La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

In Bicicletta Nei Percorsi Ciclabili Della Città

In bicicletta nei percorsi ciclabili della città

Coloro che fanno della bicicletta il loro principale mezzo di trasporto attraverso la città trovano il modo più sicuro per viaggiare su piste ciclabili. Ecco come ottenere il massimo da loro - e in modo sicuro.

Sempre più città brasiliane moltiplicano le loro estensioni delle piste ciclabili. Dopotutto, il numero di adepti di locomozione con le biciclette è aumentato molto. Per non essere da meno: la bici è un'auto relativamente economica che non richiede carburante.

Inoltre, muove il corpo ed è ottimo per l'ambiente, in quanto non emette gas e non ostruisce lo spazio pubblico.

Primi passi per andare in bicicletta in bicicletta

pista ciclabile

Se stai iniziando ad adottare la bicicletta come mezzo di trasporto principale, devi conoscere la mappa della bici della tua città.

Devi sapere se la pista ciclabile ti servirà completamente, ad esempio, portandoti da casa al lavoro. Oppure sarai solo parzialmente presente, chiedendo di utilizzare le strade comuni per raggiungere la tua destinazione.

In questo caso, dai uno sguardo più da vicino alle migliori strade da percorrere. Preferisco sempre il meno affollato.

Inoltre, scopri se ci sono posti sicuri dove parcheggiare la bici al tuo arrivo. Idealmente, dovrebbe essere riparato in un luogo coperto e preferibilmente privato.

Anche così, non smettere mai di bloccarlo con catena e lucchetto da qualche parte.

Equipaggia la tua bici - e tu - a camminare per la città

Andare in bicicletta attraverso la città è completamente diverso dal camminare in un parco, in una zona rurale o in un posto esclusivo per i ciclisti.

Nemmeno le piste ciclabili sono prive di pedoni e persino la pratica di sport come corse, skateboard o pattinaggio.

Pertanto, è fondamentale pattinare la bici con specchi e clacson. il freni bisogna essere sempre in buona forma, perché c'è sempre il rischio di improvvisa apparizione di ignari pedoni. Pneumatici, sempre calibrati.

Le luci lampeggianti sono essenziali per chi pedala di notte. Guanti e occhiali per i giorni più soleggiati e più caldi. Devi fidarti sia della tua visione che di una presa asciutta sul manubrio. Le mani non possono essere scivolose.

E per quanto riguarda te, il casco è obbligatorio. Sui piedi, le sneakers sono l'ideale. Pantofole, scarpe col tacco (anche se basse) e sandali sono proibitivi.

Cogite installa un piccolo portapacchi sulla tua bicicletta: lì puoi immagazzinare catena, casco e aria da tennis per cambiare sempre al momento della pedalata.

Come guidare una bicicletta con sicurezza

segno di bici bicicletta

Quando si utilizza la pista ciclabile, è necessario prestare attenzione alla propria sicurezza ea quelle che passano.

Non pedalare mai troppo velocemente. Gravi incidenti e cadute diventano molto più probabili. Mantieni una velocità costante e tieni sempre d'occhio le persone intorno a te.

Guarda segnali e cartelli dipinti sull'asfalto della pista ciclabile e osserva i segnali stradali. Sì, proprio come l'autista, il ciclista deve rispettare i semafori verdi, gialli e rossi.

L'attenzione si raddoppia quando si passano i poli: funzionano come punti ciechi, da dove lasciano i pedoni ignari. Rispetta sempre la direzione di ogni corsia della pista ciclabile. Fai il sorpasso solo con la massima sicurezza.

Dimentica il cellulare al momento della guida: se al volante il rischio di incidenti diventa molto alto, tenere il manubrio con una mano impegnata è ancora più rischioso. Senza contare che, con i tuoi occhi sullo schermo, non puoi essere consapevole di ciò che ti circonda.

Evita anche di ascoltare musica mentre guidi. Perderai le informazioni sonore sull'ambiente come le corna, i rumori delle altre biciclette che si avvicinano da dietro e i pedoni.

Inoltre, è dimostrato che la musica diminuisce la concentrazione nel modo e tende a diminuire l'equilibrio del ciclista.

Editoriale Video: Perché Copenaghen è la capitale della bicicletta


Menu