La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

I Pittori

Il Museo Thyssen - Bornemisza e la Fundación Cajá Madrid offrono una suggestiva passeggiata attraverso i giardini, nella pittura dal XIX secolo all'inizio del XX secolo.

I pittori: pittori


'Lotus lillies', dell'artista americano Charles Courtney Curran, dipinto nel 1888

Il poeta e drammaturgo spagnolo Federico Garcia Lorca (1898-1936), una delle prime vittime della guerra civile spagnola a causa dei suoi schieramenti politici con la Repubblica spagnola e apertamente omosessuale, paragonò i giardini a "un ammasso di anime, silenzi e colori, un tabernacolo di passioni ". C'è davvero molto di tutto nella mostra organizzata dal Museo Thyssen di Madrid, Paseo del Prado, 8.

In esso verrà mostrato come l'opera impressionista usasse i giardini come ispirazione per i maestri che parteciparono a questo movimento artistico - che avvenne nel 1872, quando Claude Monet capì che i colori e le tonalità cambiano in ogni istante a seconda dell'incidenza della luce il sole Gli autori di questo periodo non rispettano i precetti realistici e accademici. Cercano gli elementi essenziali del paesaggio nel momento di ritrarlo. Le pennellate energiche e sciolte vengono sempre realizzate all'aperto, a stretto contatto con la natura. Anche i partecipanti allo spettacolo sono i precursori di questo movimento: Delacroix, Corot, Courbet, Klimt e Sargent.

Grazie all'introduzione di specie provenienti dall'America, dall'Asia e dall'Africa, l'Europa "scopre" centinaia di fiori e foglie. Ciò incoraggia la creazione di parchi reali e giardini pubblici che, a partire dal 1860, acquisiscono un'immensa popolarità in Francia e servono come ispirazione agli impressionisti.

I pittori: dell


Libro di Claire Willsdon, collaboratrice dello spettacolo

La mostra, che ha avuto inizio il 15 novembre, mostra 130 opere di importanti collezionisti e musei ed è stata co-ospitata dalla National Gallery di Edimburgo e da Claire Willsdon, autrice del libro "Nel giardino dell'impressionismo". È una fantastica opportunità per gli amanti dell'arte pittorica e del paesaggio, perché è possibile provare l'importanza di essere in contatto con gli spazi aperti per sentirli meglio e, quindi, ritrarli o ricostruirli, nella forma di giardini. Se lo stesso Rubens, nel diciassettesimo secolo, dipinse "La danza dei paesani italiani"E"Il giardino", Tra gli altri; se Renoir è ritratto "Donna con un parasole in un giardino"; Se Van Gogh ha fatto "Cipresso e Campo di grano"Perché i paesaggisti non avrebbero il coraggio di lasciare la lavagna e il computer e passare un po 'di tempo a contatto con il vero paesaggio per accettarlo e quindi, dopo averlo compreso, riprodurlo con autenticità.

Il poeta Mallarmé, che visse con Renoir e Monet, disse: "È dovere del poeta evocare i giardini ideali". Forse per questo motivo i giardini di Giverny erano così importanti nella vita e nelle opere di Claude Monet. Mirbeau, giornalista, scrittore e critico d'arte in piena Belle Epoque del 1891, parla così: "In maniche di camicia, mani macchiate di terra, il viso abbronzato, è felice di coltivare il suo abbagliante giardino fiorito "
Questi artisti hanno adorato il giardino. Berthe Morisot ha dipinto la figlia Julie mentre suonava nelle aiuole fiorite della sua casa a Bougival. Renoir aveva un piccolo giardino nel suo atelier di Montmartre. Il giardiniere di Paul Cézanne posò per lui all'ombra di un albero, in Provenza. Camille Pissarro, autrice di "Paesaggio di Pontoise"Ha scritto:" quante belle ispirazioni ho trovato nel mio giardino ". Questo giardino di Éragny è stato mantenuto da lui per tutta la sua vita, instillando una produzione fortemente centrata sul bucolico. Un altro dei precursori dell'impressionismo era Charles-François Daubigny, una famiglia di pittori, le cui immagini avevano scenari, paesaggi selvaggi con alberi e fiumi con anatre, la natura è sempre stata il soggetto principale nei suoi dipinti. Anche prima di Van Gogh, dipinse i campi di grano di Auvers. Il pittore valenciano Joaquin Sorolla, noto come il pittore della luce, immortalò i giardini reali di Madrid e San Ildefonso, e quindi creò il disegno del proprio giardino nella sua residenza a Madrid, che servì da sua ispirazione.
Lo scrittore francese Edmond de Goncourt, il fondatore dell'Accademia che porta il suo nome e ispiratore del Premio Goncourt - il più ambito premio letterario in Francia - parla così del suo giardino in Auteuil: "Il giardino ti afferra, ti tiene, ti tiene." All'inizio della sua vita con sua nonna, Aurore, il vero nome dello scrittore George Sand, fu molto angosciata dalla miseria di sua madre e passò quasi ogni giorno a parlare con nessuno, correndo attraverso i giardini di Nohant e giocando con i suoi amici invisibili. Più tardi, nel bel mezzo di una storia d'amore con il compositore Fréderic Chopin, l'autore di "Indiana"Detto questo:" i giardini erano la proiezione di fantasie "

I pittori: giardino


Humphry Repton

È bene ricordare che i celebri paesaggisti inglesi Lancelot "Capability" Brown, Humphry Repton e William Kent, hanno dipinto sulla tela i loro progetti paesaggistici. Repton, ad esempio, ha lasciato il "Libri rossi"(Libri rossi) con notevoli acquerelli, che è stato appositamente realizzato per ogni cliente che lo ha assunto.
La mostra "Giardini impressionistis"Va fino al prossimo 13 febbraio. Che ne dici di attraversare Madrid e goderti tutto?

Autore: Raul Cânovas

Editoriale Video: 21 TRUCCHI PER PITTORI ALLE PRIME ARMI CHE NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERT