La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Umidità E Sostanze Nutritive Nel Terreno!

Umidità e sostanze nutritive nel terreno!

Umidità e sostanze nutritive

Comprendiamo l'umidità e i nutrienti nei terreni per la coltivazione!

Umidità del suolo:

Le piante hanno bisogno di un terreno che possa trattenere l'acqua per le sue funzioni di germogliamento, crescita, fioritura e fruttificazione.

A seconda del tipo di suolo e del clima della regione, sarà necessario irrigare sia i raccolti che i giardini.

È considerato un buon terreno che può trattenere da 50 a 605 d'acqua dopo l'irrigazione o le piogge.

Umidità e sostanze nutritive - Preparazione del terreno

L'argilla e materia organica, oltre all'utilizzo di copertura del suolo contribuiscono alla maggiore capacità di ritenzione idrica.

I terreni molto umidi non sono interessanti, possono causare la comparsa di malattie fungine nelle piante, solo quelli dell'ambiente palustre beneficiano di questo tipo di terreno

La mancanza di acqua causata dalla mancanza di piogge e dall'irrigazione complementare è il grande problema delle colture, che causa la perdita di interi raccolti, perché il clima avverso non ha controllo e l'agricoltore soffre in tasca le conseguenze.

Umidità e sostanze nutritive - L'aria

al strati superficiali di terreno c'è aria, diminuendo man mano che analizziamo profondità più profonde.

Le piante hanno bisogno di aria sia nelle riprese che nelle radici. I terreni con bassa ossigenazione rendono le piante fragili e suscettibili alle malattie, non si sviluppano bene e quindi non svolgono le loro funzioni di crescita, fioritura, fruttificazione e riproduzione.

A livello di agricoltura, il movimento delle macchine compatta il suolo, riducendo l'aria negli strati inferiori.
Ma l'introduzione di elementi di raccolto residui, la cosiddetta paglia, aumenta il materiale scomposto, fornendo uno strato di materia organica in grado di fornire un buon sviluppo per la successiva produzione.

Umidità e sostanze nutritive - giardino

noi giardini i prati sono fortemente compattati e aerati, introducendo forche per creare canali in cui l'aria penetra, portando l'aria alle radici.

Uno strato di sabbia posto sul prato seguito dall'annaffiatura aiuta anche, poiché l'erba tende a crescere su questa sabbia che avrà molta più aria del terreno comune.

Per grandi estensioni rulli esistenti con punte che vengono trascinati da piccoli trattori facendo questo lavoro.

Nelle aiuole, la pace del giardino avrà un grande ruolo, il giardiniere ha bisogno di spostare il terreno, riducendo la compattazione naturale causata da piogge e irrigazione.

Il nome popolare che tutti conoscono è quello di "addolcire" la terra del letto che non è altro che permettere l'ingresso dell'aria e rendere il substrato più libero.

L'importanza della copertura del pacciame LINK (pacciame) per la copertura di vegetazione o vegetazione, consente una maggiore aerazione del terreno, in quanto l'impatto dell'acqua piovana e l'irrigazione non compatteranno il terreno.

nutrienti:

Le piante sono formate da elementi chimici in combinazioni di ossigeno, carbonio, idrogeno, azoto, potassio, fosforo, calcio, magnesio in quantità maggiori e in ferro inferiore, molibdeno, rame, zinco, cloro, manganese e altri.

Umidità e sostanze nutritive in vaso

L'ossigeno e l'idrogeno si ottengono dall'aria e dall'acqua e il resto è presente nella soluzione del suolo.

La pianta prende il carbonio dall'aria attorno ad esso e lo usa per fare il glucosio nel fotosintesi.

Attraverso gli stomi, piccoli fori situati nelle foglie l'aria viene assorbita e in presenza di luce il fenomeno della fotosintesi trasforma gli elementi in carboidrati che migrano verso il fusto e le radici da cui derivano tutti i comandi di sviluppo, fioritura e fruttificazione della pianta.

L'acqua nel terreno viene assorbito dalle radici e sale a tutte le parti della pianta dalla cosiddetta linfa grezza, tutto ciò che le radici hanno assorbito.

La pianta respira anche, gettando nell'aria ossigeno e vapore acqueo attraverso gli stomi che possono essere facilmente provati mettendo una pianta viva all'interno di una coppa chiusa.

La mancanza o l'eccesso di acqua influisce direttamente sulla pianta. Con abbastanza acqua, le sue foglie mostrano turgore e in assenza sono appassite.

Qualsiasi effetto di siccità, calore intenso, malattia o perdita delle radici può causare avvizzimento.

L'acqua svolge anche un ruolo chiave nel portare nutrienti ai bisogni della pianta.

Secondo Malavolta (2000), il 95% della materia secca delle piante è formata da carbonio, azoto e ossigeno. I minerali rimossi dal terreno e dalla fecondazione supplementare sono il resto.

* Macronutrienti - sono così chiamati perché sono le sostanze nutritive più utilizzate dalle piante.
Sono azoto (N), fosforo (P), potassio (K), calcio (Ca), magnesio (Mg) e zolfo (S).

* Micronutrienti - In meno quantità necessaria per le piante, ma non per importanza sono necessarie affinché la pianta realizzi il suo ciclo di vita:
ferro (Fe), boro (Bo), manganese (Mn), rame (Cu), molibdeno (Mo), cobalto (Co), selenio (Se), zinco (Zn), sodio (Na), nichel (Ni).

* Azoto - È costituente degli amminoacidi che sono nelle proteine ​​delle verdure.
Il colore della clorofilla ha azoto.

L'eccesso di N ha nella pianta la risposta di formazione di una grande massa vegetale, inibendo la fioritura e successivamente fruttificando.

Tuttavia, la mancanza di N causa meno crescita nelle piante e non c'è produzione di fiori e frutti. Vedi la tabella delle disabilità.

Umidità e sostanze nutritive - suolo

Editoriale Video: Gestire i lombrichi nell'orto