La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Riscaldatore Solare Riciclato: Costruzione E Installazione

Riscaldatore solare riciclato: costruzione e installazione

Manuale per la costruzione e l'installazione di riscaldatori solari riciclati composti da contenitori monouso.

Siamo consapevoli delle strutture e del comfort che questa gamma di imballaggi ci fornisce, ma l'impatto ambientale che causano quando vengono scartati nel modo sbagliato e irresponsabile è visibile.

Per fornire una destinazione utile per imballaggi per animali domestici, scatole tetra pak, vassoi di polistirolo, buste di plastica, ecc., Abbiamo avuto l'idea di applicarli in un riscaldatore solare alternativo, in sintonia con la nostra preoccupazione per l'adozione, ogniqualvolta possibile, da sistemi ecologicamente corretti.

Come risultato dei risultati ottenuti, con un design estremamente semplice ed economico, abbiamo ritenuto di poter dare un destino collettivo, l'impianto dello stesso.

Speriamo attraverso i testi, i diagrammi e le foto, per passare entro i nostri limiti, tutte le informazioni necessarie per la costruzione e l'installazione del riscaldatore.

Contiamo sulla creatività e sulla buona volontà di tutti, nell'applicazione e nei miglioramenti del progetto, e ognuno lo adatta ai suoi bisogni.

Cura speciale

Un'osservazione importante è necessaria nella cura che dobbiamo avere nella manipolazione con le bottiglie dell'animale domestico, le scatole tetra pak, in effetti, con la spazzatura di regola.

Le precauzioni riguardano l'origine degli imballaggi, al fine di evitare il contagio di malattie estremamente gravi, ad esempio il contatto con l'urina dei ratti, che causa la leptospirosi.

In caso di domande, si prega di contattare la sorveglianza sanitaria, il dipartimento sanitario del comune o persone qualificate riguardo alle cure che dovremmo avere.

Solar Heater Recycled: come funziona un riscaldatore solare

La circolazione di Siphon

Il principio di funzionamento del termine sifone è quello che meglio si adatta ai sistemi semplici, come il nostro progetto.

A condizione che abbiamo la possibilità di installare il collettore solare con la barra collettrice superiore, collegato al ritorno dell'acqua calda (9), sempre al di sotto del livello inferiore (inferiore) della scatola o del serbatoio, come mostrato nello schema n. 1, 30 cm minimo e al massimo 3 metri questa differenza.

Diagramma nº 1

aquecedor_solar_1

Questo dislivello è necessario per assicurare la circolazione dell'acqua nel collettore per la differenza di densità tra acqua calda e fredda, e mentre l'acqua si riscalda nelle colonne del collettore, sale verso l'alto della scatola o del serbatoio, pressato dall'acqua fredda, che essendo più pesante scorre verso il fondo del collettore spingendo l'acqua calda verso la parte superiore della scatola o del serbatoio.

Questo processo rimane finché c'è la radiazione solare.
Effetto analogo ai riscaldatori convenzionali del mercato con sistema termo-sifone, diverso solo per i materiali applicati nella sua fabbricazione.

Circolazione forzata

Sistema in cui il collettore è più alto della scatola o del serbatoio, un esempio è il riscaldamento delle piscine.

Questo sistema è dotato di un termosensore, che è responsabile dell'avviamento di una motopompa.
Cioè, non appena il collettore solare produce acqua calda e raggiunge una temperatura preimpostata, il termosensore attiva la pompa del motore scambiando acqua calda per il refrigerante nel collettore e spegnendo la pompa del motore fino a quando la temperatura aumenta nuovamente termosensore.

Questo ciclo si ripete finché ha una radiazione solare sufficiente per il riscaldamento.

È necessario installare una valvola di ritegno (5), in modo che a volte senza radiazione solare sul collettore, evitare il ciclo inverso, poiché l'acqua del collettore è più fredda e più pesante dell'acqua della piscina, box o serbatoio, altrimenti il ​​collettore funzionerà come un dissipatore di calore, che raffredderà l'acqua calda immagazzinata o sarà riscaldata dal riscaldamento elettrico supplementare quando disponibile nel sistema.

Diagramma nº 2

aquecedor_solar_2

Questo dislivello è necessario per assicurare la circolazione dell'acqua nel collettore per la differenza di densità tra acqua calda e fredda, e mentre l'acqua si riscalda nelle colonne del collettore, sale verso l'alto della scatola o del serbatoio, pressato dall'acqua fredda, che essendo più pesante scorre verso il fondo del collettore spingendo l'acqua calda verso la parte superiore della scatola o del serbatoio.

