La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

I Memasaks Di Ceylon

Molto tempo fa, lì dal 5° secolo aC, i memasaks, come sono chiamati i cuochi in lingua malese, erano il bel fiore del regno

I memasaks di Ceylon: memasak

La cucina era molto importante per il re cingalese, non solo nella sua vita quotidiana, ma soprattutto nelle feste di luci, Deepavali, quando tutto era addobbato con lampade ad olio di palma per accogliere il dio Rama, un simbolo vedico, fonte di piaceri perfetti e divini. Al momento della raccolta della frutta, fu celebrato anche Kataragamaque, dedicato al dio Skanda, figlio del dio Shiva e protettore dei guerrieri che combatterono contro gli eserciti dei demoni.

Vijaya si assicurò che la sua corte godesse di una gastronomia perfetta e piena di sapori, poiché contava su un memorabile memasak che preparava deliziosi biryanis e talai, usando i migliori ingredienti dell'isola: riso, verdure, dhal, cagliata fresca e chutney precedentemente preparato con peperoni, mango, zenzero, miele e spezie coltivati ​​appositamente per il re. Dasharatha era più che un memasak, un cuoco, gestiva una squadra quasi dinastica di memasaks che controllava la pesca di vongole e pesci, oltre a tutto ciò che riguardava l'alimentazione delle élite. Essi controllavano in modo quasi arbitrario e talvolta autoritario, impedendo agli altri cingalesi di praticare l'arte del buon cibo, sostenendo che la gastronomia era una tradizione riservata solo a loro.

I memasaks di Ceylon: come

Gradualmente, molti altri uomini e donne che preparavano il loro cibo quotidiano imparavano tecniche che andavano oltre la cucina per vivere. Alleati di agricoltori, pescatori e allevatori di animali, hanno sviluppato diverse ricette, utilizzando banane rosse arrostite su legna da ardere di neem e correnti fatte con garam masala, cumino, coriandolo e un sottaceto di aglio prodotto da un alpinista, mezzo eremita, noto come Sampati. I memasak, sapendo che il prestigio dei nuovi chef poteva influenzare la loro attività con la crema dello Sri Lanka, gridarono al cielo e portarono le loro richieste a re Vijaya, chiedendo loro di proibire a queste persone di chiamarsi memasaks, sostenendo che questa designazione era esclusiva loro.

Il re ha chiesto un giorno di riflettere sull'argomento. Ceylon rimase ventiquattro ore in uno stato di attenzione. Alla fine, il saggio monarca disse: "Voglio che ogni gruppo presenti una delicatezza in modo che possa giudicare se il titolo rimarrà esclusivo dei memasaks in causa o può essere usato da chiunque sappia come soddisfare i miei gusti." La scadenza era un altro viaggio, che sarebbe culminato con il tramonto. Alla fine del termine, Dasharatha emerge con un fagiano arrostito con braci cosparsi di zafferano, portato in un carretto adornato di gelsomini e tirato da un ragazzo vestito con rigore. Vijaya lo assaggiò con calma e calma sotto lo sguardo di Dasharatha, che intuì la vittoria poiché, dopo questa delicatezza, non avrebbe avuto l'appetito di godersi l'antipasto del concorrente.

I memasaks di Ceylon: ceylon

Dopo aver mangiato l'intero fagiano, il re chiese la presenza di colui che sosteneva di essere chiamato un memasak. Fu allora che apparve Lanka, con in mano un semplice vassoio di legno di djati, dove aveva una tazza di tè. Con un inchino, dice: "Altezza, credo che un tè a foglie di rosa prodotto con una pianta coltivata nelle montagne di Nuwara sia adatto a te." Sorpreso dalla semplicità dell'offerta, il re prese la tazza e bevve il contenuto come se stesse bevendo un elisir, esclamando a tutti i presenti di tribunale di sentire: questo è il memasak più ingegnoso che abbia mai conosciuto, questo tè era la cosa migliore che io abbia mai sperimentato la vita, alla quale, con umiltà, Lanka rispose: "Ho coltivato questa pianta per molto tempo, aspettando l'occasione per raccogliere le prime foglie e con loro fare qualcosa che piaccia, Altezza."

Fu così che il regno di Ceylon, ora Sri Lanka, ottenne una notevole gastronomia, liberando la professione a tutti coloro che padroneggiavano l'arte della cucina.

Non so perché, ma questa storia, 2500 anni fa, non ha perso slancio, dal momento che ancora oggi soffriamo delle riserve di mercato che alcuni settori intendono stabilire, come nel caso degli architetti che attribuiscono il diritto di firmare solo i progetti del paesaggio.

Autore: Raul Cânovas

Editoriale Video: Resepi Kerabu Daun Selom mudah dan cepat... by mori_said


Menu