La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Quali Sono I Tipi Di Cementi Più Utilizzati?

Quali sono i tipi di cementi più utilizzati?

I diversi tipi di cementi sono designati dall'acronimo e dalla classe di resistenza.

L'acronimo corrisponde al prefisso CP più i numeri romani da I a V, le classi di resistenze indicate dai numeri 25, 32 e 40.

Questi indicano i valori minimi di resistenza alla compressione (espressa in megapascal - MPa), garantita dai produttori, dopo 28 giorni di cura.

Tipi di cemento Portland

Quali sono i tipi di cementi più utilizzati?: utilizzati

Cemento Portland comune CP I e CP I-S

Un tipo di cemento portland senza aggiunte diverse dal gesso (usato come ritardatore del manico) è molto adatto per l'uso in costruzioni di calcestruzzo generali quando non c'è esposizione al suolo o ai solfati di acque sotterranee

Viene usato il cemento Portland comune costruzione in generale, quando non sono richieste particolari proprietà del cemento.

Al mercato viene inoltre offerto il Portland Portland Cement con additivi I-S CP, con il 5% di materiale pozzolan di massa, raccomandato per costruzioni generali, con lo stesso carattere.

Quali sono i tipi di cementi più utilizzati?: quali

Quali sono i tipi di cementi più utilizzati?: cementi

Cemento CP II 32:

Applicazione: pavimentazione in calcestruzzo; Mortai di gesso; Insediamenti e rivestimenti; pavimenti, sottofondi e griglie;
Fingere il cemento; Calcestruzzo, rinforzato e lavorato

È un cemento molto utilizzato sia per i calcestruzzi che per le malte in genere

Cemento CP III 32/40:

Altoforno resistente al solfato Cemento Portland adatto per applicazioni generali, specialmente in lavori esposti ad ambienti difficili, che non richiedono altissime resistenze nei primi anni.

applicazione: pavimenti e grandi blocchi di cemento;
Lavora in ambiente marino e servizi igienico-sanitari (dighe, ponti, porti);
Strutture in calcestruzzo che rimangono a diretto contatto con i media chimicamente aggressivi

Può avere le stesse applicazioni del CP II 32.

- CP IV-32

Questo cemento aumenta la durabilità delle strutture in calcestruzzo che entrano in contatto con ambienti aggressivi e che sono soggette ad attacchi da solfati quali acque reflue, acqua di mare, consentendo una maggiore durata della struttura e riducendo al minimo il rischio di costi di manutenzione a breve termine ea medio termine.

Applicazione: lavori importanti; Lavori in cemento armato; Pavimentazione e grande blocchi di cemento;
Funziona in ambiente marino e servizi igienico-sanitari come dighe, ponti, porti;
Strutture in calcestruzzo a diretto contatto con mezzi chimicamente aggressivi.

Qual è l'influenza dei tipi di cemento su malta e calcestruzzo?

L'influenza dei tipi di cemento su malte e calcestruzzi è relativa e il loro effetto può essere aumentato o ridotto aumentando o diminuendo la quantità dei loro componenti, in particolare acqua e cemento.

Le caratteristiche degli altri componenti, che sono principalmente inerti (sabbia, pietrisco, polvere di pietra, ecc.), Possono anche modificare il grado di influenza, soprattutto se contengono materiale organico (foglie, radici, ecc.).

Infine, gli additivi chimici possono essere utilizzati per ridurre determinate influenze o aumentare l'effetto degli altri, quando lo si desidera o necessario.

È essenziale miscelare e polimerizzare adeguatamente malta e calcestruzzo.

La cattiva densificazione e la maturazione sono le principali cause di difetti e problemi che si presentano nelle malte e nei calcestruzzi, come bassa resistenza, fessurazioni e crepe, corrosione dei rinforzi, ecc.

Una buona densificazione si ottiene con una vibrazione adeguata.

La cura principale che deve essere presa per ottenere una cura corretta è quella di mantenere le malte e il cemento bagnati dopo l'impugnatura, bagnandoli con un tubo o un annaffiatoio o coprendoli con sacchetti bagnati (tela o cemento) ), o anche mettendo tavole bagnate o fogli di legno sulla superficie per impedire l'evaporazione di acqua dal vento e calore dal sole per un minimo di sette giorni.

Fonti: / Votorantim / Itambe

Editoriale Video: DGeco: Come riconoscere una canna fumaria in Cemento Amianto Eternit


Menu