La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Cos'È La Narcolessia?

Cos'è la narcolessia?

Un disturbo del sonno insolito, la narcolessia è caratterizzata da episodi di sonno incontrollabili e ricorrenti durante le normali ore di veglia, così come dalla cataplessia, dalla paralisi del sonno e dalle allucinazioni.

La causa della narcolessia è sconosciuta, ma il disturbo tende a manifestarsi nelle famiglie, suggerendo una predisposizione genetica.

Sebbene la narcolessia non abbia serie conseguenze cliniche, può essere spaventosa e può aumentare il rischio di incidenti.

- Sintomi

I sintomi di solito iniziano nell'adolescenza o nella prima età adulta in individui sani e persistono per tutta la vita.

Un individuo con narcolessia ha improvvisi episodi di sonno incontrollabile che possono verificarsi in qualsiasi momento.

L'individuo può resistere all'intorpidimento per un breve periodo, ma può essere facilmente eccitato quando dorme.

Potrebbero esserci alcuni o molti episodi in un giorno, ciascuno della durata di un'ora o meno.

La probabilità di insorgenza di un episodio di narcolessia è maggiore quando l'individuo si confronta con situazioni monotone come incontri noiosi o lunghi periodi di guida su un'autostrada.

L'individuo può sentirsi riposato al risveglio, ma potrebbe riaddormentarsi pochi minuti dopo.

L'individuo con narcolessia può sperimentare una paralisi momentanea senza perdita di coscienza (una condizione chiamata cataplessia), in risposta a un'improvvisa reazione emotiva (ad esempio, rabbia, paura, gioia, una risata o sorpresa).
Potrebbe avere debolezza alle estremità, far cadere qualcosa che sta trattenendo o subendo una caduta.
Inoltre, può anche verificarsi episodi occasionali di paralisi del sonno.

Subito dopo essersi addormentato o non appena si sveglia, l'individuo vuole muoversi, ma non è in grado di farlo. Questa esperienza può essere terrificante.

All'inizio del sonno o, meno frequentemente, al risveglio, l'individuo può anche sperimentare vivide allucinazioni, durante le quali vede o sente cose che non esistono.
Le allucinazioni sono simili ai sogni normali, ma più intense.

Solo circa il 10% delle persone con narcolessia ha tutti questi sintomi; la maggior parte presenta solo pochi

The Awakened Science for Sleep Disorders

I laboratori di studio del sonno valutano, diagnosticano e curano le persone che soffrono di tutti i tipi di disturbi del sonno.

I seguenti sintomi possono suggerire il riferimento di un individuo a un laboratorio di studio del sonno:

• Insonnia
• Dipendenza da sonniferi
• Ipersonnia
• Grave russamento o soffocamento
• Incubi
• Sonno anormale in base alle testimonianze

Una valutazione iniziale in un laboratorio di studio del sonno può includere:

• Una cronologia del sonno, che include spesso un rapporto sul modello di sonno
• Una storia medica generale
• Un esame fisico
• Esami del sangue
• Un test del sonno di laboratorio

Due esempi di test eseguiti in un laboratorio del sonno sono la polisonnografia notturna e un test di latenza del sonno multipla.

Nella polisonnografia notturna, i soggetti trascorrono una notte in un laboratorio di studio del sonno con elettrodi installati per misurare le fasi del sonno e altri parametri fisiologici.

Il test misura l'apnea o disturbi del movimento durante il sonno.
In un test di latenza del sonno multiplo, l'individuo trascorre la giornata in un laboratorio di studio del sonno, sonnecchiando ad intervalli.

Questo test valuta la sonnolenza diurna, specialmente nei casi di narcolessia.

- Diagnosi

Cos'è la narcolessia?: essere

Sebbene la diagnosi sia generalmente basata sui sintomi, sintomi simili non indicano necessariamente che un individuo abbia narcolessia.

Cataplessia, paralisi del sonno e allucinazioni sono comuni nei bambini piccoli e occasionalmente si verificano in adulti sani.

Se il medico ha domande sulla diagnosi, il paziente deve essere indirizzato a un laboratorio di studio del sonno.

Un elettroencefalogramma (EEG), che consiste nel registrare l'attività elettrica del cervello, può rivelare l'insorgenza del pattern sonno REM quando il soggetto si addormenta, che è tipico della narcolessia.

Non ci sono stati cambiamenti strutturali nel cervello o cambiamenti nelle analisi del sangue.

- Trattamento

Farmaci stimolanti come efedrina, anfetamina, dextroamphetamine e metilfenidato possono essere utili per alleviare la narcolessia.
La correzione della dose può essere necessaria per evitare effetti collaterali quali spasmi, iperattività o perdita di peso.
Per questo motivo; il medico dovrebbe monitorare da vicino il suo paziente all'inizio del trattamento farmacologico.

L'imipramina, un farmaco antidepressivo, di solito aiuta ad alleviare la cataplessia.

Editoriale Video: Come si sviluppa la narcolessia


Menu