La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Solarizzazione Del Suolo E Delle Erbe Infestanti!

Solarizzazione del suolo e delle erbe infestanti!

Solarizzazione del suolo

Un modo ecologico per sbarazzarsi delle erbacce.

Che cos'è la solarizzazione e le tecniche per uccidere i parassiti di insetti, insetti e patogeni di piante coltivate.

Solarizzazione - che cos'è?

Solarizzazione del suolo

Devi aver letto o sentito la parola solarizzazione. √ą una tecnica utilizzata per la disinfezione del terreno da utilizzare per la semina.

Dal 1973 è stato introdotto e si è dimostrato efficace nella lotta contro microorganismi, funghi e batteri indesiderati che favoriscono le malattie delle piante.

In precedenza, il terreno è stato disinfettato dal bromuro di metile che è dannoso per lo strato di ozono che copre la Terra e la protegge dai raggi ultravioletti.

Perché disinfettare e pulire il terreno

Il suolo minerale che conosciamo via terra può essere contaminato da agenti patogeni, cioè microrganismi indesiderabili, che danneggiano la pianta nel suo sviluppo, impedendole di crescere, fiorire, fruttificare.

Inoltre, piantine, considerate invasive della cultura che hanno una grande crescita e competizione per nutrienti, acqua e luce, danneggiando anche lo sviluppo delle piante che ci interessa.

Per quelli che producono piante in vaso, l'uso del substrato prodotto può anche portare a gravi problemi di contaminazione con malattie e malattie.

Poiché vengono utilizzati materiali vegetali scartati (rifiuti di cucina, foglie, erba tagliata), anche i fertilizzanti di animali (bestiame e pollame) possono contenere semi di piante e malattie invasive.

Se il composto organico non viene prodotto correttamente, questo materiale contaminato sarà utilizzato, diffondendo la contaminazione.

Nell'agricoltura convenzionale viene utilizzata l'applicazione di erbicidi per colture, specifici per ogni tipo di prodotto.

Anche l'uso di veleni per combattere gli insetti dell'antenna e sotterranei, così come i veleni per le malattie intrinseche di ogni cultura.

La solarizzazione è una soluzione ecologica di trattamento del suolo nella produzione biologica

Quando produciamo un orto biologico di produzione propria o addirittura commerciale, non usiamo veleni sulle piante.
√ą uno dei criteri per la produzione biologica e per ottenere la certificazione del produttore biologico √® necessario che l'agricoltore segua fedelmente le regole.

Solarizzazione del suolo e delle erbe infestanti

Un'altra regola di questo tipo di produzione è l'uso di fertilizzanti animali e vegetali decomposti come fonte di nutrienti. Ora, se questo materiale è contaminato avremo un'eminente catastrofe.

Un modo per prevenire l'insorgenza e l'azione dei patogeni e degli incendi è usare la tecnica chiamata solarizzazione.
Come si fa e quali sono i vantaggi e gli svantaggi che analizzeremo in seguito.

La solarizzazione è efficiente e consiste nella quasi sterilizzazione del terreno o del substrato mediante vapore acqueo.
Non usa alcun elemento chimico, come veleni e gas, e non c'è terra dopo la sua conclusione.

Come preparare il terreno con la solarizzazione

√ą una tecnica che dovrebbe essere fatta in estate e per gli stati con regimi di pioggia definiti, nella stagione secca.

1. Separare la parte del letto dove verrà eseguita la solarizzazione.

Solarizzazione del terreno preparata

2. Prepara il letto rimuovendo piante, pietre, ceppi.

Puoi già partire preparato per la semina, cioè aggiungere composto organico, fertilizzanti animali tannici, rocce calcaree e fosfatiche, nelle quantità necessarie per ogni coltura, con precedente analisi del terreno se la produzione è orto commerciale.

Per gli orti domestici, usare circa 3 kg / m2 di letame animale ben stagionato con foglie conciate, mescolare e livellare, non lasciare sacche d'aria.

Livello con rastrello (rastrello).

3. Annaffiare, inzuppare la terra con l'acqua.

Inserimento di plastica trasparente in polietilene

Preparazione e copertura della solarizzazione del suolo

4. Mettere speciale plastica trasparente con protezione UV, spessori compresi tra 0, 025 e 0,05 mm.

La tela di plastica comune non dovrebbe essere usata, perché il sole deteriora il materiale, essendo in grado di strapparsi facilmente, quindi non permettendo la corretta solarizzazione.

La dimensione del foglio di plastica dovrebbe estendersi oltre il bordo del letto in almeno 20 cm su tutti i lati.

Il calore ai bordi √® pi√Ļ piccolo, quindi possiamo preparare l'intero letto.

Non lasciare sacche d'aria, la plastica dovrebbe rimanere come se fosse incollata al suolo.