Questo processo rimane finché c'è la radiazione solare. Effetto analogo ai riscaldatori convenzionali del mercato con sistema termo-sifone, diverso solo per i materiali applicati nella sua fabbricazione.

Riscaldatore solare riciclato: costruzione di collettori solari, passo dopo passo

Il collettore solare è il componente che merita particolare attenzione, per essere lo stesso responsabile diretto, per le buone prestazioni di un impianto di riscaldamento solare.

Il nostro collettore solare si distingue dagli altri, per quanto riguarda i materiali utilizzati nella sua costruzione e la resa termica.
Per ridurre i costi, utilizziamo colonne di assorbimento termico, tubi e connessioni in PVC, meno efficienti dei tubi di rame o di alluminio applicati nei collettori convenzionali.

Le bottiglie per animali domestici e le scatole tetra pak sostituiscono la scatola di metallo, il pannello di assorbimento termico e il vetro utilizzato nei collettori convenzionali.

Il calore assorbito dalle scatole tetra pak, dipinte di nero opaco, viene intrappolato all'interno delle bottiglie e trasferito in acqua attraverso le colonne in PVC, anch'esse verniciate di nero.

La scelta delle bottiglie per animali domestici: come e quali dimensioni tagliarle

Tre sono i tipi di bottiglie che utilizziamo nella costruzione della stessa, dando la preferenza alle bottiglie trasparenti (diritte) (trasparenti), alle cinture Coca e Pepsi.

Stiamo testando alcune bottiglie verdi, che applichiamo a un collettore solare e con risultati simili a cristalli.

Poiché il colore verde assorbe il calore, presumibilmente causerà il degrado della bottiglia più rapidamente, compromettendo la sua trasparenza.
Ma vogliamo chiarire che non abbiamo la conferma di tale degrado, dal momento che li usiamo a breve.

Come informazione, il primo collettore solare che abbiamo installato nella nostra residenza, è stato realizzato con bottiglie di vetro lisce (dritte), e completato nell'aprile del 2006 tre anni e mezzo.

Si noti che presentano dilatazioni tra le bottiglie, danneggiando la tenuta tra di loro, che non si è verificato con l'altro collettore fatto tre anni fa, con bottiglie (Coca, Pepsi, Sukita).

Per facilitare il taglio delle bottiglie, suggeriamo un modello semplice, ovvero tagliare 2 pezzi di tubi in PVC di 100 mm: 1 con 29 cm e l'altro con 31 cm.

Quindi effettuare un taglio longitudinale nei 2 tubi, consentendo l'introduzione della bottiglia, definendo la dimensione della bottiglia da tagliare.

suggerimento: tagliato con stiletto

Il tubo da 29 cm serve come misura per il taglio delle bottiglie lisce e Pepsi e del tubo da 31 cm, solo per il taglio delle bottiglie di Coca.

Clipboard02

Obs.: Persino le bottiglie di Pepsi e Coca hanno dimensioni diverse per regione, a causa delle matrici in cui vengono soffiate.

suggerimenti: dopo il consumo del refrigerante, lavare la bottiglia e lasciare scaricare l'acqua.

Conservare in frigorifero per 2 minuti senza coperchio e quando si rimuove dal frigorifero, coprirlo rapidamente.

L'aria fredda all'interno della bottiglia ritorna alla temperatura ambiente, provocando l'aumento del volume, pressurizzandolo ed eliminando il rischio di auto-impastare se conservato in un luogo fresco, fino alla sua applicazione nel collettore solare.

Se hanno poche bottiglie e alcune di esse sono schiacciate, possono trarne vantaggio. Aggiungere 100 ml di acqua fredda, coprirlo e riscaldarlo nel microonde per 45 secondi.

Quando lo togli dal forno, giralo orizzontalmente per circa 10 secondi, lascialo in piedi e poi sviti lentamente il coperchio lentamente per rilasciare il vapore.

Lancia l'acqua e lascia raffreddare la bottiglia senza il coperchio.

Ma la domanda rimane, perché non usare l'acqua calda? - Perché la bottiglia senza la pressione del vapore come supporto, quando riceve l'acqua calda si deforma ancora di più.

Obs.: In questa operazione proteggiti con occhiali, guanti, grembiule e in un posto abbastanza lontano da altre persone, soprattutto bambini.

