La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Manna

Ho sentito parlare di manna da quando ero un bambino. Adulto e curioso di tutto ciò che appartiene al regno vegetale, vedo che la Bibbia aveva ragione.

Manna: come


Collezionare mana

Nel suo libro più famoso "E la Bibbia aveva ragione" (10 milioni di copie vendute in più di 20 lingue) Werner Keller (1909-1980), un erudito ebreo, spiega i miracoli accaduti, dimostrando che sono realmente accaduti, in modo testuale, ma perfettamente dimostrato dalle ricerche condotte negli ultimi decenni.

L'argomento si basa sui siti visitati dallo scrittore, sui resti storici trovati e, nel caso della manna, sulla testimonianza degli abitanti della regione che commentano una specie, la Lecanora esculenta, noto come lichen-manna, con talus di crostacei. Anche i botanici del Vicino Oriente parlano di una specie di tamerici del deserto (Erica verticilata) con foglie piccole, strette e dure e fiori rosa e profumati. C'è Tamarix mannifera che, allo stesso modo, produrrebbe il fenomeno. Un'altra spiegazione sarebbe il Trabutina Mannipara, il nome scientifico della cocciniglia che produce una melassa, simile a questo cibo miracoloso. Quest'ultimo merita attenzione, come vedremo più avanti.

Manna: manna


Tamarix mannifera con lo zucchero resinoso, rilasciato quando viene punto dalla cocciniglia

Il "pane dal cielo" continua come qualcosa da decifrare, sebbene gli agnostici affermino che è una questione di credenza. Ci sono antiche testimonianze che in tutte le valli attorno al monte Sinai è ancora presente la manna, catturata dagli arabi che la custodiscono e la vendono a estranei e pellegrini. Cade all'alba dal cielo come una brina o una rugiada e pende come gocce sui rami degli alberi e dei cespugli. Il suo sapore è dolce e consistente come un miele.

Ottant'anni fa il biologo Friedrich Bodenheimer e l'entomologo Oskar Theodor, che lavoravano per l'Università Ebraica di Gerusalemme, fecero una spedizione nel Sinai con l'intento di chiarire il mistero. Dopo mesi in questa deserta e montuosa penisola che separa il Mar Mediterraneo dal Mar Rosso, hanno affermato che una tale cocciniglia era responsabile della sudorazione degli alberi sotto forma di una secrezione resinosa, delle dimensioni di un seme di coriandolo. Secondo Bodenheimer: "il sapore dei grani cristallizzati della manna è di una dolcezza caratteristica, simile al miele dell'ape". I due spedizionieri confermarono allo stesso modo che, come nella descrizione biblica, "ogni uomo si riuniva al mattino quanto cibo poteva bastare per lui, e quando il sole gli faceva sentire il suo calore, si scioglieva" (Esodo 16:21).

I beduini ancora oggi si affrettano a raccogliere ciò che chiamano la "manna essama", cioè la manna dal cielo, prima che il formicolio faccia, poiché sono avidi concorrenti anche se iniziano la loro attività solo quando il sole si scalda, verso le otto e mezza del mattino. Prima di questo, ogni uomo può raccogliere fino a una libbra e mezza, più che sufficiente per sfamare un adulto. Con esso fanno una massa apprezzata dal sapore e molto nutriente.

Quello che, per me, è un miracolo nonostante tutte queste spiegazioni scientifiche, è che aveva abbastanza manna per i tre milioni di persone che seguivano Mosè verso Canaan, la terra promessa. Questo è ciò che possiamo chiamare un fatto straordinario. O proprio come... miracolo.

Autore: Raul Cânovas

Editoriale Video: LA MANNA DALLA TERRA.mpg


Menu