La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Nido D'Uccello

Malaticcio nella sua ardente passione, ama fino all'estremo e, cessando di vivere da solo, diventa un parassita dell'albero ospite, rendendolo schiavo fino alla morte

Nido d'uccello: albero


Yellowfin (Phoradendron affine)

La natura a volte è strana o, almeno per me, incomprensibile. C'è in essenza la libertà, tuttavia alcuni individui, come nel caso dell'erba degli uccelli, preferiscono vivere su qualsiasi albero o arbusto. Vivere succhiare, come un vero vampiro vegetale, la linfa che producono, e dopo alcuni anni di esaurimento non possono soddisfare i loro bisogni, e a causa della mancanza di questo liquido nutriente che prima era circolato vigorosamente, guidato dalle radici per l'intera pianta, fino a quando non si sono asciugati completamente, morendo alla fine.

Nido d'uccello: della


Ipest infestati dalla fin-grass

I gaturamos, chiamati anche bonito o tietes (Tanagra violacea) e forbici da campo (Tyrannus savana) mangia i frutti del nido dell'uccello, ingerendo i semi che, eliminati dalle feci, germogliano nella chioma degli alberi ospiti, parassitandoli. Il pi√Ļ delle volte passano inosservati, confondendosi con la fronda, dandole l'aspetto di un salice "salice". Ovviamente queste liane, della famiglia Loranthaceas, non intendono causare la morte del loro ospite, ma formano colonie che si sviluppano in modo esagerato, ritirando nutrienti e acqua per se stessi.

Nido d'uccello: nido


violaceo

Circa 1.000 specie di oltre 60 generi fanno parte di questa famiglia diffusa in tutto il mondo, caratterizzata da foglie spesse, profuse in fiore e fragranti, soprattutto nel caso di Tripodanthus acutifolius, ricordando la signora della notte e le bacche con un seme.

Nido d'uccello: nido


Field Treasure

Osanyin, che √® l'Orix√° delle foglie sacre e le erbe medicinali di Candombl√©, apprezza questa pianta principalmente nel suo ab√ī, il preparato con diverse foglie macerate in acqua pulita, gli obblighi rinnovati annualmente e nell'abate di Babalossaim, il sacerdote dedicato alle foglie. In rinnovamento, questa pianta √® la dodicesima foglia che completa l'atto liturgico di rinnovamento di questa religione panteistica.

Non ci sono erbicidi selettivi che uccidono questo parassita. Per sradicarlo, bisogna potare i rami attaccati in inverno, prima della produzione dei suoi semi. Durante la stagione secca il fogliame è sottile e il parassita sembra migliore. Una buona pulizia accompagnata da raschiamento di rami spessi e infestati è importante perché impedisce la formazione di erba vergine da detriti attaccati a rami o tronchi. Questo è consigliabile perché emette radici che penetrano nel tronco e nei rami della pianta ospite, succhiando la linfa e causandone la deformazione. I biologi non possono determinare con precisione per quanto tempo un albero contaminato deve morire. La durata della vita, dopo la contaminazione, dipende dalle specie, dalle sostanze nutritive disponibili nel suolo, dallo stress e dall'inquinamento atmosferico.

Come diceva Platone, "chi ama eccede, cessa di vivere in se stesso e vive in colui che ama"... Le cose della natura!

Autore: Raul C√Ęnovas

Editoriale Video: I nidi degli uccelli - Paolo Capodacqua

ÔĽŅ
Menu