zolfo - Questa lampada produce un'alta intensità luminosa, che viene raggiunta dalla formazione di un plasma di zolfo, quando inserito in una camera a microonde.
Associato a un riflettore ottico del corpo può essere utilizzato per l'illuminazione di ambienti di grandi dimensioni, con un consumo energetico molto basso. Questa sorgente di luce ad alta intensità non utilizza mercurio, quindi forma un modo ecologico di produrre luce efficiente.

Lampada a gas allo xeno - Sono lampade a scarica che non richiedono un tubo ad arco per confinare la luce come mercurio, metallo e vapori di sodio. Il suo ambiente interno è composto da gas xeno, che consente di ottenere la scarica elettrica, producendo una luce di colore simile alla luce del giorno di 6500 K.
La sua applicazione è limitata a dispositivi scientifici, ma viene utilizzata in flash di fotocamere e in alcuni modelli di veicoli top of line che incorporano questa tecnologia ai fari mediante trasmissione di fibre ottiche.

Lampada a induzione magnetica - Consiste della radiazione generata dall'eccitazione del mezzo interno, il gas di mercurio a bassa pressione esistente, dall'induzione elettromagnetica proveniente da uno speciale generatore di radiofrequenza (reattore elettronico).
Hanno accensione immediata e lunga durata dell'ordine di 60.000 ore, elevata efficienza luminosa 80 lm / W e alto indice di riproduzione del colore. A differenza delle altre lampade a scarica, il numero di accensioni non ha influenza sulla vita utile perché non ha mezzi fisici per propagare la corrente come filamenti o catodi che si deprezzano con il tempo.

Lampada dicroica - Questa lampada riflette la luce della fiala alogena all'interno con un'accurata apertura del fascio e reindirizza oltre il 60% del calore generato dal filamento dietro la lampada dalla proprietà del dicroismo, inoltre questa caratteristica ha infine definito il suo nome.
Nota: lampade simili con riflettori in alluminio non sono dicroiche, in quanto non hanno la proprietà del dicroismo.

Lampada fluorescente a catodo freddo - È un concetto alternativo di costruzione di lampade fluorescenti, in cui abbiamo un grande catodo di ferro cilindrico, rispetto agli elettrodi di tungsteno del sistema a caldo, che garantiscono una lunga durata.
Sono coperti da uno strato di ossidi che emettono elettroni che bombardano lo strato di fosforo interno del tubo della lampada. Durante il funzionamento l'elettrodo raggiunge una temperatura termica di 150ºC. Hanno metà della capacità di emissione di un fluorescente a catodo caldo, che richiede il doppio della dimensione. A causa della tendenza mondiale della compattazione di lampade e apparecchi di illuminazione, questo sistema è caduto in disuso.

Lampada fluorescente a catodo caldo - È un concetto consolidato di costruzione di lampade fluorescenti in cui abbiamo elettrodi negativi al tungsteno spirale rivestiti con uno strato di ossidi che emettono elettroni che bombardano lo strato di fosforo interno del tubo della lampada. Durante il funzionamento il tungsteno raggiunge una temperatura termica di 950° C.
Ci sono due tipi fondamentali di sistemi sviluppati:
Con preriscaldamento, che sono i più usati e diffusi in Brasile e nel mondo, composti dal sistema convenzionale con avviamento e avvio rapido. Abbiamo anche il sistema operativo.
Nessun preriscaldamento, identificato dall'esistenza di un singolo pin a ciascuna estremità della lampada, trovato in applicazioni speciali, il più comune in Europa e negli Stati Uniti.
Durante il funzionamento il tungsteno nel sistema a catodo caldo raggiunge una temperatura termica di 950° C.