Riscaldatore solare riciclato: scatole Tetrapak da 1 litro

Le scatole tetra pak hanno il 5% di alluminio, il 20% di polietilene e il 75% di cellulosa, il che rende difficile la loro raccolta solo come carta, richiedendo quindi attrezzature speciali per la separazione di questi tre materiali.

Poche aziende sono specializzate in questo tipo di elaborazione, il che scoraggia gli scavenger, nonostante le campagne del produttore principale.

L'applicazione di questi nel nostro progetto offre risultati eccellenti, poiché la combinazione dei tre materiali impedisce loro di deformare la temperatura a cui saranno sottoposti, all'interno delle bottiglie, al contrario se optiamo per la carta comune.

Vale la pena ricordare che quando vuoto le scatole devono essere aperte in alto, lavate e lasciate scaricare l'acqua, altrimenti avremo la formazione di microrganismi e forte cattivo odore.

Per proteggerli, devono essere pianificati, cioè appiattiti, in modo che sia sufficiente togliersi le orecchie laterali nei suoi quattro angoli e stringere il corpo della confezione, lasciandola pronta per i tagli e le pieghe, diminuendo così il volume e occupando meno spazio in deposito.

A causa dell'umidità nelle scatole, è normale formare condensa (umidità) all'interno delle bottiglie nelle prime ore di esposizione al sole dal collettore solare.

Per semplificare il taglio delle scatole tetra pak, abbiamo adottato una taglia unica per i vari tipi di bottiglie, ovvero 22,5 cm di lunghezza (figura 1), e con un ulteriore taglio di 7 cm sul fondo del cartone (Fig. 2), che servirà da raccordo per il collo della prossima bottiglia.

(Fig. 3), e con altre due pieghe diagonali in alto (Fig. 4), si conforma alla curvatura superiore interna della bottiglia, supportando anche il cartone, tenendo -il dritto e appoggiato al tubo in PVC.

Realizza tutti i tagli e le pieghe prima di dipingere.

Dobbiamo dipingerlo con smalto sintetico nero opaco, ad asciugatura rapida per esterni e interni, usato per ferro, legno, ecc.

Ma evita di acquistare spray, rende la pittura molto più costosa.

Dare la preferenza a barattoli di 1 kg, utilizzare nell'applicazione della vernice un rullo di vernice o un pennello.

Per un migliore utilizzo della pittura, distribuisci le scatole adeguatamente pianificate fianco a fianco, dipingendole diverse alla volta.

Obs.: Non utilizzare l'inchiostro lucido perché comprometterebbe le prestazioni del collettore, in quanto i raggi del sole saranno parzialmente riflessi.

Clipboard04

Taglio, imbianchino e collettore

I tubi delle colonne del collettore solare devono essere tagliati in base al tipo di bottiglie disponibili.
Guarda qui sotto come si adatta meglio:

100 cm - per colonne con 5 nastri (Pepsi, Sukita)

105 cm - per colonne con 5 bottiglie di Coca

Per le bottiglie diritte, poiché ci sono molti modelli, suggeriamo di selezionare e trovare la misura necessaria.

Il motivo per cui si applica un massimo di 5 bottiglie per colonna, non è quello di ostacolare l'installazione del collettore solare in relazione all'altezza del serbatoio dell'acqua o del serbatoio, come indicato al punto 2.1-

Circolazione per mezzo di sifone, perché qui nel sud del paese è richiesta una maggiore inclinazione a causa della latitudine locale.
Citiamo come esempio Tubarão / SC, la città dove viviamo in latitudine è 28º28 'S, mentre a Fortaleza, latitudine è 3º43' S.

Torneremo all'argomento nella voce 4-Topics riguardante l'installazione del set.

Prima di dipingere i tubi delle colonne con la stessa vernice applicata nelle scatole, dobbiamo isolare le 2 estremità con un nastro di crepe da 19 mm, dove dopo la verniciatura e la vernice viene asciugata, il nastro viene rimosso per adattarsi correttamente alle connessioni di tipo te.

Tubi di 20 mm (1/2) di distanza tra le colonne dovrebbero essere tagliati con 8,5 cm e senza vernice.

Misura standard per tutti i collettori, indipendentemente dal tipo di bottiglie.

Ma se si desidera rendere le barre di rinforzo superiori e inferiori del collettore solare con una migliore circolazione, applicare connessioni di tipo te con una riduzione da 25 mm (3/4) a 20 mm (1/2) e distanziali tra le colonne con 25mm (3/4) tagliare con 8 cm.

