La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Cos'È L'Anafilassi?

Cos'è l'anafilassi?

L'anafilassi è una reazione acuta, generalizzata, potenzialmente grave che può essere letale in un individuo precedentemente sensibilizzato dall'esposizione ad un allergene e che viene nuovamente a contatto con lo stesso allergene.

Anafilassi può essere causata da qualsiasi allergene.

I più comuni sono i farmaci, i veleni da insetto, alcuni alimenti e le iniezioni di immunoterapia allergenica.

L'anafilassi non si verifica alla prima esposizione all'allergene.
Ad esempio, la prima esposizione di una persona alla penicillina o al primo morso di un'ape non innesca l'anafilassi, ma un'ulteriore esposizione potrebbe scatenarla. Tuttavia, molte persone non ricordano la prima esposizione.

Una reazione anafilattica inizia quando l'allergene entra nel flusso sanguigno e reagisce con un anticorpo della classe E (IgE) delle immunoglobuline.
Questa reazione stimola le cellule a rilasciare istamina e altre sostanze coinvolte nelle reazioni immunitarie infiammatorie.

In risposta, le vie respiratorie polmonari possono contrarsi e causare sibili; i vasi sanguigni possono dilatarsi e causare ipotensione; e le pareti dei vasi sanguigni possono lasciare fuoriuscire del liquido e causare edema e orticaria.
La funzione cardiaca può essere compromessa, con battito cardiaco irregolare e pompaggio del sangue improprio.

L'individuo può andare in stato di shock.

Le reazioni anafilattoidi assomigliano a reazioni anafilattiche, ma possono verificarsi dopo la prima iniezione di alcuni farmaci e sostanze (ad esempio, polimixina, pentamidina, oppioidi o mezzo di contrasto usati negli studi radiografici).
Il meccanismo d'azione non coinvolge anticorpi della classe IgE e, per questo motivo, non è una reazione allergica.

L'aspirina e altri farmaci antinfiammatori non steroidei possono causare reazioni anafilattoidi in alcuni individui, in particolare quelli con rinite allergica perenne e polipi nasali.

sintomi

I sintomi iniziano immediatamente o quasi sempre entro 2 ore dall'esposizione alla sostanza.

L'individuo può sentirsi male, agitarsi e avere palpitazioni, formicolio, prurito e iperemia cutanea, pulsazione nelle orecchie, tosse, starnuti, orticaria, gonfiore o aumento della sofferenza respiratoria a causa di asma o ostruzione della trachea.

Il collasso cardiovascolare può verificarsi senza sintomi respiratori.

Generalmente, un episodio include sintomi respiratori o cardiovascolari, non entrambi, e l'individuo ha la stessa sintomatologia negli episodi successivi.
Tuttavia, l'anafilassi può progredire così rapidamente che può portare a collasso, convulsioni, perdita del controllo della vescica, perdita di coscienza o ictus entro 1 o 2 minuti.

L'anafilassi può essere fatale a meno che l'individuo non riceva immediatamente un trattamento di emergenza.

Cos'è l'anafilassi?: allergene

prevenzione

È molto probabile che un individuo che ha presentato anafilassi a causa di una puntura d'ape lo ripresenterà se è di nuovo punto.

Lo stesso vale per esposizioni ripetute a qualsiasi altro allergene (ad es. Un medicinale).

Effettuare un test cutaneo ogni volta che l'individuo assume una medicina non è pratico.
Tuttavia, le persone con una storia di allergia al siero animale (ad es. Antitossina da tetano derivata da siero di cavallo) o penicillina devono essere testate prima della somministrazione.

L'immunoterapia a lungo termine degli allergeni previene l'anafilassi in individui che sono noti per essere allergici ad allergeni inevitabili (es. Punture di insetti).

L'immunoterapia non viene utilizzata quando la sostanza incriminata può essere evitata, come la penicillina e altri farmaci.
Tuttavia, quando un individuo ha bisogno di un particolare farmaco (ad es. Penicillina o antitossina derivata dal siero di cavallo), può essere eseguita una rapida desensibilizzazione, che viene seguita da vicino in uno studio medico o in un ospedale.

Alcuni individui hanno una storia di reazioni anafilattoidi al mezzo di contrasto che viene iniettato per eseguire determinati studi radiografici.
Sebbene i medici cerchino di evitare l'uso di questi contrasti in questi pazienti, alcuni disturbi non possono essere diagnosticati senza di essi.
In questi casi è possibile utilizzare contrasti speciali che riducono l'incidenza delle reazioni.

Inoltre, i farmaci che bloccano le reazioni anafilattiche (ad es. Prednisone, difenidramina o efedrina) possono essere utili se somministrati prima dell'iniezione di contrasto.

trattamento

Cos'è l'anafilassi?: individuo

Il trattamento iniziale per l'anafilassi è un'iniezione di adrenalina.

Gli individui allergici alle punture di insetti o determinati alimenti, in particolare quelli che hanno già avuto un episodio di anafilassi, devono sempre portare con sé una siringa per iniezioni di epinefrina per un rapido trattamento di emergenza.

Questo trattamento interrompe spesso una reazione anafilattica.
Tuttavia, chiunque stia avendo una reazione anafilattica dovrebbe cercare il pronto soccorso di un ospedale il più presto possibile, poiché potrebbe essere necessario un rigoroso monitoraggio dei sistemi cardiovascolare e respiratorio e la disponibilità di un trattamento rapido e sofisticato.

Editoriale Video: La gestione dell'anafilassi


Menu