Lampadina alogena - Lampada ad incandescenza più evoluta contenente gas alogeni per fornire una vita media più lunga e più utile.
Hanno una lampadina al quarzo, che è più resistente alle alte temperature e alle pressioni atmosferiche. Consiste nell'utilizzare l'effetto del ciclo alogeno della trasmutazione del gas con il filamento di tungsteno rinnovando il filamento e pulendo il tubo di quarzo. Hanno una luce leggermente più bianca nella gamma 3000 K e generano più calore rispetto alle normali lampade a incandescenza. Hanno bisogno di una cura particolare nel maneggiare non creare crepe nel bulbo ed esplodere per la differenza di atmosfere interne ed esterne.

Lampada ad incandescenza - Prima lampada elettrica, l'inventore Thomaz A. Edson nel 1879. Consiste essenzialmente di un filamento a spirale fino a tre volte di tungsteno, che è portato ad incandescenza dal passaggio di corrente elettrica (effetto Joule). Questo filamento è incapsulato in un bulbo di vetro con vuoto o gas inerte sigillato dalla base che realizza il contatto elettrico.
Nonostante la sua importanza storica, le possibilità della tecnologia di ottimizzare la sua produttività sono già esaurite. La sua energia e l'efficienza luminosa sono le peggiori di tutte le lampade esistenti. D'altra parte, è un'eccellente fonte di calore pulito, poiché converte circa dall'80% al 90% dell'energia consumata in calore, il resto è che diventa luce visibile.

Luce riflettente - Indipendentemente dal concetto di costruzione e funzionamento di una lampada, l'industria delle lampade nel corso degli anni ha adattato alcuni concetti di lampade diverse per le versioni riflettenti.
Infatti, è sufficiente "rivestire" la lampada con un vetro soffiato o pressato in un formato conico o semi-conico con materiale riflettente interno per fornire l'effetto di proiezione della luce. Con questo artificio le lampade acquisiscono una maggiore potenza di intensità luminosa, con guadagni di rendimenti significativi.

LED - In inglese Light Emission Diode, in portoghese Light emitting diode prodotto in componenti semiconduttori. Nuove tecnologie sono state incorporate in questi dispositivi consentendo il controllo dello spettro cromatico visibile. Con questo, il suo uso commerciale nell'illuminazione diventa molto fattibile nel prossimo futuro, dal momento che il suo consumo è estremamente basso con una vita molto più lunga rispetto alle altre lampadine vendute sul mercato.

Connessione elettrica - Unione di parti conduttive tra di loro. Circuito o conduttore che collega i terminali o altri conduttori. O, modo per collegare circuiti o apparecchiature elettriche.

Connessione elettromeccanica - Collegamento elettrico realizzato con mezzi meccanici con connettori propri diversi dalla saldatura.

Connessione parallela - Collegare i dispositivi in ​​modo che siano tutti sottoposti alla stessa tensione.

Connessione in serie - Connessione dei dispositivi in ​​modo che siano tutti guidati dalla stessa corrente.

Lumen - Misura del flusso luminoso, da una sorgente puntuale di luce invariabile di una Candela, di uguale valore in tutte le direzioni, all'interno di un solido angolo di un Esferoradiano. Simbolo (lm).

Luminanza - Unità di misura dell'intensità luminosa prodotta o riflessa da una superficie apparente, (cd / m²). Quando le superfici sono illuminate, la luminanza dipende sia dal livello di illuminazione che dalle caratteristiche di riflessione della superficie stessa. Non confondere con l'illuminanza (lx).

Illuminazione - Un apparato che distribuisce, filtra o modifica la luce emessa da una o più lampade e che contiene tutte le parti necessarie per fissare e proteggere le lampade e, ove necessario, i circuiti ausiliari e i mezzi per il collegamento al circuito. Ci sono una moltitudine di tipi sul mercato che soddisfano le più svariate esigenze.
L'importante è trovare il modello più appropriato che comprenda: costo totale vitale; Efficienza (risparmio energetico); Sicurezza (grado di protezione IP); Fattibilità tecnica; Qualità dei componenti dei materiali; Trattamenti chimici; pittura; estetica; Funzionalità e adeguatezza all'ambiente.