L'assemblaggio è molto semplice, se seguiamo l'ordine nel posizionamento dei componenti, e facendo attenzione a usare l'adesivo, solo nei tubi e nelle connessioni della parte superiore del collettore dove circola l'acqua calda.

Nella parte inferiore dovremmo montarli solo con l'aiuto di un martello di gomma, rendendo necessaria la manutenzione se necessario semplicemente disinnestando la barra inferiore senza compromettere la dimensione delle colonne, perché se fossero incollate dovevano essere tagliate, e con il tutte le connessioni e i tubi di distanziamento.

Evitare mal di testa, la qualità di tutti i materiali applicati nel progetto è fondamentale.

Restate sintonizzati, alcuni modi per risparmiare denaro possono essere costosi.

Quando iniziamo l'assemblaggio del collettore solare, dobbiamo procedere al legame dei tre pezzi di Fig.1, ripetendo l'operazione nel numero di colonne del collettore solare.

Attacca una piccola giuntura all'altra fino a formare 5 colonne.

Quindi inserire le bottiglie e le scatole tetra pak (fig.2) nelle 5 colonne, senza dimenticare di chiudere l'ultima bottiglia di ogni colonna, tagliando un'altra bottiglia, ma nella parte superiore, sul lato del coperchio.

Successivamente, con la barra di distribuzione inferiore precedentemente installata (Fig. 4), è solo necessario montare e chiudere questo modulo.

Raccomandiamo che per le regioni molto fredde, dobbiamo riempire la parte inferiore, tra la bottiglia e la scatola tetra pak (Fig.3), con qualche tipo di isotermico che non assorbe l'umidità (esempi: etichette di plastica, sacchetti di plastica).

Il motivo per cui optiamo per i moduli a 5 colonne è la loro gestione, che rende estremamente facile portarlo sul sito di installazione.

Dobbiamo installare un collettore solare con un massimo di 25 colonne o 5 moduli.

Questa precauzione serve ad evitare le tensioni nelle sbarre, a spezzare qualche connessione e il possibile accumulo di bolle d'aria nel bus superiore, che compromette la circolazione dell'acqua nel collettore solare.

La prima bottiglia di ogni colonna deve essere sigillata con strisce di gomma (ad es. Camere d'aria) o nastro auto-fondente, in quanto impedisce al calore di fuoriuscire dall'interno della colonna e impedisce al vento di far girare le bottiglie, rimuovendo il tetra Pak dalla posizione di fronte al sole, compromettendo le prestazioni del collettore solare.

Per una migliore visualizzazione, procederemo al montaggio successivo, passo dopo passo con le foto, 2 colonne di un collettore solare:

Clipboard06

Due colonne (Fig.6) con 4 bottiglie dritte montate.

Riscaldatore solare riciclato: Water Box o Reservoir

Il serbatoio dell'acqua esistente può essere utilizzato per fornire acqua calda e fredda purché abbia una capacità pari al doppio dell'acqua da riscaldare.

Prendiamo ad esempio una famiglia con 4 persone, dove il consumo medio giornaliero è di circa 250 litri di acqua calda.

Quello raccomandato è che la scatola è 500L, dal momento che useremo come riserva e fornitura di acqua calda, la metà superiore della scatola nel sistema di riscaldamento solare, e la metà inferiore della fornitura di acqua fredda.

Attenzione: questo sistema in cui il serbatoio dell'acqua fornisce acqua calda e fredda, dobbiamo utilizzarlo solo in luoghi in cui l'alimentazione sostitutiva è affidabile.

motivo: si noti che il miscelatore alternativo è collegato al di sopra del ritorno dell'acqua calda, quindi se l'acqua consumata non viene ripristinata, l'acqua calda non sarà necessaria per il consumo ma non per il collettore solare.

Con riferimento all'uscita per il consumo di acqua fredda non esiste un limitatore di consumo, che offre rischi di surriscaldamento nei collettori.
Pertanto, in caso di dubbi sulla sostituzione della fornitura, adottare una scatola dell'acqua per acqua calda con il volume superiore alla quantità da riscaldare.

Es.: Per riscaldare 200 litri, utilizzare una scatola da 250 a 300 litri. L'eccedenza è l'acqua fredda che verrà utilizzata, soprattutto in estate, nel mixer alternativo.

Nei casi in cui la pressione dell'acqua nella fornitura di ricambio è molto forte, non dimenticare di installare il riduttore di turbolenza, indicato nel Diagramma 1, elemento 4, all'uscita del rubinetto della boa.
Ha la funzione di dirigere l'acqua fredda di ricambio sul fondo della scatola dell'acqua, senza causare turbolenza, evitando la miscelazione di acqua calda e fredda.

