La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Goethe

Una volta questo poeta tedesco che scrisse "Le sofferenze del giovane Werther" e "Faust" disse: "Il più grande problema di tutta l'arte è produrre attraverso le illusioni l'illusione di una realtà più grande"

Goethe: grande


Johann Wolfgang von Goethe

Ho trovato questa frase forte. Quando quest'uomo, che era responsabile di romanzi, poesie, opere teatrali, scritti autobiografici, riflessioni teoriche nei campi della letteratura, dell'arte e delle scienze naturali, lo scrisse, pensò sicuramente alla pittura di Adrian Ludwig Richter, che con maestria bilanciava figura umana con il paesaggio o nella musica di Bach, i suoi patrizi. A quel tempo non esistevano cinema, arte concettuale, spettacoli, graffiti o musica elettronica, espressioni artistiche del mondo di oggi.

Ma i giardini che circondano la sua casa a Weimar oi grandiosi del palazzo Nymphenburg a Monaco erano sicuramente parte del mondo in cui viveva ed è possibile che Goethe (1749 - 1832) riflettesse sui giardini quando parlò di creare attraverso apparenze la sensazione di una realtà grandiosa. Anche perché il suo genio poetico lo ha incoraggiato a fare spedizioni botaniche, spesso da solo o in viaggio verso sud verso le Alpi per incantare il paesaggio meridionale. L'Italia avrebbe poi rivelato al poeta il giardino botanico dell'Università di Padova, dove trascorreva i pomeriggi cercando di comprendere il mistero dei cespugli di rose, caprifogli e altre piante che facevano parte della collezione di questo primo campo di acclimatazione delle specie botaniche in Europa. Le sue osservazioni sono in "Sulla metamorfosi delle piante", originando uno studio di morfologia vegetale. Tuttavia, essendo troppo rivoluzionario, ha ricevuto il rifiuto del suo editore di pubblicarlo. Questo asseriva che il cliente era uno scrittore e non uno scienziato.

Goethe: goethe


Giardino di Nymphenburg visto dal balcone del palazzo

Goethe dovette attendere diciotto anni dopo che il Congresso di Vienna fosse accettato come un fondamentale collaboratore delle scienze botaniche, anticipando Darwin. Dice: "Quando capiamo che il sistema verticale è decisamente maschile e la spirale femminile, saremo in grado di concepire il carattere androgino di tutta la vegetazione." Nel corso della trasformazione della crescita, i due sistemi si separano e prendono direzioni opposte, ad un livello più alto. "

Come possiamo vedere, la poesia e la botanica possono andare di pari passo. Alla fine della giornata ogni paesaggista vuole portare, almeno questa è l'illusione, il paradiso vicino agli uomini, senza dimenticare che la scienza e le emozioni devono essere bilanciate. Visitando l'Orto Botanico di Padova ho sentito questo. Il posto è tranquillo e si trova poco meno di due quarti della Basilica del Santo, dove si trovano i resti di Sant'Antonio da Padova.

Autore: Raul Cânovas

Editoriale Video: LITERATURE - Goethe


Menu