Luce subacquea - Pezzo speciale per immersione prolungata in acqua. Costruzione a tenuta stagna per impedire la penetrazione di qualsiasi volume d'acqua e resistere a possibili pressioni legate all'immersione più profonda. Il suo grado di protezione è molto alto IP68, almeno. Prestare estrema attenzione con il perfetto isolamento degli impianti elettrici e la qualità dei componenti, poiché vi è sempre il rischio di incidenti dovuti all'acqua che circonda l'apparecchiatura. Il suo uso frequente è nelle fontane delle piazze, ma si trova nelle piscine più elaborate per effetto decorativo e prominenza.

Lampada sotterranea - Parte sigillata per essere installata sepolta in giardino, con la superficie di emissione luminosa appena sopra il terreno.
Questo tipo di apparecchio viene utilizzato con varie lampade per evidenziare arbusti e alberi.

Apparecchio di illuminazione - Pezzo montato a parete con lo scopo di segnalare percorsi in giardini, cortili e gradini.
Può incorporare ciglia, alette o riflettori interni che agiscono per luminanza proiettata, per ridurre al minimo l'abbagliamento.

Luminosità - Parametro soggettivo di un attributo di sensazione visiva, secondo il quale una superficie sembra emettere più o meno luce.

Illuminazione - Applicazione di tecniche di illuminazione, considerate sotto i suoi vari aspetti, comprendenti: tecnologie di equipaggiamento; fotometria; dimensionamento; Indici di illuminamento normativo (ABNT) e relativo ammortamento compensativo.

Lux - Unità di misura dell'illuminamento di una superficie, sulla quale si verifica un flusso luminoso uniformemente distribuito. Simbolo (lx).

Luximeter - Strumento per misurare l'illuminamento. In un progetto il luxmetro misurerà i livelli di illuminamento per soddisfare i requisiti delle norme tecniche in vigore (ABNT).

Luce (spettro visibile) - Un attributo indispensabile comune a tutte le percezioni e sensazioni, che sono peculiari e necessarie al sistema visivo come: forme, dimensioni, profondità e colori. È normalmente, ma non necessariamente, prodotto dall'azione di uno stimolo luminoso sul sistema visivo.
I limiti approssimativi dello spettro visibile sono compresi tra 360/400 nm (infrarossi) a 760/830 nm (ultravioletto).
Il termine "luce" è anche usato per definire una fonte di emissione della stessa.

Luce di emergenza - Dispositivo composto da lampada (e), involucro e batteria che in assenza di energia elettrica si accendono automaticamente, garantendo un minimo di illuminazione all'ambiente. Il dispositivo deve essere permanentemente collegato alla rete elettrica e essere azionato solo in assenza dello stesso.

Luce fredda - Espressione utilizzata per definire un intervallo di temperatura del colore di una lampada superiore a circa 4000 K, evidenziando lo spettro di colori a freddo dei toni derivati ​​dal blu.
A proposito di me Non confondere l'espressione con la temperatura termica prodotta dalla lampada in funzione, questa relazione non è corretta.

Luce calda - Espressione utilizzata per impostare un fax a temperatura di colore di una lampada fino a circa 3900 K, evidenziando lo spettro di colori caldi dei toni derivati ​​dal rosso.
A proposito di me Non confondere l'espressione con la temperatura termica prodotta dalla lampada in funzione, questa relazione non è corretta

M / N / A

Maglia di distribuzione - Un insieme di linee di un sistema di distribuzione o parte di questo sistema, interconnesse per formare un circuito chiuso, alimentate in due o più punti e a cui sono collegate le linee di alimentazione e / o di consumo.

Manutenzione correttiva - Manutenzione eseguita dopo un arresto anomalo. Destinato a sostituire un articolo in condizioni per svolgere la sua funzione. È importante sottolineare che la manutenzione preventiva è la più raccomandata.
In assenza della procedura ideale, la manutenzione correttiva è il lavoro che viene normalmente svolto da coloro che sono responsabili delle agenzie governative; imprese; club; condomini e residenze. In caso di combustione di lampade e reattori, il livello di illuminazione o illuminamento diminuisce nel tempo, essendo inferiore al minimo necessario, influenzando così l'acuità visiva delle persone.