Attraverso il diagramma n. 3, descriveremo il suo funzionamento.
L'articolo 2 è solo un pezzo di tubo con un diametro variabile, poiché dipende dal rubinetto galleggiante da utilizzare e ha la funzione di dirigere l'acqua fino a 5 cm dal fondo del 2° tubo, elemento 3, 50 mm.

Questo tubo ha la parte inferiore chiusa e con 20 fori di 10 mm attorno ad esso.

Ma attenzione, la foratura dovrebbe essere fatta solo nel corpo centrale del tubo, senza lasciare buchi, 3 cm all'estremità superiore e 5 cm in basso (ricoperto).

Articolo 4, tubo da 100 mm che funge da conduttore per l'acqua senza turbolenza.

Perché ridurre le turbolenze?

Il getto d'acqua rilasciato dalla boa attraverso l'elemento 2, è diretto verso il fondo del punto 3, causando un vortice all'interno dello stesso, ritornando verso l'alto, ma rilasciando l'acqua attraverso i fori laterali.

Questa acqua rilasciata dal punto 3, già attenuata, è diretta verso il fondo della scatola, attraverso il tubo di 100 mm, elemento 4, tagliato correttamente nella forma di un dente di sega (denti in media di 20 mm), supportato nel fondo della scatola e contro il fondo del galleggiante.

Diagramma 3:

aquecedor_caixa_turbulencia

Se possibile, installare i punti di consumo vicino alla scatola o al serbatoio, che ridurranno lo spreco di acqua nella condotta fino all'arrivo di acqua calda sul posto.

Poiché la scatola o il serbatoio sono responsabili dell'accumulo dell'acqua calda, è necessario un buon isolamento termico.

Negli accumulatori di mercato convenzionali vengono utilizzate isoterme ad alta efficienza. Questi accumulatori, la maggior parte di essi hanno riscaldamento complementare con elettricità o gas, per i giorni nuvolosi o piovosi, controllati da termostati che attivano questa funzione ogni volta che l'acqua è inferiore alla temperatura preimpostata dall'utente.

Il nostro design per avere la caratteristica di renderlo economicamente fattibile per tutti, non ha questo apparecchio, essendo sostituito da doccia elettrica con controllo elettronico della temperatura, o doccia elettrica comune con la caratteristica di un controller con regolazione elettronica della temperatura, collegato in serie alla presa di corrente elettrica della doccia.

Comuni sul mercato, facilitano la regolazione della temperatura ideale del bagno senza la necessità di variare il flusso di acqua nel registro.

Un altro dettaglio importante, l'elettricità è speso solo sull'acqua consumata.

L'uso di materiali disponibili fondamentalmente in tutte le regioni, sarà di estrema importanza. Abbiamo applicato il nostro progetto, nella nostra residenza, una scatola di plastica da 250 litri solo come riserva di acqua calda, ma questo non indica che siano state dispensate scatole di altri materiali.

Ma stai molto attento, non usare contenitori che contengono prodotti chimici, pesticidi, insetticidi, ecc., Anche se ben lavati continueranno a contaminare e comportano potenziali rischi per la salute.
Quindi evita i disturbi, assicurandoti della loro origine.

Riscaldatore solare riciclato - Isolamento termico della scatola o del serbatoio

Per quanto riguarda l'isolamento termico, ci sono numerose opzioni.
Tra tanti, evidenziamo il polistirolo trovato in vari supermercati, come il freddo (es. Formaggio, prosciutto, ecc.), Elettrodomestici / elettronica e anche sacchetti di plastica, documenti, come alternativa per chi risiede nell'ambiente urbano.

In altre regioni abbiamo anche isoterme eccellenti, vale a dire: segatura, gusci di grano, scafi di riso, erba secca, ecc. Ma senza umidità.

Possiamo riempire 1l scatole tetra pak con questi isolatori, chiudendole di nuovo, ognuna risultante in un blocco isotermico.

Per attaccare questi blocchi alla scatola o al serbatoio utilizzare colla o nastro, in qualsiasi modo si ritenga opportuno, avendo cura di riempire gli spazi tra le scatole, quando sono fissati in contenitori rotondi o angoli arrotondati, con sacchetti di plastica, documenti, ecc...

