La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Il Dolore Di Ogni Pianta

Il suo aspetto, l'aspetto che mostrava, rendeva evidente un risentimento angoscioso

Era una pianta insignificante, una pianta qualsiasi e mai apprezzata da nessuno. Cresceva pigramente in un angolo sperduto di un enorme edificio, un angolo fiocamente illuminato quasi dimenticato dagli occhi di coloro che passavano in lontananza, frettolosi e assorti nei loro problemi. Qualcuno, nessuno sa chi, ha lasciato la nave regalo, per puro disinteresse per il suo passato estetico, per la bellezza che una volta aveva posseduto e dove è rimasta, sopravvivendo alla freddezza del mondo apatico che la vedeva nascere.

Il dolore di ogni pianta: dolore

L'acqua scarseggiava e scarseggiava, presentandosi sotto forma di stoffa storta sul terreno robusto, rilasciando un liquido oscurato dalle polveri del corridoio lavato e secco. Ma anche così, quest'acqua sporca le dava da mangiare e da bere e con essa poteva resistere alla fatica dell'esistente.

Il lunedì era uguale al sabato, monotono come ogni martedì, e noioso come gli altri giorni della settimana. Anche le domeniche, divertimento per molti, erano noiose e peggiori delle altre perché le luci non erano accese e nessuno percorreva la stretta passerella allungata, lastricata di ceramica nera e bianca. Il dispiacere di questa desolazione ingialliva le foglie che resistevano e provocava la perdita di coloro che soccombevano. Non capiva perché questa esistenza fosse già stata malinconica e ora era un'amarezza turbata da quella sofferenza che causava dolore allo stelo e al centro. Si sentiva inutile e ferita, e pensava che temesse il suo destino finale.

Ma un giorno accadde qualcosa di inaspettato, un pompiere, dopo aver salvato le persone che si erano affrettate nell'ascensore, chiese al custode che cosa rendesse quel vaso nell'angolo dimenticato. L'impiegato nell'edificio rispose che era lì perché era l'unico posto in cui non interferiva con la circolazione e aveva pensato di buttarlo via. L'uomo, abituato alle emergenze e addestrato a salvare vite umane, ebbe pietà e chiese se non fosse in grado di portare la pianta del regalo a sua moglie. Sì, certo, rispose il bidello spalancato, che non aveva capito l'interesse per qualcosa di così inutile.

Il dolore di ogni pianta: angolo

La pianta, martoriata da una vita infelice, ha trovato un destino che ha restituito la luce interiore. Rifletté sull'aspetto migliore e migliore del verde e sulla luminosità del suo nucleo. Il dolore era finito.

Penso che quando siamo rattristati dal dolore, dobbiamo chiamare i vigili del fuoco, non componendo il numero, ma chiedendo aiuto a coloro che possono combattere i fuochi emotivi. Ci sarà sempre qualcuno che ha superato la tenerezza perduta. Sempre...

Raul Cânovas | architetto di giardini

Editoriale Video: Le Piante Provano Dolore?


Menu