Manutenzione preventiva - Manutenzione eseguita a intervalli prestabiliti o secondo criteri prescritti, intesa a ridurre la probabilità di guasto o degrado del funzionamento di un'apparecchiatura.
Nell'illuminazione, la manutenzione preventiva prevede una sostituzione regolare delle lampadine in base alla loro durata, anche prima della combustione. Questa procedura è raccomandata in quanto le lampade riducono il loro flusso luminoso nel tempo. Quando il flusso è inferiore al 75% del valore nominale del progetto è il punto di scambio ottimale. Da questo momento in poi, l'illuminazione diminuisce, danneggiando l'acuità visiva delle persone.

Tonalità - Attributo di una sensazione visiva per cui una superficie appare simile a uno dei colori percepiti, rosso, giallo, verde e blu o una combinazione di questi colori.

Nams - Unità di misura della lunghezza d'onda nello spettro elettromagnetico. Simbolo (nm).

Luce generatrice neon Il gas neon (confinato in un tubo alla giusta pressione) può essere ionizzato con una tensione di ± 6000 Volt, essendo possibile generare plasmi, che sono forze motrici di luce e calore. Le temperature generate dall'eccitazione elettrica sono accettabili e accessibili per un uso pratico più sicuro.
Alcune lampade a gas neon e tecnologie più recenti sono state sviluppate per l'applicazione in lanterne direzionali, segnalazione e freno nei veicoli. Sono modellati in qualsiasi forma di auto e le sue dimensioni ridotte (5 mm di diametro) consentono torce più piccole e formati innovativi.
Il grande vantaggio di questa tecnologia è il tempo di illuminazione 1000 volte più veloce rispetto alle tradizionali lampade a filamento.
Per illustrare l'aspetto di questa risposta all'illuminazione delle lampade a gas Neon, un conducente alla guida di un veicolo a 100 km / ora osserva la luce del freno NEON sul lato anteriore dell'auto più rapidamente e consente una reazione anticipato che si traduce in un guadagno di 5 metri nello spazio di frenata. Questo può essere tradotto in maggiore sicurezza.

Neutro - Conduttore di un sistema monofase, bifase o trifase collegato in modo permanente senza passaggio di corrente. Termine generico riferito sia al punto neutro che al conduttore neutro. Alcune strutture non hanno neuro (collegamento delta).
Ad esempio: connessioni fase-fase, che non hanno neutro.

Livello di illuminazione - Indica la quantità di luce per unità di superficie in un punto particolare nell'area in questione.
Può essere misurato con un luxmetro. Nei calcoli di illuminazione questo livello si trova in media per le dimensioni inserite nell'equazione e deve seguire gli attuali standard tecnici (ABNT). Il livello di illuminamento può essere misurato ma non visto. Ciò che viene percepito dall'occhio umano sono le differenze nel riflesso della luce incidente.

Obiettivi dell'illuminazione artificiale - Fornire buone condizioni di incidenza di luminosità nel deficit o assenza di luce naturale. Consentire l'identificazione delle dimensioni fisiche degli spazi; le loro forme; contorni; volumi; colori e contrasti, mantenendo il comfort visivo degli utenti, con livelli equilibrati di consumo energetico, senza l'accumulo di calore nell'ambiente.

Ostacolo visivo - Elemento che impedisce il contatto accidentale diretto degli occhi, ma non impedisce il contatto diretto attraverso l'azione deliberata di una o più persone. Quando si installano i punti di installazione di lampade e lampade, controllare sempre l'ambiente circostante alla ricerca di eventuali ostacoli alla luce.
L'ostacolo visivo può essere necessario nei casi in cui la luce incidente sta causando l'abbagliamento, ad esempio sui cartelloni pubblicitari e le luci commerciali vicino agli edifici, o quando raggiunge il campo visivo dei conducenti su strade pubbliche.