Vale la pena ricordare che se la scatola o il serbatoio è all'aperto, dovrebbe avere una protezione (tela di plastica) contro l'umidità, o altrimenti, questo tipo di isolamento termico sarà danneggiato. È consigliabile, quando possibile, sotto il tetto.

Poiché il rifornimento di acqua fredda viene effettuato sul fondo della scatola o del serbatoio, non è necessario l'isolamento termico di questo luogo.

Un altro tipo di isolamento termico semplice ed efficace, ma più costoso, è quello di posizionare un serbatoio dell'acqua all'interno di uno scomparto in legno, mattoni o anche all'interno di una scatola più grande, con spazio sufficiente sui lati di almeno 6 cm per il corretto riempimento con uno dei suddetti isolanti, in questo caso cerca di posizionare l'isoterma in sacchetti di plastica o sacchetti di plastica, in quanto faciliterà se è necessario rimuovere l'isolamento per eventuali manutenzioni.

Applicare l'isolamento termico solo dopo aver effettuato tutti i fori e le connessioni necessarie per installare il gruppo e non bisogna dimenticare che è anche obbligatorio isolare il coperchio dell'alloggiamento.

Adattare il sistema in base al consumo e alla regione del paese

Nell'esecuzione del progetto nell'ottobre 2002, abbiamo costruito un collettore solare con 100 flaconi per animali domestici, 100 scatole da 1 libbra di tetra pak, disposte in 25 colonne con 4 bottiglie ciascuna, per un totale di utile area di assorbimento termico di 1,80 m2.

Abbiamo usato una scatola di plastica da 250 litri nella funzione del serbatoio, rivestita con polistirolo di 20 mm.

Vale la pena notare che questo spessore di isolamento termico non è sufficiente per mantenere o immagazzinare l'acqua calda nelle regioni fredde per lungo tempo.

Poiché è stato installato praticamente in estate e con un'esposizione solare di circa 6 ore, riscalda l'acqua nella parte superiore della scatola fino a 52° C, che è necessario miscelare con acqua fredda.
Ma quando arriva l'inverno a Tubarão, la temperatura dell'acqua fredda nella scatola che in estate si aggira tra i 22 e i 25° C, in inverno è tra i 13 ei 16° C.

Come conseguenza di queste differenze tra le stagioni e la riduzione della radiazione solare in inverno, l'efficienza termica è scesa da 52° C in estate a 38° C in inverno e con una quantità molto piccola di acqua a tale temperatura.

Abbiamo corretto il problema della mancanza di acqua calda, costruendo un altro collettore con le stesse dimensioni del primo.

Anche in inverno, logico nei giorni di sole, i due collezionisti forniscono la domanda di acqua calda, nel nostro consumo normale di 4 persone, se consumate fino alle 20h, ma con una temperatura massima di 38ºC.

Per semplificare il dimensionamento, ti suggeriamo di installare una bottiglia per ogni litro d'acqua da riscaldare.
Ad esempio, per riscaldare 200 litri di acqua utilizzeremo 200 bottiglie e 200 scatole tetra pak, sufficienti per una famiglia di 4 persone e con bagni che non superino gli 8 minuti.

1) L'articolo 7-pescatore di acqua fredda, Diagramma nº1, è un'alternativa interessante, la cui funzione è quella di variare il volume di acqua da riscaldare.
Non è altro che una curva in PVC con un pezzo di tubo, accoppiata alla flangia che conduce all'acqua fredda al collettore solare.
Con questa funzione, il volume dell'acqua al di sotto del livello scelto non verrà riscaldato, dandoci la possibilità di scegliere la quantità e la temperatura che vogliamo.

Scelta ottimale in un prototipo come laboratorio negli esperimenti scolastici.

2) Il pescatore di acqua calda a 6 pezzi, Diagramma n. 1, dovrebbe essere realizzato con un tubo di gomma, quelli utilizzati nelle lavastoviglie o con un condotto flessibile di colore giallo.
La sua funzione è quella di monitorare la variazione del livello dell'acqua, sempre raccogliendo dalla parte più calda.

Attaccare un'estremità alla flangia di uscita per il consumo e l'altra estremità a un galleggiante, abbastanza grande da contenere il pescatore sopra il livello superiore.

Per evitare problemi nel collettore solare con la mancanza di acqua di riserva, dobbiamo limitare la discesa del pescatore di acqua calda, sempre al di sopra del livello di ritorno dell'acqua calda del collettore solare.

Con questo semplice disegno, proviamo a dare un'idea di come funzionano entrambi i pescatori.

Editoriale Video:


Menu