La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Il Buon Gusto

La sottigliezza raffinata di raffinatezza contrasta con la volgarità. Come separare l'uno dall'altro?

Il buon gusto: gusto

A poco a poco, il mondo supera le sue divisioni e i suoi pregiudizi. Il divario tra ricchi e poveri si sta accorciando; Occidente e Oriente mescolano esperienze e credenze; i leader neri si distinguono e la salute sessuale diventa più importante delle piacevoli opzioni tra le persone.

Penso che, avendo superato tante differenze, la sproporzione tra buon gusto ed estetica maldestra rimarrà per molto tempo. La possibilità di un maggiore accesso al design consente alla cosiddetta Classe C, o Working Class, che comprende i cosiddetti professionisti dei colletti blu, di acquistare mobili, elettrodomestici, utensili, abbigliamento e automobili, con un design e un'elaborazione che nessuno ha mai sognato di negli anni 70. Mi rendo conto che le professioni di interior design, fashion design e product design sono diventate così popolari che non è più necessario frequentare i corsi dell'Istituto Europeo di Design di Milano; di moda a Parigi, né di andare in Germania per stare a lungo nel Bauhaus, imparando dalle esperienze di una scuola fondata da Walter Gropius nel 1919. Senza lasciare il Brasile, ma con molto sforzo, senza dubbio, è possibile che i bambini di un laureati d'élite non dominanti in queste aree e dettano, attualmente, le tendenze che il mondo intero segue.

Visto così sembra facile, improvvisamente il buon gusto può essere acquistato in un centro commerciale. Lo sarà? Io non la penso così, perché l'eleganza non è una merce che acquistiamo con il denaro, se fosse il ricco sarebbe chiquérrimos e chi non ha quel privilegio avrebbe un "modo di essere" incline allo scarso valore estetico, senza alcun coinvolgimento con il bello. Come possiamo vedere, questa regola non può essere usata frequentemente e, nonostante le maggiori possibilità di scelta e informazione che hanno le persone in classe A, il kitsch è molto comune tra i più ricchi e non è raro vedere la naturale eleganza che è praticato da persone che soffrono ancora di disuguaglianza sociale.

Il buon gusto: essere

Il giardino, come sempre, ha qualcosa di emblematico. Funziona il più delle volte come una sorta di blasone che intende identificare, in modo araldico, il clan al quale apparteniamo. Componendo le facciate di alcune residenze, vediamo costose piante sparse senza armonia o armonia, pini e palme che coesistono con il freddo della montagna. Mescolate, le membra asservite dalla potatura sopravvivono con orchidee asiatiche, liberate sulle cime degli alberi. Tutto per l'arrogante desiderio di dimostrare che in questa casa qualcuno con risorse mostra il suo potere.

Attenzione, è bene trarre ispirazione da Lord Brummel, l'elegante amico del principe di Galles (futuro re Giorgio IV) che, all'inizio del XIX secolo, impose la moda discreta degli abiti scuri e dei foulard che indossava come cravatta. Discreto, quasi modesto per il suo tempo, chiese al suo cameriere di lucidare gli stivali con champagne. Secondo lui, il modo migliore per essere chic era non attirare l'attenzione, ma essere ammirato dal buon gusto.

In breve, lezioni da un uomo noto come "The Beautiful Brummel".

Autore: Raul Cânovas

Editoriale Video: SHEIK - BUONGUSTO (prod. RONIN.47)


Menu