Offuscamento - Condizione di visione in cui vi è disagio o ridotta capacità di distinguere dettagli o oggetti a causa della distribuzione sfavorevole della luminanza con intensa luminosità o contrasto eccessivo.
Il bagliore può essere diretto, attraverso la luce diretta diretta al campo visivo. Oppure, in modo riflessivo, attraverso superfici chiare, trasparenti o luminose, considerando che la luminosità scomoda è delimitata da 200 cd / m².

Ohm - Un'unità di misura della resistenza elettrica, che è la resistenza di un elemento passivo di un circuito in cui una corrente elettrica fluttua di 1 Ampere quando c'è una differenza di potenziale di 1 Volt tra i suoi terminali. Simbolo (W).

P

Piede destro - Distanza nominale tra pavimento e soffitto in qualsiasi ambiente. È molto importante considerare in ogni progetto di illuminazione le caratteristiche del piede destro, per determinare il tipo di lampada e lampada più adatte all'area studiata.

Legge del piede - Ai fini del dimensionamento effettivo di un ambiente per i calcoli di illuminazione, dobbiamo colpire con il piede giusto la distanza dal piano di lavoro al pavimento e dagli apparecchi di illuminazione e plafoniere quando il sistema è in sospeso. Con questo avremo la distanza effettiva tra la sorgente luminosa e il piano di lavoro.

In attesa - Qualsiasi tipo di apparecchio supportato da cavo / i e destinato a ridurre la distanza dalla fonte di luce in luoghi in cui viene sollevato il piede destro o ad allargare l'illuminamento in un piano di lavoro per eseguire un compito specifico.

Penetrazione della luce del giorno - Distanza perpendicolare alla finestra fino a quando la luce naturale della volta celeste penetra.

Profilato - Piccolo vassoio o vassoio. Prodotto utilizzato per creare sistemi di sospensione in posizioni relativamente alte del piede destro, per installare apparecchi, accogliere reattori e passare il cablaggio.

Persistenza visiva - È la funzione del processo sensibilizzante dell'occhio di essere di natura chimica, e quindi di mantenere per qualche tempo l'immagine nella retina. La persistenza visiva è legata al tempo di esposizione dell'oggetto e alla sua luminosità. Più l'oggetto è illuminato e più lungo è il suo tempo di esposizione, maggiore è il suo attaccamento alla retina. È da questo fenomeno che si verifica l'effetto stroboscopico indesiderato, che provoca l'impressione di essere fermato, o nella direzione opposta degli oggetti di rotazione che ruotano o semplicemente si spostano.

Plafon - Nel plafond francese. Apparecchio a soffitto fisso, senza cavi o struttura a sospensione apparente, per illuminazione diffusa e con contenuto decorativo prioritario.

Piano di lavoro - Per prendere misure di illuminamento e adattarle alle norme dell'ABNT, dobbiamo considerare la solita superficie di lavoro.
Capire come lavorare qualsiasi attività svolta ai tavoli; panchine; contatori; nastri trasportatori di fabbrica; appunti e qualsiasi elemento che fornisce supporto per una varietà di digitazione o digitazione, e consentendo l'alloggio di una persona seduta o in piedi intorno a loro.
La misura standard per il piano di lavoro è 0,80 m.

Polarità elettrica - Situazione relativa dei potenziali a due punti che sono in opposizione a cariche positive e negative. Nella frequenza di oscillazione in Hertz, ci sono 60 variazioni di polarità in un secondo, lo standard brasiliano.

Posizione operativa - Alcune lampade hanno questa peculiarità che richiede particolare attenzione al momento dell'installazione ed è dovuta alla tecnologia di costruzione dei prodotti. Questa restrizione è espressa sotto il riferimento verticale o orizzontale in relazione al terreno agli angoli di confine.

Editoriale Video: Lavori in casa senza permessi nel Glossario edilizia libera - parte 1/2


Menu