La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Welwitschia Mirabilis

Questo è un rappresentante raro e scomodo, nativo ed endemico nel deserto del Namib, in Namibia e in Angola, a sud-ovest del continente africano

Welwitschia mirabilis: foglie


Welwitschia mirabilis

Questa pianta √® formata da un tronco che non cresce, con un'enorme radice rotante, che pu√≤ raggiungere 30 metri di profondit√† e solo due foglie coriacee, sotto forma di una striscia larga, che pu√≤ raggiungere pi√Ļ di due metri di lunghezza e 1, 20 m di altezza, eccezionalmente 1,80 m. Cresce ininterrottamente per secoli, vivendo, secondo gli studi biologici, oltre 1500 anni.

Fa parte delle gimnosperme, quindi una pianta primitiva, del periodo giurassico, come i pini. Benché viva in questa regione, con un'area di circa 50 000 km² di estrema aridità, Welwitschia riesce a catturare l'acqua della rugiada e della nebbia dall'Oceano Atlantico, a meno di 150 km di distanza, attraverso le sue foglie.

Questa specie ha una caratteristica molto simile alle piante succulente, come grilli e cactus. Durante il giorno, le foglie mantengono chiusi gli stomi delle foglie, prevenendo la traspirazione, ma di notte si aprono per assorbire l'anidride carbonica necessaria per la fotosintesi. Tutto questo per resistere a temperature di 60¬į nell'ombra e a bassissima umidit√† ambientale.

Antilopi e rinoceronti si nutrono di succo di foglie durante la stagione secca. Fortunatamente, questo non causa grossi danni alla pianta che viene chiamata onyama (cipolla del deserto) perché viene consumata anche dai nativi, crudi o cotti in cenere bollente.

Welwitschia mirabilis: raggiungere


Donne del gruppo etnico Himba, della Namibia settentrionale

A causa del modo unico, che include la sua crescita lenta, Welwitschia √® considerata una specie minacciata. Ma quelli situati sulla terra angolana, dove √® anche conosciuto come n'tumbo, sono pi√Ļ protetti della Namibia e, sorprendentemente, ci√≤ √® dovuto alle 15 milioni di mine che proteggono il suo habitat e che sono state disseminate pi√Ļ di trenta anni, durante i conflitti tra MPLA e UNITA, per prevenire l'avanzata delle truppe nemiche o addirittura per isolare totalmente un'area.

Il nome, piuttosto difficile da memorizzare, fu un omaggio al Dr. Friedrich Welwitsch (1806-1872), un esploratore austriaco, che contribuì alla conoscenza di questa e di molte altre piante in Angola.

Autore: Raul C√Ęnovas

Editoriale Video: Welwitschia of the Namib desert is truly a bizarre plant, a living fossil

ÔĽŅ
Menu