La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Sapere Cosa Significano Le Parole In Elettricità... L

Sapere cosa significano le parole in elettricità... L

- Lampadina elettrica
Sorgente luminosa artificiale primaria costruita per emettere radiazioni ottiche visibili. Inventore: Thomas Edson nel 1879. Sin dal suo inizio la lampada si è evoluta in modo significativo, presentando al momento una varietà di opzioni diverse.

Fondamentalmente i concetti di costruzione di una lampada hanno i seguenti aspetti, in ordine di efficienza inferiore al maggiore: Incandescente; alogeno; Misto (tubo di scarico e filamento); Gas allo xeno; Scarica a bassa pressione (fluorescente);

Scarico ad alta intensità (vapore di mercurio, vapore metallico e vapore di sodio); Induzione magnetica e LED (diodo ad emissione luminosa).

- Lampada dicroica
Questa lampada riflette la luce della fiala alogena all'interno con un'accurata apertura del fascio e reindirizza oltre il 60% del calore generato dal filamento dietro la lampada dalla proprietà del dicroismo, inoltre questa caratteristica ha infine definito il suo nome. Nota: lampade simili con riflettori in alluminio non sono dicroiche, in quanto non hanno la proprietà del dicroismo.

- Lampada fluorescente a catodo freddo
È un concetto alternativo di costruzione di lampade fluorescenti, in cui abbiamo un grande catodo di ferro cilindrico, rispetto agli elettrodi di tungsteno del sistema a caldo, che garantiscono una lunga durata. Sono coperti da uno strato di ossidi che emettono elettroni che bombardano lo strato di fosforo interno del tubo della lampada. Durante il funzionamento l'elettrodo raggiunge una temperatura termica di 150ºC. Hanno metà della capacità di emissione di un fluorescente a catodo caldo, che richiede il doppio della dimensione. A causa della tendenza mondiale della compattazione di lampade e apparecchi di illuminazione, questo sistema è caduto in disuso.

- Lampada fluorescente a catodo caldo
È un concetto consolidato di costruzione di lampade fluorescenti in cui abbiamo elettrodi negativi al tungsteno spirale rivestiti con uno strato di ossidi che emettono elettroni che bombardano lo strato di fosforo interno del tubo della lampada. Durante il funzionamento il tungsteno raggiunge una temperatura termica di 950° C. Esistono due tipi fondamentali di sistemi sviluppati: Con preriscaldamento, che sono i più usati e comuni in Brasile e nel mondo, composti dal sistema convenzionale con avviamento e avvio rapido. Abbiamo anche il sistema di funzionamento No Preriscaldamento, che è identificato dall'esistenza di un singolo pin a ciascuna estremità della lampada, trovato in applicazioni speciali, il più comune in Europa e negli Stati Uniti. Durante il funzionamento il tungsteno nel sistema a catodo caldo raggiunge una temperatura termica di 950° C.

- Lampadina alogena
Lampada ad incandescenza più evoluta contenente gas alogeni per fornire una vita media più lunga e più utile. Hanno una lampadina al quarzo, che è più resistente alle alte temperature e alle pressioni atmosferiche. Consiste nell'utilizzare l'effetto del ciclo alogeno della trasmutazione del gas con il filamento di tungsteno rinnovando il filamento e pulendo il tubo di quarzo. Hanno una luce leggermente più bianca nella gamma 3000 K e generano più calore rispetto alle normali lampade a incandescenza. Hanno bisogno di una cura particolare nel maneggiare non creare crepe nel bulbo ed esplodere per la differenza di atmosfere interne ed esterne.

- Lampada ad incandescenza
Prima lampada elettrica, l'inventore Thomaz A. Edson nel 1879. Consiste essenzialmente di un filamento a spirale fino a tre volte di tungsteno, che è portato ad incandescenza dal passaggio di corrente elettrica (effetto Joule). Questo filamento è incapsulato in un bulbo di vetro con vuoto o gas inerte sigillato dalla base che realizza il contatto elettrico.
Nonostante la sua importanza storica, le possibilità della tecnologia di ottimizzare la sua produttività sono già esaurite. La sua energia e l'efficienza luminosa sono le peggiori di tutte le lampade esistenti. D'altra parte, è un'eccellente fonte di calore pulito, poiché converte circa dall'80% al 90% dell'energia consumata in calore, il resto è che diventa luce visibile.

- Luce riflettente
Indipendentemente dal concetto di costruzione e funzionamento di una lampada, l'industria delle lampade nel corso degli anni ha adattato alcuni concetti di lampade diverse per le versioni riflettenti.
Infatti, è sufficiente "rivestire" la lampada con un vetro soffiato o pressato in un formato conico o semi-conico con materiale riflettente interno per fornire l'effetto di proiezione della luce. Con questo artificio le lampade acquisiscono una maggiore potenza di intensità luminosa, con guadagni di rendimenti significativi.

- Connessione elettrica
Unione di parti conduttive tra di loro. Circuito o conduttore che collega i terminali o altri conduttori. O, modo per collegare circuiti o apparecchiature elettriche.

- Connessione elettromeccanica
Collegamento elettrico realizzato con mezzi meccanici con connettori propri diversi dalla saldatura.

- Connessione parallela
Collegare i dispositivi in ​​modo che siano tutti sottoposti alla stessa tensione.

- Collegamento in serie
Connessione dei dispositivi in ​​modo che siano tutti guidati dalla stessa corrente.

- Linea di distribuzione
Linea elettrica che fa parte di un sistema di distribuzione. Normalmente utilizza la media tensione, e prima di collegare le reti degli utenti, per passare attraverso un trasformatore che converte in standard a bassa tensione del luogo, in Brasile (127 V o 220 V).

- Linea di trasmissione
Linea elettrica per la trasmissione di energia elettrica. È il mezzo per trasmettere l'energia generata nelle piante da diverse regioni. Solitamente utilizza alta tensione e si collega con le sottostazioni dei trasformatori.

Editoriale Video: Electric Vocabulary


Menu