La Rivista "Idee Per La Tua Casa" Online Si Trovare Idee E Soluzioni Originali, Pianificazione E Progettazione Della Vostra Casa Interno Del Progetto

Cosa C'√ą Di Nuovo Nel Trattamento Del Cancro Alla Prostata

Cosa c'è di nuovo nel trattamento del cancro alla prostata

La prostata è una piccola ghiandola unica al sistema riproduttivo maschile, responsabile della produzione e conservazione del liquido seminale (seme), che garantisce l'integrità dello sperma.

Anche se piccola, la ghiandola può diventare motivo di preoccupazione negli uomini di tutto il mondo dopo la diagnosi di cancro alla prostata.

Ma negli ultimi dieci anni il trattamento per il cancro alla prostata si è evoluto in modo significativo.

Attualmente, ci sono opzioni terapeutiche pi√Ļ nuove e meno invasive che consentono al paziente un trattamento meno traumatico e un recupero migliore.

Farmaci per il trattamento del cancro alla prostata

Ricette e medicine

Dopo numerose ricerche per nuovi tipi di trattamento del cancro alla prostata, è stato possibile presentare alcuni farmaci innovativi, che aumentano il tasso di sopravvivenza (con la qualità) fino al 30%.

Questi farmaci sono usati prima della chemioterapia e offrono il vantaggio di avere meno effetti collaterali rispetto ai farmaci convenzionali.

Tra questi, spiccano i seguenti:

  • abiraterone: Lanciato in Brasile nel 2012, la sostanza agisce in due modi: inibisce la produzione di testosterone nella ghiandola surrenale e riduce la produzione di testosterone all'interno delle cellule tumorali. Il testosterone ormone maschile agisce come un combustibile per i tumori della prostata. Pertanto, l'inibizione della produzione di ormoni √® il primo passo nel trattamento, essendo un'opzione eccellente per controllare il cancro alla prostata prima di sottoporsi al trattamento chemioterapico, che √® pi√Ļ aggressivo. Questo tipo di trattamento √® chiamato terapia ormonale e, sebbene non favorisca la guarigione, controlla la progressione della malattia.
  • ENZALUTAMIDE: La sostanza √® stata approvata da Anvisa nel dicembre 2014 e agisce come antiandrogeno, che blocca l'ingresso del testosterone nelle cellule, oltre a bloccare il recettore dell'ormone situato nella membrana cellulare del tumore.
  • Sipuleucel-T: √ą un vaccino innovativo, che non ha ancora previsto l'arrivo in Brasile. Il vaccino viene prodotto da un campione del sangue del paziente da cui si ottiene un antigene, che stimola la produzione di anticorpi contro la malattia, cio√® il vaccino stimola il sistema immunitario a combattere le cellule tumorali.
  • Radium 223: √ą un nuovo trattamento innovativo, costituito da particelle di radiazioni che si legano alle ossa ed eliminano le cellule tumorali. Il farmaco funziona senza compromettere il midollo osseo e non ha ancora previsto l'arrivo in Brasile.

Nei casi in cui è necessaria la rimozione della prostata, in Brasile è disponibile una nuova tecnologia che è già utilizzata nell'80% della rimozione della prostata negli Stati Uniti: la chirurgia robotica, che ha rivoluzionato la chirurgia del cancro alla prostata.

Chirurgia robotica per il cancro alla prostata

chirurgia robotica

Questo tipo di chirurgia è minimamente invasivo, essendo una buona alternativa rispetto agli interventi chirurgici convenzionali.

Tra i vantaggi della chirurgia robotica ci sono la riduzione del dolore e del disagio, la prevenzione della perdita di sangue, il tempo di ospedalizzazione pi√Ļ breve e la velocit√† nel recupero postoperatorio, che fornisce un ritorno alle attivit√† quotidiane.

Anche con tutti i vantaggi, è importante valutare il rapporto rischio-beneficio di questo tipo di chirurgia. Anche se le probabilità di effetti collaterali come l'incontinenza urinaria e la disfunzione erettile diminuiscono drasticamente, la possibilità remota dovrebbe essere sempre valutata.

In questo modo, la scelta del trattamento pi√Ļ appropriato dovrebbe essere definita dopo aver discusso dei rischi e dei benefici del trattamento con il medico.

Prevenzione del cancro alla prostata

Per la prevenzione del cancro alla prostata è estremamente importante evitare i fattori di rischio della malattia, come lo stile di vita sedentario e il fumo.

Inoltre, è necessario consumare una dieta bilanciata ricca di verdure, in particolare quelle che contengono licopene (trovato nel pomodoro e anguria), che protegge le cellule.

Un'altra opzione di prevenzione è la diagnosi precoce: dall'età di 50 anni, l'uomo dovrebbe consultare l'urologo ogni anno.

Il medico eseguirà lo screening della malattia con l'aiuto di un esame tattile o della raccolta del sangue, che indica il dosaggio del PSA. In caso di storia familiare della malattia, la cura dovrebbe essere raddoppiata e gli esami devono essere fatti a partire dall'età di 45 anni.

Nonostante presenti rischi di mortalit√†, il cancro alla prostata √® diventato sempre pi√Ļ facile da controllare.

La neoplasia della prostata √® il tipo di cancro che si sviluppa pi√Ļ lentamente e, se diagnosticata precocemente, ha un'alta probabilit√† di guarigione (fino al 97%). In questo modo, la prevenzione √® l'alternativa migliore per rimanere in salute.

Editoriale Video: Tumore alla prostata come si cura

ÔĽŅ