5. Tenere il letto irrigato, sollevando periodicamente la plastica per mettere l'acqua.

6. Lasciare da 60 a 90 giorni in questo modo. Dopo il periodo considerato rimuovere la plastica e piantare le piantine.

Come funziona la solarizzazione

solarizzazione

L'acqua con il calore irradiato dal sole former√† vapore, e la temperatura del suolo √® compresa tra 490¬į C e 550¬į C, liquidando le piantine originate dalla germinazione delle radici.

La maggior parte dei patogeni del suolo e dei nematodi muoiono anche a questa temperatura.

Organismi benefici, come micorrize, funghi antagonisti e batteri che fissano l'azoto (ad es. Rhizobium spp.) Sembrano non sensibili al calore generato.

Azioni positive di solarizzazione:

- Le colture e gli orti che producono lattughe, fragole, barbabietole, cetrioli e legumi tra gli altri hanno prestazioni eccellenti dopo la solarizzazione.

- I terreni solari non presentano praticamente iniziali all'inizio del raccolto, consentendo un buon sviluppo delle piante.

- Questa tecnica può essere impiegata ad ogni rotazione delle colture senza danneggiare il suolo.

- Esiste un grande controllo sulle piante invasive della cultura, come il cipresso (Cyperus rotundus e Cyperus sculentus), l'erba (Cynodon dactilum), il beldroega (Portulaca oleracea), il pic√£o (Galinsoga parviflora), tra gli altri.

I microrganismi residenti benefici si sviluppano di nuovo e qualsiasi aggiunta di materiale compostato porta i funghi e i batteri responsabili della decomposizione del materiale organico.

- Quando la solarizzazione inizia ad innalzare la temperatura del terreno, i lombrichi migrano verso maggiori profondità e ritornano alla loro estremità, senza danni. La stragrande maggioranza di funghi, batteri e nematodi delle radici muoiono a temperature elevate.

Fattori non desiderabili di solarizzazione

Possiamo anche valutare alcuni fattori non desiderabili, come quello che succede se aggiungiamo materiale organico decomposto in modo incompleto.

jardiniere

La temperatura pi√Ļ alta accelera il processo di decomposizione e pu√≤ aumentare ulteriormente la temperatura del suolo.
Questo porta alla formazione di gas e sostanze nocive, il processo diventa fermentazione anaerobica, con produzione di liquami e un forte odore di metano.

Un altro fattore che limita l'uso di questa tecnica è che il diagramma solarizzato non è operativo per 60 a 90 giorni mentre il trattamento dura, ma questo problema può essere ridotto al minimo quando la coltura introdotta nello spazio ha un'alta produzione.
Per non parlare delle future culture che possono anche produrre di pi√Ļ.


Se l'agricoltore o il giardiniere dilettante fa la solarizzazione in tutti i suoi letti, quando fa la rotazione delle colture, finirà per decontaminare lo spazio di produzione degli agenti patogeni e degli inizi.
E in modo ecologico, senza veleni che contaminano l'aria, il suolo e l'acqua percolata.

In sintesi, la solarizzazione √® una tecnica ecologicamente corretta da utilizzare negli orti di piccole dimensioni, sia coltivati ‚Äč‚Äčin casa che in agricoltura familiare per scopi commerciali.

Solarizzazione per piccoli spazi

solarizacao_caseira

Quando si lavora con piante in serra, un modo per sterilizzare il substrato è usare l'autoclave.
Questo apparecchio è elettrico e ci sono in diverse dimensioni.
I minori sono utilizzati nei laboratori e nei centri di ricerca e anche dai dentisti.

A temperatura controllata il substrato è privo di agenti patogeni e semi di inizio attivo.

Per coloro che hanno un piccolo giardino e un giardino questo sarebbe antieconomico.
Ma possiamo usare l'energia del sole a nostro vantaggio.

Step by step solarizzazione di piccoli spazi

Preparare il substrato come se fosse usato per la semina, cioè per aggiungere il composto organico completo fatto nel modo corretto.
Leggi il nostro articolo su come realizzare il compost.

Solarizzazione del suolo

Setaccia per rimuovere i lombrichi, altrimenti moriranno.

Posizionare il substrato all'interno di questi sacchetti di plastica utilizzati per la sabbia di costruzione, che sono pi√Ļ resistenti.

Lasciare ben umido, annaffiare e mescolare.

Chiudi la borsa con la corda e lasciala al sole, girando frequentemente per ricevere i raggi da tutti i lati.

Ogni 3 o 4 giorni si aprono per controllare l'umidità, se è secca aggiungere di nuovo l'acqua.

Dopo 4 o 6 settimane sarà pronto.

Lasciare fuori dalla borsa in un luogo adatto, mescolare per favorire l'aerazione. √ą pronto per l'uso.

Il momento migliore per fare questa tecnica è nei mesi caldi e con poche piogge perché il sole funzioni a nostro favore.
Semplice, facile ed ecologico, senza diserbanti o insetticidi.

Editoriale Video: Come diserbare senza diserbante tutorial

ÔĽŅ